Home Area Nord Morolo. Riaperta al traffico la strada comunale F. Bracaglia; era chiusa da...

Morolo. Riaperta al traffico la strada comunale F. Bracaglia; era chiusa da mesi dopo le diverse cadute di sassi che si staccavano pericolosamente dalla parete rocciosa

I cittadini di Morolo e di tutto il comprensorio dei Monti Lepini tornano ad avere la strada di collegamento con il centro storico del paese lepino. E' stata infatti riaperta al traffico in modo definitivo la strada comunale Fernando Bracaglia, una delle arterie principali di Morolo che collega la vecchia Pedemontana dei Monti Lepini al centro del paese ed attraversa tutta la suggestiva passeggiata di Sant'Antonio

I cittadini di Morolo e di tutto il comprensorio dei Monti Lepini tornano ad avere la strada di collegamento con il centro storico del paese lepino. E’ stata infatti riaperta al traffico in modo definitivo la strada comunale Fernando Bracaglia, una delle arterie principali di Morolo che collega la vecchia Pedemontana dei Monti Lepini al centro del paese ed attraversa tutta la suggestiva passeggiata di Sant’Antonio. Una sorta di circonvallazione che può essere usata anche da coloro che dal Castello o dalla piazza Ernesto Biondi vogliono raggiungere la campagna. Oltre che dalla Pedemontana dei Monti Lepini, via Fernando Bracaglia è raggiungibile anche da piazza del Popolo dall’altro lato del paese. Era chiusa da mesi dopo le diverse cadute di sassi che si staccavano pericolosamente dalla parete rocciosa. I primi problemi per la via d’accesso al centro di Morolo sono iniziati il 28 agosto 2017 quando un vastissimo incendio di natura dolosa distrusse gran parte della montagna di Morolo in particolare l’area sopra la passeggiata di Sant’Antonio provocando ingenti danni. Decine di ettari di bosco e montagna distrutti dalle fiamme che hanno causato la caduta di grossi massi fortunatamente senza grosse conseguenze. La strada comunale d’accesso via Fernado Bracaglia fu chiusa con gravi conseguenze per la cittadinanza anche perchè la via consentiva ai pullmans del comune di raggiungere la scuola elementare Nazzareno Vori che restò chiusa per un periodo di tempo. La passata amministrazione comunale si adoperò per mettere in sicurezza la strada ma si lavorò solo su un breve tratto di alcune decine di metri. Ma non fu succiente tanto che il neo sindaco Gino Molinari fu costretto ad emettere una nuova ordinanza di chiusura della via per ragioni di sicurezza. Da giugno ad agosto 2019 si sono susseguiti altri smottamenti di terreno fino a quando la Regione Lazio ha autorizzato e finanziato al Genio Civile la messa in sicurezza della via. Ora nuove palificate in acciaio e reti metalliche impediscono lo staccarsi di rocce dalla parete rocciosa. La strada è stata riaperta sia ai pedoni che alle auto. La riaperura della strada consentirà ai pullmans del comune, di raggiungere anche la scuola Elementare Vori. Soddisfazione per l’opera completata e costata qualche centinaia di migliaia di euro è stata espressa dal sindaco Gino Molinari e da tutta l’amministrazione comunale.