Home Politica Ferentino. Maurizio Berretta (Lega) polemico nei confronti della maggioranza: “cittadini abbandonati a...

Ferentino. Maurizio Berretta (Lega) polemico nei confronti della maggioranza: “cittadini abbandonati a dubbi ed incertezze; normalità decantata molto distante dalla realtà dei fatti”

"le scelte - spiega Maurizio Berretta - vanno prese oggi, non proclamate per il futuro: il costo dell'esitazione potrebbe essere irreversibile"

il palazzo comunale di Ferentino

“Una apparente situazione di normalità, molto distante dalla realtà dei fatti, traspare dalle parole della maggioranza nell’ultimo consiglio comunale, cercando di somigliare alla pochezza dell’attuale Governo Conte”; una nota particolarmente agguerrita quella inviata a questa redazione dal consigliere comunale Maurizio Berretta. Per il capogruppo della Lega, “molto più preoccupante è stata la mancata risposta del sindaco e dei consiglieri di maggioranza, sulle proposte della Lega sui seguenti punti di interesse locale: consegna a domicilio dopo le ore 19.00 per pasti e pizze d’asporto (servizio funzionante in tutta Italia, eccezion fatta per Ferentino), autorizzazione per i fiorai a posizionare fiori su ordinazione all’interno del cimitero comunale sulle tombe dei cari defunti e sostegno pieno alle imprese nel bilancio comunale”.

Maurizio Berretta

“É evidente – spiega ancora Berretta – come i limiti caratteriali del sindaco e dei consiglieri di maggioranza si ripercuotono inevitabilmente nel tessuto civile quotidiano, dove i problemi di fatto rimangono e sia i commercianti sia i cittadini sono abbandonati a molti dubbi ed incertezze, nonché non supportati in questa fase emergenziale, con il non augurato e probabile rischio di chiusura, non c’è certezza su quante attività possano rialzare le serrande.
Il sindaco parla di collaborazione politica, la Lega porta in consiglio comunale le istanze del territorio, ma alle stesse non vi è una risposta, se non meno un atto di educazione civile ed intanto cittadini, commercianti ed imprenditori attendono una chiara risposta. Dalle parole – conclude il capogruppo della Lega – bisogna passare ai fatti, si innalzi il livello politico, ne gioverà sicuramente la città, le scelte e le decisioni vanno prese oggi, non proclamate per il futuro, il costo dell’esitazione potrebbe essere irreversibile”.