Via libera alla ricollocazione di tutti i 129 lavoratori di Lazio Ambiente che, a partire dal primo marzo, potranno essere impiegati in vari ambiti. Lo prevede una delibera approvata oggi dalla Giunta regionale del Lazio, che segue gli impegni presi con le organizzazioni sindacali in un accordo siglato 20 giorni fa.

Per garantire le necessarie coperture finanziarie, inoltre, il Consiglio regionale ha approvato nel Collegato alla finanziaria regionale una norma che permette ai lavoratori di Lazio Ambiente di essere ricollocati presso altre società regionali o di essere assegnati temporaneamente presso Enti della Regione. Per coloro che invece sono prossimi alla pensione è stata prevista la possibilità di aderire a un incentivo all’esodo per la fuoriuscita volontaria. Infine, una parte di lavoratori proseguirà a prestare servizio presso Lazio Ambiente fino al conferimento delle attività al neo consorzio Minerva.

“Un altro impegno mantenuto con 129 lavoratori della società Lazio Ambiente e con le loro famiglie – commenta così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – nessun lavoratore sarà lasciato da solo, la Regione Lazio ancora una volta ha dimostrato di saper risolvere i problemi e allo stesso tempo essere vicina ai cittadini”.

Secondo Claudio Di Berardino, assessore al Lavoro e Formazione della Regione Lazio “oltre al salvataggio di tutti i posti di lavoro, abbiamo posto al centro della nostra attenzione la salvaguardia delle professionalità dei lavoratori coinvolti. Attraverso un attento bilancio delle competenze abbiamo proceduto alla loro assegnazione presso società o enti regionali anche tenendo contro di eventuale riqualificazione in termini formativi o conseguimento di titolo abilitanti”.

L’assessore al Ciclo dei rifiuti Massimiliano Valeriani esprime “Soddisfazione per la positiva conclusione della vertenza riguardante i lavoratori di Lazio Ambiente in esubero. Con la norma approvata oggi dalla Giunta sarà possibile ricollocare il personale in altre aziende regionali, secondo le diverse necessità e le varie professionalità dei dipendenti. Abbiamo avviato il percorso di cessione di Lazio Ambiente senza lasciare indietro nessun lavoratore”