i Carabinieri di Anagni

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni hanno tratto in arresto per evasione e danneggiamento un 29enne del luogo, già censito per reati contro il patrimonio e quelli inerenti gli stupefacenti. Il giovane, sottoposto alla misura cautelativa degli arresti domiciliari per concorso in rapina aggravata commessa ad Anagni nel 2019 ai danni del gestore di un pub del luogo, si è allontanato dalla propria abitazione dopo aver danneggiato il braccialetto elettronico di cui era munito. L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato trasferito presso la casa circondariale di Frosinone. Nella circostanza al giovane è stata altresì comminata la sanzione amministrativa per la violazione delle prescrizioni imposte dal vigente Decreto sull’emergenza sanitaria Covid-19.
“Non c’è stata nessuna lite – ha tenuto a ribadire la mamma del giovane ad anagnia.com – mio figlio ha chiamato lui stessi i Carabinieri, dopo sette mesi che è ai domiciliari in attesa di processo per un reato che non ha commesso. Inoltre, non ha distrutto nessun braccialetto”.