Nel tardo pomeriggio di ieri, a Veroli, i militari della locale Stazione – nel corso di predisposto servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati predatori – hanno controllato ed identificato un 60enne cittadino rumeno residente a Sora (già censito per reati contro il patrimonio). A carico dell’uomo, che si aggirava senza giustificato motivo nei pressi dell’Abbazia di Casamari importunando i fedeli, ricorrendo i presupposti di legge è stata avanzata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Veroli per tre anni tre.


Questa mattina a Veroli, i militari della locale Stazione – al termine di attività investigativa intrapresa a seguito di denuncia sporta nel mese di settembre 2019 da una 32enne del luogo – hanno deferito in stato di libertà per truffa un 61enne residente in provincia di Bari (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio). L’uomo, con artifizi e raggiri, è riuscito ad indurre la denunciante a versargli la somma di euro 100 sulla propria postepay personale occorrenti per l’acquisto di capi di abbigliamento che aveva pubblicizzato tramite pagina social network, senza mai recapitare la merce.