Home In evidenza La nota della ASL di Frosinone: “via a ulteriori misure organizzative per...

La nota della ASL di Frosinone: “via a ulteriori misure organizzative per l’emergenza Covid-19 in considerazione dell’accelerazione dell’emergenza nazionale e territoriale”

via alla sospensione temporanea dell’attività chirurgica elettiva e trasferimento nei Presidi territoriali delle attività ambulatoriali di prelievo e visite

“In considerazione dell’accelerazione dell’emergenza nazionale e territoriale per la diffusione del Covid-19, si rendono necessarie ulteriori misure organizzative per fronteggiare l’emergenza che da qui ai prossimi giorni dovesse verificarsi in seguito all’aumento dei casi”; a scriverlo – in una nota inviata a questa redazione – l’ufficio stampa della ASL di Frosinone che a partire dal prossimo lunedì 9 marzo adotterà nuove misure atte a ridimensionare l’attività ospedaliera, per garantire l’accoglienza dei casi e puntare al recupero di posti letto e personale. Tali misure – si legge nella nota – prevedono:

la sospensione temporanea dell’attività chirurgica elettiva, limitando gli interventi chirurgici a quelli di emergenza e urgenza e a quelli di natura oncologica;

il trasferimento nei Presidi territoriali delle attività ambulatoriali di prelievo e visite, limitatamente a quelle con priorità “U” e “B”.

“Tutto ciò, come detto, ci consentirà di avere spazi e personale necessari ad accogliere presso i Presidi Ospedalieri eventuali casi e le emergenze /urgenze stesse. Rivolgiamo ancora la raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multi-morbilità o con stati di immunodepressione – prosegue la nota – di evitare di uscire dalla propria abitazione, eccetto che per la stretta necessità, evitando comunque luoghi affollati nei quali non è possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale stabilita in almeno un metro.
Ai cittadini ricordiamo ancora, nel caso in cui si ritenga di avere sintomi legati alla presenza del virus di non recarsi al Pronto Soccorso ma di rivolgersi al proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta e seguire le loro indicazioni. Per avere maggiori informazioni – conclude la nota – chiamate il numero 1500 del Ministero o il Numero Verde della Regione 800.118.800. In caso di urgenze, naturalmente, rimane sempre attivo il 118″.