Home Area Nord Crescono i poveri nelle aree di Ferentino e Supino: in appena un...

Crescono i poveri nelle aree di Ferentino e Supino: in appena un anno il numero dei bisognosi che si rivolgono agli operatori della Caritas é aumentato di circa 50 unità

Crescono i poveri nelle aree di Ferentino e Supino dove in appena un anno il numero dei bisognosi che si rivolgono agli operatori della Caritas é aumentato di circa 50 unità. Parallelamente mancano i volontari che dedicano anima e tempo alla raccolta di beni di prima necessità e soprattutto diminuiscono i donatori. E’ quanto emerge dai dati in possesso
del responsabile della Caritas di Ferentino e Supino, Pietro Pro. In un anno complessivamente le persone seguite dalla Caritas nei due centri è aumentata di circa 50 persone superando il tetto di 200 interventi. Ma come detto mancano i volontari che dedicano tempo ed anima alle raccolte dei beni di prima necessità e le stesse raccolte di pacchi negli ultimi tempi sta suvendo un drastico ridimensionamento rispetto al passato. La gente fa meno opere benefiche, dona di meno. “Stiamo assistendo ad un fenomeno molto preoccupante- spiega Pietro Pro- Oltre duecento persone seguite non sono poche, ma complice anche la forte disoccupazione siamo in linea con il resto d’Italia. Mi preoccupa molto il fatto che da qualche tempo stanno diminuendo i volontari. Coloro che dedicano anima e tempo a raccogliere i beni di prima necessità, pane, latte, acqua e generi alimentari durante il quotidiano e nei giorni stabiliti di raccolta”. “Noi della Caritas di Ferentino e Supino-ha aggounto Pro- saremo presenti si spera davanti tutti i supermercati dei due comuni ciociari il 21 dicembre per una raccolta speciale di generi alimentari. Ma c’è molta preoccupazione. Vista l’assenza di volontari temo che la giornata possa andare male e non si riesca neanche ad aiutare i piu’ poveri per le feste natalizie. Le scorte sono poche. Per questo lancio un appello a tutti soprattutto ai giovani di aiutarci e di essere presenti in massa davanti ai market per raccogliere bene. La solidarietà è un bene prezioso che tutti dovrebbero mettere in campo”. “Tra l’altro- ha concluso Pro- sempre la mancanza di volontari sta creando anche problemi alla mensa di Madonna degli Angeli momentaneamente sospesa. Ci si limita solo a distribuire i pacchi alimentari”.