Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Duro colpo nella maggioranza guidata dal sindaco Fausto Bassetta. Il consigliere Fabio Roiati riconsegna le deleghe sulla Sanità

29 maggio 2017

Nuovo colpo sulla maggioranza capitanata dal sindaco Fausto Bassetta. Dopo la riconsegna delle deleghe sulla Protezione civile da parte del consigliere Giuseppe De Luca, stamattina, lunedì 29 maggio, il consigliere Fabio Roiati ha riconsegnato le sue deleghe alla Sanità. Una decisione che non mancherà di far discutere soprattutto in vista delle prossime manifestazioni organizzate a difesa della sanità locale. Ecco il testo integrale della nota del Dott. Roiati:

Leggi...
“Riteniamo etico sottolineare, informare e rendere partecipe il sindaco di Anagni dott. Fausto Bassetta circa, a nostro avviso, l'inutilità e soprattutto la non attinenza della realizzazione presso il presidio ospedaliero di Anagni di un "programma di prevenzione sulla salute respiratoria di adulti e bambini e sulla salute cardiovascolare degli adulti: cessazione del fumo, stile alimentare corretto, contrasto dell'obesità e sedentarietà, riduzione del rischio cardiovascolare e interventi di sostegno alla salute della donna e del bambino" prevista al punto B del BUR N.39 16/5/17”.
Al termine della riunione che si è tenuta giovedì sera 25 maggio il Comitato "alviamo l’Ospedale di Anagni" ha indetto una manifestazione che si terrà sabato 10 giugno alle ore 11.00 "per chiedere la riattivazione dell'Ospedale di Anagni". In particolare si chiede: un reparto di 20 posti letto di medicina generale con un proprio organico di medici e infermieri; un Pronto Soccorso presidiato da un organico medico dedicato all'Emergenza-Urgenza; una chirurgia elettiva ridotta che effettua interventi in Day surgery; una Unità Operativa di Anestesia e Sala Operatoria; servizio di Radiologia per indagini radiologiche con trasmissione di immagine collegata in rete allo specialista di turno; servizio di Laboratorio per indagini laboratoristiche in pronto soccorso. "Tutti i cittadini sono invitati a presentarsi sabato 10 giugno 2017 alle ore 11.00 davanti ai cancelli dell’Ospedale di Anagni per chiedere l'immediata attivazione presso l'Ospedale di Anagni dei servizi elencati, come da deliberazione approvata da nove consigli comunali dell'area nord della provincia di Frosinone".
Donazione di organi, la Regione Lazio aderisce alla campagna "Diamo il meglio di noi"
E' stato inaugurato, questa mattina - martedì 23 maggio - presso il centro vaccini dell'ex ospedale di Anagni, lo spazio attrezzato dedicato ai bambini; a regalare i giochi ora a disposizione di tutti i piccoli la cui attesa ora sarà più divertente sono stati due imprenditori locali, Domenico Beccidelli e Mauro Passerini, rispettivamente titolari del Centro Costruzioni srl e di Passerini srl.
Dopo mesi di attesa, finalmente l'ex presidio ospedaliero di Anagni potrà disporre dell'apparecchio di tomosintesi per la diagnosi precoce dei tumori al seno acquistato da BancAnagni grazie anche ai contributi dei cittadini, del Comune di Anagni e della Fondazione Boccadamo, attraverso una raccolta fondi iniziata nel 2014. L'apparecchiatura, infatti, è stata consegnata nel primo pomeriggio di oggi - lunedì 22 maggio - ed è già stata collocata nel reparto di Radiologia.
Sabato 13 maggio, presso l'Auditorium Centro Studi Leone XIII di Carpineto Romano, si terrà il corso per l'abilitazione all'utilizzo del defibrillatore. Il corso, con 100 partecipanti, sarà coordinato dalla dottoressa Barbara Rori, specializzata in Medicina del Lavoro, nonché istruttrice IRC ? Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare ? di BLS-D ( Basic Life Suppor - Defibrillatore ). Il defibrillatore semi – automatico ( DAE ), che verrà utilizzato durante il corso, è capace di rilevare le alterazioni del ritmo e della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore dell'infartuato.
