Home Area Nord Rapina, furto aggravato continuato e danneggiamento: 26enne ferentinese tratto in arresto per...

Rapina, furto aggravato continuato e danneggiamento: 26enne ferentinese tratto in arresto per i furti perpetrati ai danni degli istituti scolastici della città. Nella notte aveva forzato le porte dell’Istituto professionale per parrucchieri

Nella notte tra giovedì e venerdì, a Ferentino, i militari dell’Aliquota radiomobile della Compagnia Carabinieri di Anagni, nel prosieguo dell’attività info-investigativa connessa ai recenti furti consumati tra la fine del mese di ottobre e la prima decade di quello corrente in danno di diverse scuole e attività commerciali della città, quali la Scuola elementare “Lolli Ghetti”, l’Istituto professionale per parrucchieri e l’Istituto elementare I° Circolo, in relazione ai quali nei giorni scorsi erano già state deferite l’arrestato odierno ed altre due persone (sempre residenti in provincia di Frosinone), hanno tratto in arresto in flagranza un 26enne del luogo (già censito per reati contro la persona ed il patrimonio), poiché responsabile di rapina, furto aggravato continuato e danneggiamento.
Nello specifico, nell’ambito dello sviluppo dell’attività, i militari – nel corso del predisposto servizio – mentre transitavano per le strade di Ferentino, hanno notato il 26enne che si allontanava velocemente dalla zona adiacente l’Istituto professionale per parrucchieri ubicato in Via dell’Acropoli. Pertanto i Carabinieri, insospettiti, hanno proceduto a fermare il prevenuto e dopo accurate verifiche hanno accertato che si era reso responsabile poco prima della forzatura della porta di ingresso dell’Istituto, danneggiando conseguentemente i distributori automatici di bevande che vi installati ed asportando dal loro interno la somma contante di circa 170 euro. Era chiaro, quindi, che il suo allontanarsi in maniera repentina era dovuto al tentativo, rimasto vano grazie alla tempestività dei militari intervenuti, di assicurarsi la fuga, l’impunità e la refurtiva asportata, che nella circostanza veniva interamente restituita all’avente diritto.
Inoltre, da ulteriori approfondimenti è emerso che il giovane prima di essere fermato, nelle ore precedenti, aveva già tentato di asportare denaro sia dall’interno di un distributore di carburante della zona, che da alcuni distributori di bevande presenti in un altro plesso scolastico cittadino.

Solo pochi giorni fa il consigliere comunale Luca Zaccari aveva proposto una modifica al regolamento comunale per introdurre il provvedimento di DASPO urbano per piccoli reati; all’appello di Zaccari si sono uniti, oggi, i responsabili della Lega di Ferentino: “Chiaramente siamo in uno stato di emergenza sociale, la proposta dell’Opposizione è stata approvata all’unanimità ma la Giunta non può continuare ad indugiare nel renderla operativa a tutti gli effetti. Per quanto ci riguarda siamo pronti a sostenere il Daspo Urbano proposto dal collega consigliere Luca Zaccari”, si legge in una nota inviata a questa redazione da Maurizio Berretta, capogruppo consigliare della Lega a Ferentino.