Home Area Nord Morolo. Il consiglio comunale vota il dissesto finanziario: i cittadini si preparano...

Morolo. Il consiglio comunale vota il dissesto finanziario: i cittadini si preparano ad affrontare un anno difficile

la sede del Comune di Morolo

Brutte notizie per i cittadini di Morolo. Ieri sera – mercoledì 4 dicembre – infatti il consiglio comunale di Morolo con i voti della maggioranza più quello del consigliere di minoranza Luigi Canali, ha approvato il dissesto finanziario del Comune. E’ la prima volta nella storia del comune lepino di appena 3200 anime che l’assise civica approva un atto così importante che condizionerà non poco la vita dei cittadini per diversi anni. Le conseguenze sono immaginabili: sicuro aumento delle tasse, assessorati senza soldi, difficoltà nel tenere attivi tutti i servizi ed impossibilità di compartecipare con propri fondi ad opere pubbliche finanziate da altri Enti. L’atto del consiglio comunale è stato inviato alla Procura Generale della Corte dei Conti che ora nominerà un commissario liquidatore che avrà il compito di rimettere in ordine i conti con scelte probabilmente drastiche. La giunta ed il consiglio comunale resteranno in carica ma è chiaro che la loro azione amministrativa a livello finanziario sarà condizionata da una situazione di cassa disastrata. Secondo quanto affermato dal sindaco Molinari in consiglio e dal responsabile del servizio finanziario dell’Ente, Roberto Canali i debiti del comune di Morolo ammontano ad oltre 2 milioni di euro. Una situazione drammatica ereditata dalle due precedenti amministrazioni comunali guidate da Anna Maria Girolami, che si è dimessa da consigliere comunale dopo l’elezione in minoranza. Secondo Molinari le precedenti amministrazioni avrebbero esagerato nei numeri delle entrate e dei residui attivi. Soldi mai entrati nelle casse del comune che non è riuscito neanche a ripianare il debito attraverso un mutuo accesso con la Cassa Depositi e Prestiti. In pratica un debito sul debito. L’unico consigliere di minoranza presente, Enzo Moriconi ha provato a difendere l’operato della precedente amministrazione spiegando che il suo gruppo Morolo Futura si è anche rivolto ad un professore universitario per avere consigli e che il dissesto era evitabile. Malgrado una situazione drammatica con liquidità di cassa pari allo zero, Molinari e la sua giunta hanno promesso il massimo impegno per i cittadini di Morolo. Nei prossimi giorni verrà riaperta la strada di svincolo Fernando Bracaglia, si procederà al risparmio energetico con illuminazione a Led, si faranno due giornate di studio per l’albergo diffuso e si farà di tutto per ottenere finanziamenti per le scuole.