Si terrà domani 13 maggio ore 17.30 presso l’Auditorium di Morolo il primo di una serie di convegni organizzati dall’Associazione “Medici per l’ambiente” finalizzati ad approfondire tematiche ambientali e soprattutto ad evidenziare i rischi per la salute da fattori inquinanti. Relatrici dell’incontro moderato dal sindaco di Morolo e medico Anna Maria Girolami, la dott.ssa Petricca, broncopneumologa, e la dott.ssa Volponi, cardiologa. Gli abitanti della Valle del Sacco debbono fare i conti con gli effetti prodotti dall’inquinamento, ormai storico del fiume, delle falde acquifere e del suolo, di prodotti ortofrutticoli, cereali per anni irrigati dalle acque inquinate, e di animali, fornitori di carne e latte, abbeverati alle stesse acque, nonché, in anni più recenti, dall’inquinamento dell’aria da polveri sottili prodotte dalla combustione di varie sostanze.
Sulle polemiche scatenate dalla decisione del presidente Zingaretti di investire 1,6 milioni di euro per la creazione di un presidio ambientale nella sede dell'ex ospedale anagnino, riceviamo e pubblichiamo la nota dell'associazione Co.E.Sa. CO.E.SA. “Il Presidio Ambientale non serve a nulla. Serve un Ospedale con medici e infermieri. Bassetta e il suo amico in Regione proprio non lo capiscono” “Non fanno e quando fanno, fanno male. Così si può riassumere quello che sta accadendo presso l’ex ospedale di Anagni. Non riescono proprio a capire che il comprensorio necessita di un ospedale con un Pronto Soccorso e non di un Presidio Ambientale. Siamo all’assurdità anche perché i soldi spesi per questo inutile centro, che poteva benissimo essere aperto a Frosinone, potevano essere impiegati per rendere di nuovo la struttura di via Onorato Capo un ospedale con tanto di medici e infermieri. Tre anni fa Bassetta e Buschini promettevano ben altro, poi venne il turno del piano Roiati, poi dell’apertura delle sale operatorie, ora ci dicono addirittura che le sale operatorie in realtà verranno utilizzare solo in alcuni giorni della settimana. Adesso è arrivato il momento dell’ennesima bufala targata Zingaretti, Buschini e Bassetta che insieme alla sua amministrazione in tre anni per la sanità hanno fatto zero. Nei comunicati ripresi poi ad arte da certi pennivendoli, si esalta questo presidio che ancora non si è capito a cosa serve, dimenticando che l’emergenza è quella di avere struttu
A partire dal 29 maggio al Comune di Anagni sarà possibile, in fase di rilascio o di rinnovo della carta di identità, di manifestare il proprio consenso alla donazione di organi e tessuti. L'iniziativa, denominata “Una scelta in Comune” è stata presentata mercoledì pomeriggio nell'aula consiliare in una conferenza stampa, presenti il sindaco Fausto Bassetta, l'assessore agli Affari generali Roberto Cicconi e i consiglieri Egidio Proietti e Fabio Roiati che hanno collaborato alla realizzazione del progetto.
La giunta regionale del Lazio, con apposita delibera, ha approvato l'istituzione, ad Anagni di un presidio sanitario ambientale con l'obiettivo di dotare quell’area geografica del nostro territorio, provata dal punto di vista ambientale, di un centro di cura, prevenzione, ricerca e di riqualificazione del plesso ospedaliero. Ne ha dato notizia, nel pomeriggio di oggi - martedì 9 maggio - dal suo profilo Facebook, l'assessore regionale Mauro Buschini: "approvata la delibera di giunta a mia firma e del Presidente Zingaretti per l'istituzione del Presidio Sanitario Ambientale ad Anagni. Sarà il luogo dove si farà tutto il lavoro per combattere le patologie legate all'inquinamento. È il primo esempio italiano di una struttura del genere".
Domenica 14 maggio prossimo si rinnova in oltre 3600 piazze l’appuntamento con l’Azalea della ricerca, distribuita dai 20 mila volontari dell’Associazione italiana per la ricerca sul Cancro a fronte di una donazione di 15 euro. A partire da quest'anno sarà possibile contribuire alla ricerca acquistando le splendide piante anche presso il Savone Store di via Casilina al km 63, ad Anagni. Insieme al fiore simbolo per la salute delle donne, Loredana, Elisa, Giorgia ed Erika del Savone Store distribuiranno anche una speciale guida con preziose informazioni in tema di cure.
