Aiutare i propri compagni più giovani, magari disorientati ed in difficoltà per il lungo stop delle lezioni “reali” dovuto al coronavirus. Fornendo loro, come tutor, il proprio sapere e le proprie competenze. È l’originale idea che hanno avuto gli studenti della classe Quinta A del Liceo Dante Alighieri di Anagni. Idea che si è tradotta nella nascita del progetto “Chi mi aiuta?. Un padlet, di fatto un piccolo sito internet, che consentirà agli studenti del Liceo (il progetto è rivolto solo agli studenti del Dante Alighieri) di potersi rivolgere ai propri compagni più grandi per avere un aiuto in caso di difficoltà. La procedura è semplice: ci si collega al padlet e ci si prenota per seguire la lezione richiesta ( le materie interessate sono italiano, latino, greco, inglese, storia, filosofia, matematica e scienze). A fare da docenti saranno, appunto, gli studenti della VA del Dante Alighieri, che si sono divisi in gruppi per coprire le varie aree. Le lezioni si terranno on line dal lunedì al venerdì, dalle 15 alle 16, usando la piattaforma google ( a cui si potrà accedere con l’indirizzo Gmail che ogni studente della scuola ha) ed il sistema di videoconferenza Meet. Ad illustrare l’iniziativa è stata Ludovica, una delle studenti più brillanti della classe. “Tutto è nato – ha detto Ludovica – dopo lo stop alle lezioni normali; all’inizio ci siamo sentiti, come tutti, disorientati ed un po’ in difficoltà, prima che la didattica a distanza fosse organizzata nel dettaglio. Poi, quando tutto è andato a regime, abbiamo pensato che potevamo utilizzare stesso sistema per aiutare gli studenti delle altre classi della scuola a superare le nostre stesse difficoltà”. Di qui l’iniziativa di diventare tutor e di fornire assistenza on line attraverso il sistema della prenotazione sul padlet. L’iniziativa è pensata per gli studenti di tutto l’Istituto di istruzione superiore e vedrà per il momento la partecipazione come tutor degli studenti della classe VA (Angelo Pio Pompeo, web design ed organizzazione del sito; Michela Manni, grafica di manifesto e volantini). Anche se, come ha detto la stessa Ludovica, “se altri studenti della nostra scuola vorranno, una volta iscritti al progetto, proporsi come tutor per gli altri studenti che ne faranno richiesta, potranno senz’altro farlo”. Ludovica ha poi voluto ringraziare gli insegnanti che hanno che li hanno supportati, “a partire dal professore di storia e filosofia Antonio Leoni, con il quale avevamo, già prima della sospensione dovuta al coronavirus, organizzato e realizzato una serie di progetti di Cittadinanza e Costituzione. Così nata questa idea, anche se lui ci ha lasciato grande libertà nel realizzarla”.