Via, da questa mattina, ai lavori di potatura dei cipressi lungo il viale centrale del cimitero che termineranno poi con la messa in sicurezza della parte monumentale. Tali interventi di manutenzione erano già stati programmati prima dell’inizio dell’emergenza sanitaria in corso dall’assessorato al Patrimonio coordinato da Floriana Retarvi. Altri lavori, invece, sono stati portati a termine nei giorni scorsi: ripristino della parte marmorea e cementizia di alcune facciate in stato di degrado e ripristino della pavimentazione cementizia con particolare riguardo per i marciapedi dove, a causa del fondo ormai sconnesso e deteriorato dal tempo, era diventato pericoloso far transitare le scale utilizzate dai visitatori per arrivare ai loculi posti in alto.
“A causa dell’emergenza coronavirus – ha spiegato l’assessore Retarvi – l’accesso al cimitero ai visitatori è interdetto ma non per questo l’attività amministrativa in merito può fermarsi. Anzi, a fronte dei lavori urgenti già effettuati, oggi con determina dell’architetto Berardi e con la collaborazione tecnica dell’ingegner Lapomarda è iniziata la potatura dei cipressi. Il rispetto per i defunti passa per lavori che mantengano il decoro di un luogo sacro come il cimitero. Dopo anni di abbandono e degrado generalizzato l’azione dell’Amministrazione Natalia sarà incentrata sulla rivalutazione degli spazi del cimitero ripristinandone la funzionalità, l’accessibilità e la fruibilità. Tutti devono avere il diritto di portare un omaggio ai propri cari defunti in un luogo consono ed in condizioni di completa sicurezza”.