Da Michela Pistolesi, consigliere delegato servizi sociali e sanità al Comune di Montelanico, riceviamo la lettera aperta che segue indirizzata ai cittadini e alle associazioni che operano sul territorio per presentare il progetto “Futuro nelle Mani, per un Comune cardioprotetto”:
Simone Ambrosetti, consigliere comunale de La rete dei cittadini, attacca la politica locale (con un occhio al sindaco Bassetta in particolare), in seguito alla decisione del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti di chieder 9 milioni al governo per un nuovo ospedale da realizzare a Sora. Una decisione che, secondo Ambrosetti, sarebbe stata favorita dallo scarso peso della compagine politica locale. Per Ambrosetti, la decisione di Zingaretti è “ancora una volta la dimostrazione di quanto diciamo da sempre
Nel pomeriggio di martedì 25 aprile scorso i Comitati e le Associazioni per “l’ Ospedale di Anagni “ si sono incontrati nella sede di Anagni Viva per un aggiornamento della situazione sullo stato attuale del l’ex presidio ospedaliero. La discussione si è incentrata sulle ultime dichiarazioni rilasciate dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti riguardo al destino della nostra ex struttura ospedaliera. Il Presidente Zingaretti, nella riunione del giorno 20 aprile avuta con i sindaci della zona nord della provincia di Frosinone, ha ufficializzato l’intenzione di voler realizzare all'interno dell’ex presidio ospedaliero anagnino, un Centro di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica, per il quale sono stati stanziati fondi da parte della regione, di circa un milione di euro.
La giornata di venerdì 28 aprile scorso è stata dedicata, con due importanti appuntamenti, all'ospedale L.P. Delfino di Colleferro. La mattina il Comitato libero “A difesa dell'Ospedale di Colleferro – Coordinamento territoriale, insieme alle associazioni Avis e Cittadinanza Attiva - Tribunale per i diritti del Malato, hanno incontrato decine e decine di cittadini con un presidio sotto il nosocomio. Nonostante l’insistente pioggia e il freddo fuori stagione, gli attivisti hanno presidiato lo spazio antistante l'ospedale per ascoltare i cittadini che, preoccupati per la sorte del nosocomio, stanno aderendo in molti al Comitato, mentre i volontari Avis nel frattempo donavano il sangue (con i consueti e non risolti problemi organizzati).
Una mostra fotografica intitolata a "La bellezza della vita" e un convegno al quale sono state invitate a partecipare importanti personalità del mondo medico e scientifico; sono questi gli eventi organizzati dall'associazione "Movimento per la Vita" che celebra così la festa della mamma per onorare l'universo femminile. La mostra si terrà nella sala delle Trifore del palazzo comunale di Anagni dal 2 all'otto maggio, ogni giorno dalle ore 9.00 alle ore 18.00.
Anagni. Ex-ospedale: lo specialista va in ferie, servizio di Radiologia chiuso per una settimana; pazienti costretti a recarsi a Frosinone o ad Alatri
Trauma cranico e frattura cervicale, ma al punto di primo intervento di Anagni manca il collare ortopedico; la disavventura di un 64enne anagnino caduto da un albero
Venerdì 28 aprile, dalle ore 10 alle ore 12,30, il Movimento CittadinanzAttiva, l'Associazione Avis e il Comitato Libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale saranno in piazza Aldo Moro per manifestare in favore dell’ospedale cittadino L. P. Delfino, per sensibilizzare amministratori, utenti e cittadini del territorio sulla necessità di ripristinare servizi sanitari efficienti ed adeguati e per chiedere al Presidente della Regione Lazio di incontrarci.
Anche quest’anno la ASL di Frosinone, con iniziative volte a far assumere, in modo consapevole, a tutte le donne della provincia di Frosinone, un atteggiamento più interessato e responsabile nei confronti della propria salute, promuove la seconda giornata nazionale della salute della Donna, dedicata alla sensibilizzazione e all’informazione sulle principali patologie femminili. L’iniziativa si terrà sabato 22 aprile dalle ore 9 alle ore 13.30 presso l’ospedale “F. Spaziani” di Frosinone.
