Home Area Nord Kick-off meeting progetto Erasmus+ “Science Connect”: l’IIS “M. Filetico” aderisce ad un...

Kick-off meeting progetto Erasmus+ “Science Connect”: l’IIS “M. Filetico” aderisce ad un nuovo progetto Erasmus con la supervisione pedagogica e metodologica dell’Università Sapienza di Roma

Nuovo partenariato strategico transnazionale per sviluppare e condividere innovazioni, promuovere la collaborazione, l’apprendimento reciproco e lo scambio di esperienze nel campo dell’istruzione, della formazione e della gioventù; la Dirigente del “Martino Filetico” Prof.ssa Concetta Senese e la Prof.ssa Daniela Meaglia coordinatrice del progetto presenti al meeting. Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche: obiettivi principali dell’Erasmus+ KA201, obiettivi che il “Martino Filetico” persegue da anni: aperti al territorio, all’Europa e ad altri contatti in tutto il mondo, favorendo importanti rapporti tra studenti di vari paesi nell’ottica di un costruttivo confronto linguistico e culturale.
I progetti Erasmus+ educano ai valori europei, alla riflessione, alla tolleranza e al rispetto reciproco ed aprono la mente per acquisire le soft skills: la scuola crea un ponte tra la didattica tradizionale, l’università e il mondo del lavoro, i percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento che sono diventati parte del
curriculum. Sette scuole superiori di Romania, Grecia, Lettonia, Portogallo, Spagna, Turchia, Italia, tre Università di Romania, Portogallo e Italia coordinati dalla scuola Edmond Nicolau di Focsani in Romania, 36 mesi, 7 mobilità per gli studenti, 7 occasioni per progettare in inglese. Dalla prima esperienza come partner con la scuola rumena coordinatrice, si sviluppa l’idea in un nuovo scenario di apprendimento: la formazione di studenti e docenti, quest’ultima in particolare curata dalle università di Galati e Porto, un nuovo approccio educativo che sostiene lo sviluppo della creatività, l’innovazione e lo spirito di collaborazione nella scuola. Le competenze digitali e gli strumenti digitali saranno il vettore per migliorare le competenze e aumentare l’interesse degli studenti nello studio delle
materie scientifiche. L’università Sapienza sarà responsabile della Supervisione pedagogica e metodologica.