Non c’è convergenza politica, oggi più che mai, tra maggioranza e opposizione al Comune di Fiuggi; a far scoppiare il caso, oggi, è la riunione convocata dal primo cittadino Alioska Baccarini nella sala consiliare del Comune di Fiuggi con le associazioni di categoria per condividere il piano di azione da mettere in campo per una veloce, unitaria ed efficace ripresa del comparto turistico di Fiuggi. “Lo abbiamo appreso oggi, dai social”, sbottano i rappresentanti dei gruppi consiliari di opposizione Fiuggi Civica e Fiuggi Viva: “nonostante le nostre ripetute richieste di convocazione delle Commissioni Consiliari in seduta congiunta, per affrontare in maniera coordinata i molteplici e preoccupanti aspetti dell’Emergenza, non è stata nemmeno più riunita la Commissione Risorse e Programmazione Economica, a cui lo scorso 4 marzo erano state invitate le categorie economiche e che rappresenta l’unica sede istituzionale in cui queste ultime possano intervenire legittimamente nella formulazione di indirizzi, piani e progetti, da approvare poi in Consiglio Comunale”.
Ad oggi – fanno sapere Fiuggi Viva e Fiuggi Civica – tale Commissione non ha più svolto alcuna attività: “il Sindaco, auto-attribuendosi una competenza propria del Presidente del Consiglio Comunale, in data 16 aprile ci ha inviato una nota in cui stabiliva di poter far riprendere queste attività dopo il 3 maggio, a causa della modalità di lavoro “leggero” adottata dall’Ente per l’Emergenza. Questo – aggiungono gli esponenti della minoranza consiliare – ci fa concludere con preoccupazione che la riunione pressoché informale indetta per il 24 aprile, in assenza dei Responsabili di Servizio e quindi priva di qualunque efficacia ai fini amministrativi, sia l’ennesimo goffo tentativo di continuare su una evidente linea di disimpegno rispetto alle gravissime conseguenze sociali ed economiche che la situazione attuale produrrà, in particolare nel comparto turistico”.
Ancora: “il Tavolo Regionale, invece, la cui prima riunione si era tenuta all’insorgenza dell’emergenza COVID-19, è stato prontamente riconvocato in vista della Fase 2, anche in considerazione del fatto che era rimasto aperto in seduta permanente. In questo senso recepiamo con favore la partecipazione dei capogruppo di opposizione alla riunione del prossimo 24 aprile, segno che questo è il tempo dell’unità e della concertazione tesa a dare risposte concrete in quella che si preannuncia come una fase molto complessa e delicata.
Non è pertanto accettabile – proseguono i responsabili di Fiuggi Viva e di Fiuggi Civica – che, eludendo le proprie responsabilità, la maggioranza provi a scaricare unicamente sulla Regione Lazio l’individuazione di soluzioni progettuali e finanziarie, senza fornire il proprio contributo in termini di sintesi delle istanze e delle proposte avanzate dalle realtà del proprio territorio: politiche, economiche e sociali.
Siamo quindi ancora più convinti che si debba promuovere un percorso istituzionale aperto di ascolto e confronto fra tutte le parti, nessuna esclusa, mettendo da parte individualismi e tattiche di bassa lega, oggi più che mai deleterie per la nostra comunità. Ci auguriamo – conclude la nota dei due gruppi consiliari – che quanto prima vengano convocate le Commissioni e che tutto il Consiglio Comunale sia messo nella condizione di esercitare il proprio ruolo affinché la ripartenza non sia affidata allo sforzo sei singoli o al solo intervento provvidenziale di enti superiori o, nella peggiore delle ipotesi, al caso”.