Sulle novità annunciate qualche giorno fa dal Presidente della Regione Lazio in relazione alla sanità anagnina, riceviamo e pubblichiamo la nota del PD della città dei papi.
Il presidente Nicola Zingaretti sarà ad Anagni nei primi giorni di maggio per illustrare il progetto del Centro di sorveglianza sanitaria ed epidemiologica che si vuole realizzare all'interno del presidio ospedaliero, curato dall'assessore all'Ambiente Mauro Buschini che lo porterà in Giunta regionale la prossima settimana con un investimento di oltre un milione di euro. Ad Anagni, Zingaretti comunicherà anche i tempi dell'attivazione dei nuovi servizi per potenziare la struttura.
Dal Comitato libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale, riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo integralmente:
Sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni stracolmo, sabato pomeriggio, per l'appuntamento organizzato dall'Unità Territoriale di Anagni della Croce Rossa Italiana, in collaborazione con la psicologa Chiara Iannarilli e la professoressa Ileana De Bernardis; "Conoscere, capire, comprendere e saper affrontare" - questo il titolo del convegno - ha richiamato tantissime persone provenienti anche da fuori città interessate agli argomenti trattati, e cioè il deficit dell'attenzione, l'iperattività e il disturbo oppositivo provocatorio.
Il Comitato libero “A Difesa dell'Ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale sabato 25 marzo 2017 sarà a Tivoli, sotto l'ospedale San Giovanni, per manifestare e difendere gli ospedali e il diritto alla salute. La partecipazione è libera e pertanto possono intervenire Rappresentanti istituzionali, Comitati, Associazioni e Cittadini. Da Colleferro si parte alle 9.30 dal piazzale della piscina (automuniti) tutti insieme per raggiungere Tivoli. La manifestazione è promossa dall’Assemblea di Tivoli, Subiaco, Palestrina e Colleferro di CittadinanzAttiva - Tribunale dei Diritti del Malato per dire basta a tagli e penalizzazioni alla ASL RM G in un territorio di oltre 500 mila abitanti.
I medici dell’Unità di Oncologia Medica dell’Ospedale F. Spaziani di Frosinone hanno organizzato l’evento “Benessere Donna” che si svolgerà il 23 marzo p.v. dalle ore 15.00 alle ore 18.00. Le donne in terapia per carcinoma della mammella potranno usufruire dei preziosi consigli dei professionisti della scuola “Nuova Estetica” di Ferentino per conservare la propria immagine durante il difficile periodo dei trattamenti oncologici. Seguirà un momento “ludico” dedicato al make-up.
Sabato 25 marzo prossimo, a partire alle ore 15.00, in località Madonna del Piano di Morolo, nei pressi del distributore Esso, si terrà la cerimonia inaugurale per la messa a disposizione di un defibrillatore per la cittadinanza. Il programma della cerimonia prevede l'apertura dei lavori da parte del presidente della Sogit Croce Rossa di San Giovanni di Morolo; si procederà poi con l'intervento del sindaco dott.ssa Anna Maria Girolami per passare poi alla consegna del defibrillatore da parte dei componenti della Sogit e la benedizione di don Francesco. A seguito sono previsti l'intervento a cura della dott.ssa Simona De Vecchis sull'importanza del BLSD e una simulazione dell'uso del defibrillatore con manichino. Tutti sono invitati a partecipare.
E' evidente che i lavori presso il Presidio Sanitario di Anagni non sono affatto terminati, anzi chiunque faccia una passeggiata all’interno della struttura a cominciare dal primo piano fino al terzo, può costatare che la stessa è un cantiere aperto; viene così lecito domandarsi per quale motivo il dott. Massimo Natalia a suo tempo nominato Coordinatore-Responsabile della Struttura, sia stato defenestrato improvvisamente con un atto deliberativo n. 388 datato 8 marzo 2017 ID 2055/2017. Nel documento in questioni si afferma che
Sulle polemiche relative alla sanità locale pubblichiamo il vivace scambio di opinioni tra il comitato Co.E.Sa. ed il consigliere comunale con delega alla sanità Fabio Roiati.
Visualizza tutti gli articoli