il consigliere comunale Vincenzo Proietti

“Ci sono diversi modi per aiutare gli altri, se lo si desidera, in questo difficile momento di emergenza che la nostra città, la nostra Nazione e il resto del mondo stiamo attraversando: il primo è, come ormai abbiamo capito, restando in casa, per evitare di contagiare o contagiarsi. Il secondo è donando ciò che si può donare ad enti ed Istituti accreditati (ASL, ospedali, Comuni, etc.). Il terzo mettendosi a disposizione come stanno facendo attualmente i volontari delle varie associazioni di Protezione civile che operano nella nostra città”. Ad affermarlo, nel corso di un colloquio telefonico con la nostra redazione, il consigliere comunale Vincenzo Proietti, impegnato in prima linea, in questi giorni particolarmente delicati, a cercare di non lasciare sole le persone più fragili, in primis gli anziani, le persone malate, sole, e quelle che fanno fatica ad andare avanti e che purtroppo stanno pagando il prezzo più alto di questa emergenza. “La delega che il sindaco Daniele Natalia ha voluto affidarmi – spiega ancora Proietti – è proprio quella alla Protezione civile; in questi giorni mi sono reso conto, osservando il lavoro di questi ragazzi, che – data la situazione – è fondamentale dare sostegno, aiuto e speranza con un gesto, una telefonata, una parola di incoraggiamento alle molte persone che soffrono. Del resto – aggiunge Proietti – una comunità unità si vede proprio nei momenti di difficoltà, quando riesce a soccorrere e assistere le persone più bisognose. Anagni, come ha detto il sindaco, non vuole lasciare nessuno indietro: è per questo che, a nome anche di tutti gli altri membri dell’amministrazione comunale, desidero ringraziare con il cuore questi ragazzi, giovani e meno giovani, che ogni giorno, senza paura e con invidiabile spirito di abnegazione, si dedicano ad aiutare il prossimo, senza nulla chiedere in cambio. Grazie, dunque, ai volontari della Croce Rossa Italiana, dell’Accademia Kronos, del Radio Soccorso Protezione Civile di Anagni e a quelli dell’associazione Nazionale Carabinieri: il loro supporto, il loro lavoro, la loro opera solidale è una delle cose più preziose che abbiamo nella nostra città”.