Un uomo di nazionalità albanese è stato fermato dai Carabinieri della stazione coordinata dal mar. Raffaele De Somma dopo che aveva sparato ad un piede a un altro uomo (inizialmente scambiato per un suo connazionale) perché, a suo dire, gli avrebbe rifiutato l’assunzione; l’uomo, nel momento in cui scriviamo (ore 17.53), si trova nella sede della stazione dei Carabinieri di Fiuggi, in via A. Diaz, dove è sottoposto ad interrogatorio.

Di seguito, la nota stampa inviata a questo giornale dal Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri di Frosinone:

Oggi pomeriggio a Fiuggi, brillante operazione da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alatri, che con immediatezza hanno assicurato alla giustizia un uomo che si era reso autore poco prima di un tentato omicidio.

Teatro della violenza una zona periferica della cittadina termale, ove verso le ore 15.00, un uomo di cittadinanza albanese, S.A. 44enne residente in Fiuggi, operaio, già censito per reati contro la persona, la famiglia, la pubblica amministrazione e le armi, ha esploso due colpi di pistola nei confronti di P.G.F. 57enne del luogo, imprenditore edile ed ex datore di lavoro del cittadino albanese.

Tra i due è nata una discussione relativa alla richiesta di una nuova assunzione da parte dell’albanese presso la ditta del fiuggino ed alle resistenze di quest’ultimo, l’operaio ha estratto una pistola, ha dapprima minacciato il 57enne e poi ha esploso dei colpi al suo indirizzo attingendolo con un colpo ad una gamba, mentre l’altro colpiva l’autovettura.

Il ferito, che si trovava a bordo della sua autovettura, si allontanava velocemente e chiamava in soccorso le forze di polizia. Il cittadino albanese anch’esso si dava a precipitosa fuga alla guida di un’autovettura dirigendosi verso Fiuggi fonte. Immediatamente sul posto sono giunte sei pattuglie della Compagnia Carabinieri di Alatri che hanno setacciato la zona al fine di rintracciare l’uomo, che dalle notizie giunte risultava armato e pericoloso. Quando finalmente gli uomini della Stazione di Fiuggi lo hanno trovato nei pressi di un bar della zona e dopo aver messo in atto tutte le precauzioni al fine di evitare pericoli per tutti, sono riusciti a bloccare il soggetto per poi condurlo negli uffici della locale Stazione Carabinieri sottoponendolo immediatamente a perquisizione personale.

Altri militari hanno rintracciato nella zona di Fiuggi fonte, la pistola della quale il 44enne si era disfatto nelle vicinanze del luogo dell’agguato, segnatamente una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa, che  veniva sottoposta a sequestro, unitamente ai bossoli rinvenuti. L’uomo veniva tratto in arresto per tentato omicidio e porto di arma da fuoco clandestina e come disposto dall’Autorità Giudiziaria veniva condotto presso la Casa Circondariale di Frosinone.

La tempestività e la sinergia degli uomini della Compagnia di Alatri hanno permesso in poco tempo di rintracciare l’autore dell’efferata violenza ed assicurarlo alla giustizia.