Continuano i controlli serrati dei Carabinieri del Comando provinciale di Frosinone in tutto il territorio di competenza. I controlli, messi in campo con posti di blocco in tutte le principali città e lungo le principali arterie della provincia, mirano a far rispettare le limitazioni e i divieti imposti dal decreto firmato dal premier Giuseppe Conte finalizzato al contenimento del contagio da Covid-19.

i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia di Anagni hanno sanzionato amministrativamente cinque persone per inosservanza del divieto imposto dal citato Decreto. Le stesse sono state controllate, a Ferentino ed Anagni, lontane dalle rispettive abitazioni o fuori dal comune di residenza, senza giustificato motivo o comprovate esigenze. In particolare è stato deferito in stato di libertà un 35enne di Frosinone in quanto, controllato in Anagni, forniva attestazione mendace nell’autocertificazione resa ai militari operanti circa la propria presenza in loco, dichiarando di essere uscito per motivi lavorativi, risultati poi inesistenti, incorrendo anche nella violazione amministrativa di cui al Decreto Legislativo del 25 marzo 2020;

i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia di Cassino hanno sanzionato amministrativamente 13 persone poiché inosservanti del divieto imposto dal citato Decreto. Le stesse sono state controllate, in vari centri abitati dl territorio, lontane dalle rispettive abitazioni o fuori dal comune di residenza, senza giustificato motivo o in assenza di comprovate esigenze. In tale contesto una persona è stata anche segnalata all’Autorità preposta per l’emissione di ordinanza di chiusura dell’attività commerciale di ristorazione, poiché controllata mentre consegnava alimenti da asporto a due persone;

i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia di Alatri hanno sanzionato amministrativamente quattro persone per inosservanza del divieto imposto dal citato Decreto in quanto controllate, in vari centri abitati di quel territorio, lontane dalle rispettive abitazioni o fuori dal comune di residenza, senza giustificato motivo o in assenza di comprovate esigenze;

i militari dei Reparti dipendenti della Compagnia di Sora hanno sanzionato amministrativamente tre persone per il mancato rispetto delle misure di contenimento di cui al citato Decreto poiché sorprese in Isola del Liri e Sora sia a bordo delle loro autovetture che a piedi, lontane dalle rispettive abitazioni, senza giustificato motivo o comprovate esigenze. Nel corso dei servizi venivano controllate 61 persone (di cui tre sanzionate) e 48 esercizi commerciali;

ad Alatri, i militari del NORM della locale Compagnia, hanno deferito in stato di liberta per sottrazione di cose sottoposte a sequestro un 42enne del posto, già censito per reati contro la persona e furto. I Carabinieri di Alatri, nel 2018, gli sequestravano un furgone di sua proprietà (nominandolo custode), poiché circolava privo della copertura assicurativa obbligatoria. Successivamente il veicolo è stato confiscato e venduto dalla Prefettura di Frosinone che ne disponeva il trasferimento dal custode al compratore. Dagli accertamenti esperiti dai Carabinieri emergeva che nel frattempo il custode aveva venduto il veicolo ad un’altra persona.