Home Area Nord Piglio, fibra TIM. Il consigliere comunale di minoranza Roberto Neccia replica alle...

Piglio, fibra TIM. Il consigliere comunale di minoranza Roberto Neccia replica alle parole del vicesindaco: “quanto dichiarato oggi da Mauro Federici sul vostro giornale dimostra ancora una volta la mancanza di rispetto verso la cittadinanza e anche scarsa professionalità”

Piglio

“L’amministrazione Felli non si smentisce mai, neanche in periodi di emergenza come quello che stiamo vivendo attualmente a causa del coronavirus”; a metterlo nero su bianco in una nota inviata a questa redazione, il consigliere comunale di minoranza Roberto Neccia secondo il quale “ogni occasione è buona per tentare di mettersi in mostra e fare esibizionismo, ancora una volta, come già accaduto per l’illuminazione del bivio di Piglio realizzata da ASTRAL”. Secondo Neccia, nell’articolo pubblicato dal nostro quotidiano nel primo pomeriggio di oggi, l’amministrazione capitanata dal primo cittadino Mario Felli “tenta, sempre con astuta arguzia di arrogarsi il merito dell’attivazione del servizio FTTCAB che TIM sta finalmente completando in questi giorni su ben 47 comuni del Lazio di cui 19 in provincia di Frosinone. (Comunicato stampa TIM del 07/04/2020). Altro che solleciti da parte dell’amministrazione e progetti in cantiere, come dichiara il Vice Sindaco Federici…”, spiega Neccia. Che, poi, aggiunge: “l’attivazione della fibra ottica è frutto delle disposizioni presenti nel decreto denominato “Cura Italia” pubblicato il 17 marzo 2020 che all’art. 82 (Misure destinate agli operatori che forniscono reti e servizi di comunicazioni elettroniche) prevede quanto segue:

Dalla data di entrata in vigore del presente decreto e fino al 30 giugno 2020, al fine di far fronte alla crescita dei consumi dei servizi e del traffico sulle reti di comunicazioni elettroniche è stabilito quanto segue.

Le imprese che svolgono attività di fornitura di reti e servizi di comunicazioni elettroniche, autorizzate ai sensi del Capo II del d.Lgs n. 259/2003 e s.m.i., intraprendono misure e svolgono ogni utile iniziativa atta a potenziare le infrastrutture e a garantire il funzionamento delle reti e l’operativita’ e continuità dei servizi

Le imprese fornitrici di reti e servizi di comunicazioni elettroniche accessibili al pubblico sono imprese di pubblica utilità e assicurano interventi di potenziamento e manutenzione della rete nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e dei protocolli di sicurezza anti-contagio.
Le misure straordinarie, di cui ai commi 2, 3 e 4 sono comunicate all’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni che, laddove necessario al perseguimento delle finalità di cui al presente articolo e nel rispetto delle proprie competenze, provvede a modificare o integrare il quadro regolamentare vigente. Dal presente articolo non derivano nuovi o maggiori oneri per la finanza pubblica.

“Quanto dichiarato oggi dal vicesindaco Mauro Federici sul vostro giornale – afferma Neccia – ha dell’incredibile e dimostra ancora una volta la mancanza di rispetto verso la cittadinanza e anche scarsa professionalità, dato che quanto riportato, soprattutto in termini di copertura, non corrisponde a realtà.
Già in passato abbiamo chiarito come sono andate le cose durante l’esecuzione dei lavori e non credo sia il caso di ripeterlo. Nessuna polemica ma di certo non si possono accettare dichiarazioni del genere finalizzate ad arrogarsi meriti non propri. A nome del gruppo Obiettivo Comune ringrazio l’azienda TIM e tutto il personale operativo che sta lavorando senza sosta in questi giorni per rendere fruibile anche ai cittadini di Piglio il servizio a banda ultra larga”.