E’ stato siglato stamattina da Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, e da Gianfranco Battisti, Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo FS Italiane un Protocollo di Intesa per il rilancio del trasporto, dell’economia e del turismo nel Lazio. Presenti la Ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli e l’assessore regionale alla mobilità, Mauro Alessandri.

Il Protocollo di Intesa si inserisce nell’importante piano di investimenti da oltre 18 miliardi di euro del Gruppo FS Italiane per il sistema economico e turistico del Lazio.

In particolare, dei 18 miliardi di euro di investimenti 13 miliardi di euro sono dedicati alle infrastrutture ferroviarie, 1,4 miliardi al trasporto ferroviario e 3,9 miliardi alle infrastrutture stradali. Circa 1 miliardo di euro è invece destinato a interventi di rigenerazione urbana e di riqualificazione delle stazioni.

Il Protocollo di Intesa è anche parte integrante del piano di sviluppo del sistema di accessibilità turistica del Gruppo FS Italiane.

Dalla prossima estate una coppia al giorno di treni AV fermerà infatti nelle stazioni di Frosinone e Cassino, sulla linea ferroviaria Roma – Cassino per collegare il territorio di Roma con il Sistema Alta Velocità in soli quarantuno minuti.

Il Protocollo di Intesa fra Regione Lazio e Gruppo FS Italiane rappresenta anche il primo passo dell’iter di valutazione per la realizzazione della nuova stazione Alta Velocità nel frusinate. 

Un progetto che potrà rappresentare una concreta opportunità per contribuire al rilancio dell’economia locale, promuovere lo sviluppo del turismo del territorio e favorire, allo stesso tempo, la mobilità sostenibile e green in coerenza con il Green New Deal della Commissione europea.

LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE MAURO BUSCHINI

“Solo 41 minuti da Frosinone e un’ora e 10 da Cassino per raggiungere Roma grazie all’Alta velocità. Sono alcuni contenuti del protocollo che come Regione Lazio abbiamo sottoscritto con Ferrovie dello Stato per 18 miliardi di euro di investimenti per il sistema economico e turistico del Lazio. La Ciociaria avrà un collegamento diretto con il nord e il sud d’Italia senza scali intermedi e il treno ad Alta Velocità sorgerà su una stazione completamente nuova. Inoltre, una coppia al giorno di treni AV, dalla prossima estate, fermerà nelle stazioni di Frosinone e Cassino. Si tratta – spiega Buschini – di una occasione di sviluppo che definirei cruciale. Per l’economia, per le imprese, per il turismo. Si abbatteranno i tempi di percorrenza e si rivoluzionerà la qualità della vita di tantissimi pendolari della nostra provincia che ogni giorno si recano nella Capitale per lavoro o studio. Una vittoria della grande squadra in Regione Lazio, di tutti, del territorio, dei cittadini e delle associazioni che si sono battute in questi anni per un servizio migliore e per l’Alta velocità in Provincia di Frosinone. Un grazie particolare al Presidente Zingaretti e all’Amministratore Delegato di Ferrovie Battisti. Roma è finalmente più vicina”.


LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DEL CONSORZIO ASI DI FROSINONE FRANCESCO DE ANGELIS

“L’Alta velocità in Provincia di Frosinone rappresenta il cardine di un ampio piano di rilancio economico, sociale e turistico del nostro territorio. Si tratta di un investimento straordinario a livello economico e un’operazione altamente strategica, che negli anni ho più volte sollecitato, perché costituisce un’opportunità di crescita e di sviluppo sotto molteplici aspetti: aumenta i servizi per le imprese e alle industrie della nostra provincia, dà un impulso importante al turismo rendendo più attrattivo il territorio e rivoluziona gli spostamenti dei pendolari con ripercussioni incredibili sulla loro qualità della vita. Inoltre, già da questa estate, una coppia di treni ad Alta velocità fermeranno nelle stazioni di Cassino e Frosinone per il collegamento rapido con la Capitale”.
Lo dichiara in una nota il Presidente del Consorzio ASI Frosinone, Francesco De Angelis.
“Tanti cittadini e tante associazioni – prosegue – aspettavano il concretizzarsi di questa opera che diventa finalmente realtà. Il mio plauso va al coraggio e alla lungimiranza del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e all’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Gianfranco Battisti per un progetto di straordinaria rilevanza”.

LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI FROSINONE ANTONIO POMPEO

Oggi è finalmente una bella giornata: oggi hanno vinto la provincia di Frosinone e i suoi cittadini“.

Così il presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, commenta l’annuncio ufficiale della firma del protocollo tra Rfi e la Regione Lazio per la realizzazione di una stazione della fermata Tav a Ferentino e per nuovi investimenti in Ciociaria che permetteranno di ridurre notevolmente i tempi per raggiungere la capitale con collegamenti veloci: Frosinone-Roma in 25 minuti e Frosinone-Napoli in 35.

Sono queste le notizie e questi i progetti dei quali abbiamo bisogno, un messaggio di speranza e di futuro, che in una situazione di emergenza come quella che stiamo vivendo, ci permettono di guardare al domani con maggiore positività.

La fermata dell’Alta velocità era un progetto atteso da anni che finalmente si concretizza, per ripensare il territorio in termini di nuove opportunità, minori distanze con la Capitale e il resto d’Italia, come nuova appetibilità per i nostri centri e come miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Un’infrastruttura che sarà a servizio dell’intera provincia, permettendole di diventare uno snodo nevralgico per i collegamenti con Milano e con il sud“.

La ripartenza del Paese, come ci ha dimostrato l’epidemia Covid-19 – argomenta Pompeo – deve essere necessariamente incentrata sul riequilibrio dei servizi tra grandi centri e resto dei territori provinciali, come è in sostanza il progetto della fermata Alta velocità che deve aprire la strada in altri settori, a partire da quello della sanità.

Infine, – conclude il Presidente Pompeo – non posso non evidenziare la soddisfazione anche come sindaco di Ferentino, una città che negli anni ha dimostrato di saper investire sulle infrastrutture: il casello autostradale, la superstrada, la riqualificazione della stazione ferroviaria“.

Quindi i ringraziamenti a Rfi, “con la quale – conclude Pompeo – abbiamo avviato una collaborazione da tempo e l’Ad Gianfranco Battisti che, da uomo del territorio, ha rappresentato di certo un valore aggiunto. Ringrazio il ministro dei Trasporti De Micheli, la Regione Lazio e il presidente Zingaretti, senza dimenticare il grandissimo gioco di squadra che ha permesso di centrare l’obiettivo e nel quale un ruolo fondamentale hanno svolto le istituzioni locali. Guardiamo già al prossimo step per passare con rapidità dalla fase di progettazione alla realizzazione dell’opera. Questa provincia e l’intero territorio non hanno tempo da perdere: dobbiamo tutti insieme correre veloci verso il futuro“.