Si è appena conclusa alla presenza dell’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.
“Oggi – si legge in una nota inviata a questa redazione dall’assessorato alla Sanità regionale del Lazio – registriamo un dato di 121 casi di positività di cui 52 riferibili al cluster di Rocca di Papa già sotto cordone sanitario e un trend al 2,3% il più basso da inizio epidemia. Bisogna mantenere molto alta l’attenzione sulle RSA e case di riposo non si può abbassare la guardia. E’ stata costituita un’apposita Commissione regionale per svolgere gli audit di verifica del rispetto delle disposizioni impartite. Sono ad oggi 335 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Su Rocca di Papa è in corso l’audit richiesto alla Asl Roma 6 e al SERESMI (servizio regionale malattie infettive – Spallanzani) per la verifica di tutte le procedure operative adottate e le misure di prevenzione. Resta una forte criticità. Roma città regista una frenata nel trend con il dato di 24 nuovi casi nelle ultime 24h. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (16.658) e coloro che sono entrati in sorveglianza (10.196) di più di 6 mila unità. Nelle province di Latina, Rieti e Frosinone non si registrano decessi nelle ultime 24h.
Per quanto riguarda i guariti è un record saliti di 85 unità nelle ultime 24h per un totale di 874, mentre i decessi sono stati 11 e i tamponi effettuati circa 76 mila.

***Aperto il bando per medici ed infermieri per le Unità USCAR (Unità speciale di continuità assistenziale regionale) disponibile sul portale regionale (http://www.regione.lazio.it/rl_main/…). Scadenza del bando il 16 aprile.

La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 87 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.300 medici di famiglia e 315 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i DPI – dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 165.800 mascherine chirurgiche, 53.300 maschere FFP2, 445 tute impermeabili, 27.900 calzari, 58.500 guanti, 33.400 cuffie.

La situazione nelle Asl e A.O:
Asl Roma 1 – 9 nuovi casi positivi. 5 pazienti sono guariti. 2.111 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare, il triplo di quante ne sono entrate. Prosegue il monitoraggio nelle RSA e case di riposo del territorio;
Asl Roma 2 – 11 nuovi casi positivi. 4 pazienti sono guariti. Deceduta una donna di 82 anni con precedenti patologie. 1.637 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Prosegue la sorveglianza sanitaria su Villa Fulvia e altre RSA;
Asl Roma 3 – 4 nuovi casi positivi. 3 pazienti sono guariti. Deceduto un uomo di 62 anni con precedenti patologie. 2.040 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare, più del doppio di chi ne entra;
Asl Roma 4 – 11 nuovi casi positivi di cui 6 riferibili al cluster della casa di riposo di Campagnano. 5 pazienti sono guariti. 0 decessi. 2.440 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. In attesa esito audit alla RSA Madonna del Rosario di Civitavecchia;
Asl Roma 5 – 7 nuovi casi positivi. Deceduta una donna di 80 anni con precedenti patologie. 2.256 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;
Asl Roma 6 – 61 nuovi casi positivi di cui 52 riferibili al cluster della RSA di Rocca di Papa, da ieri sottoposta a ulteriori misure restrittive: si stanno eseguendo i tamponi a tutti gli ospiti e a tutto il personale. 13 pazienti sono guariti. 3 decessi: una donna 90 anni, un uomo di 95 anni e una donna di 81 anni, tutti con precedenti patologie. 93 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. L’ex Ospedale di Genzano si convertirà in struttura RSA COVID;
Asl di Latina – 2 nuovi casi positivi. 0 decessi. 16 pazienti sono guariti. 5.819 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare, 5 volte in più di quelli che ne entrano;
Asl di Frosinone – 5 nuovi casi positivi. 0 decessi nelle ultime 48 ore. 10 pazienti sono guariti. 30 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare;
Asl di Viterbo – 11 nuovi casi positivi di cui 4 riferibili al cluster di Celleno, già sottoposto a ulteriori misure restrittive. 6 pazienti sono guariti. Deceduta una donna di 82 anni con precedenti patologie. 2.473 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Proseguono i controlli sulle case di riposo e RSA del territorio;
Asl di Rieti – nessun nuovo caso positivo. 10 pazienti sono guariti. 0 decessi. 15 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Controllate tutte le 77 case di riposo e si stanno eseguendo i secondi controlli sulle RSA del territorio;
Policlinico Umberto I – 0 decessi nelle ultime 24 ore. 141 pazienti ricoverati di cui 17 in terapia intensiva. 2 suore sono guarite;
Azienda ospedaliera San Camillo – Da lunedì 20 aprile operativo anche il turno notturno del laboratorio per il test COVID;
Azienda sanitaria Sant’Andrea – 112 pazienti ricoverati di cui 22 in terapia intensiva. 4 pazienti guariti;
Azienda Ospedaliera San Giovanni – 0 decessi. Non si registrano nuovi casi positivi in accesso al pronto soccorso nelle ultime 56 ore;
Policlinico Gemelli – 178 pazienti ricoverati di cui 29 in terapia intensiva. 7 pazienti guariti;
Policlinico Tor Vergata – 4 decessi: 4 donne di 58, 81, 83 e 88 anni, tutte con precedenti patologie;
Ares 118: Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini;
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – 8 bambini e 6 mamme ricoverati al Centro COVID di Palidoro, tutti in condizioni stabili. Dimesso nelle ultime 24h in isolamento domiciliare 1 altro paziente clinicamente guarito di Frosinone. Si evidenzia un aumento graduale di accessi al DEA del Gianicolo da parte di pazienti no-COVID che hanno bisogno di cure non programmate;
Università Campus Bio-Medico – Ricoverati 23 pazienti di cui 12 in terapia intensiva al COVID Center del Campus Biomedico.