Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Tragedia di Anagni, la nota del comitato "Salviamo l'ospedale": "addolorati per quanto accaduto che ripropone drammaticamente la questione del nostro nosocomio"

20 luglio 2018

Pubblichiamo di seguito la nota inviata a questa redazione dal Comitato salviamo l’ Ospedale di Anagni:

Leggi...
Di seguito pubblichiamo integralmente la lettera aperta inviata a questa redazione dal dott. Antonio Necci, coordinatore della lista civica "Medici Ambiente":
Di seguito pubblichiamo la nota inviata a questa redazione dal Presidente provinciale del Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani, sezione provinciale di Frosinone, dott. Giovanni Magnante:
Anagni. L’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato parla ad anagnia.com: “la trasformazione del PPI di Anagni in PAT è una conseguenza del decreto ministeriale 70. A suo tempo, fu la Polverini a dare indicazioni come queste, di cui oggi noi subiamo in qualche modo le conseguenze”
Sabato 21 Luglio (e Domenica 5 Agosto 2018 si replica) dalle ore 8,00 alle ore 11,00 presso la sala Polivalente di Piglio, ci sarà la periodica raccolta di sangue, giunta alla 50ma giornata del donatore alla presenza del centromobile di prelievo dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù.
Partecipato sit-in di protesta, oggi pomeriggio, davanti ai cancelli dell'ex nosocomio cittadino per contestare contro la decisione dell'ASL nella persona del suo direttore Luigi Macchitella di chiudere il Punto di Primo Intervento in concomitanza con la partenza del Presidio ambulatoriale territoriale. Tale decisione giunge inaspettata anche per via delle disposizioni la Commissione regionale sanità che lunedì scorso aveva sospeso la chiusura.
Ospedale di Anagni: la nota congiunta di Salviamo l’Ospedale, Diritto alla Salute, Anagni Viva, Comitato Osteria della Fontana, Anagni Scuola Futura, LegAmbiente Anagni, Comitato Residenti Colleferro, Re.Tu.Va.Sa. e comitato San Bartolomeo
Lo SNAMI, sindacato dei Medici di Medicina Generale, in merito la proposta, formulata in sede di Commissione Sanità Regionale, di sospendere la chiusura del Punto di Primo Intervento di Anagni, ampiamente diffusa sugli organi di stampa, se da una parte plaude all'attivismo dei nuovi amministratori, dall’altra ritiene che toni prematuramente ottimistici o trionfalistici, possano risultare svianti per il percorso ancora da compiere, di cui la seduta della Commissione Consiliare rappresenta solo il primo step.
Prosegue a pieno ritmo il lavoro dell'Avis “Ugo Fioramonti” di Paliano che, oltre alla pianificazione mensile delle donazioni di sangue, spesso scendo in campo con attività di screening gratuite per i cittadini. Infatti, sabato 7 luglio, è stata organizzata una giornata dedicata alla prevenzione angiologica, volta, attraverso la misurazione dell'ABI (indice di rischio cardiovascolare), a individuare soggetti arteriopatici da sottoporre a successivi approfondimenti per il rischio cardiovascolare.
La commissione Sanità del Consiglio regionale del Lazio vota all'unanimità la richiesta di sospensiva della delibera del commissario straordinario della Asl di Frosinone, Luigi Macchitella, che dal prossimo 15 luglio avrebbe determinato la trasformazione del punto di primo intervento (Ppi) di Anagni in presidio ambulatoriale territoriale (Pat). Una ulteriore "diminutio" dei servizi in caso di emergenza, dopo la chiusura,
La presa di posizione forte dei sindaci del territorio sulla chiusura del PPI di Anagni sostituito da PAT non sono passate inosservate: lunedì 9 luglio il sindaco di Anagni Daniele Natalia sarà presente all'audizione della Commissione "Sanità" del Consiglio regionale dove all'ordine del giorno si trova scritto "chiusura del Primo Soccorso di Anagni e Istituzione del PAT h24 presso il presidio ex ospedaliero di Anagni".
Riceviamo e pubblichiamo, di seguito, questa nota stampa inviata alla nostra redazione dai responsabili della Lista civica Medici ed Ambiente Anagni coordinata dal dott. Antonio Necci:
La Regione Lazio, per il tramite della Asl di Frosinone ha disposto la chiusura del Punto di Primo Intervento di Anagni e la sua sostituzione con un ambulatorio denominato PAT, turnato dai medici di medicina generale. A tale fatto lo Snami – sindacato dei Medici - ha manifestato la propria contrarietà in sede sindacale e sulla stampa, “ma non dagli ultimi giorni o settimane, bensì a partire dal mese di ottobre 2017 – scrive Giovambattista Martino, referente di SNAMI - quando la Regione Lazio tramite la Asl provinciale ha comunicato formalmente le proprie intenzioni che poi ha tradotto nella delibera del 25 giugno u.s.” .
“La chiusura del Punto di Primo Intervento, presso l'ex Ospedale di Anagni, deliberata in data 25 giugno 2018 dall’Azienda ASL e firmata dal Commissario Luigi Macchitella con i pareri favorevoli del Direttore Amministrativo Vincenzo Brusca e del Direttore sanitario Eleuterio D’Ambrosio, segna un ulteriore aggravamento della situazione sanitaria di Anagni e dei Comuni limitrofi e sancisce, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, l'inaffidabilità delle dichiarazioni rilasciate da Macchitella all’ex sindaco Bassetta sul mantenimento dell’attività del Punto di Primo Intervento.
Presidio ambulatoriale territoriale al posto del Punto di Primo Intervento: continua lo smantellamento dell'ex nosocomio di Anagni; comitati ed associazioni sul piede di guerra
Impegno formale a sostenere attivamente - e anche con i fatti - tutte le iniziative volte a promuovere, rilanciare, difendere e sostenere le attività sanitarie dell'ospedale cittadino: a sottoscriverlo oggi, nel corso di un incontro pubblico che si è tenuto nella sala delle conferenze dell'hotel Colaiaco, ad Anagni, i due candidati alla carica di sindaco, Daniele Tasca e Daniele Natalia, che domenica prossima, alle urne si sfideranno al ballottaggio. Ad organizzare l'incontro, il vulcanico sindaco di Sgurgola Antonio Corsi,
Nei giorni scorsi - a Fiuggi - si è tenuta l'ottava edizione di "Recentia Hernica", giornate angiologiche erniche, sul tema "La patologia vascolare al femminile e non solo"; l'evento - rivolto principalmente a medici di medicina generali, specialisti in angiologia medica, chirurgia vascolare, chirurgia generale, cardiologia, diabetologia, reumatologia, medicina interna, dermatologia e neurologia - ha visto la partecipazione di numerosi professionisti provenienti da tutta Italia. Contestualmente,
Al Ministero della Salute work-shop per parlare di siti inquinati: i tumori maligni in bambini e teen-ager che vi vivono aumentati del 9%; i dati contenuti nello studio Sentieri che riguarda anche la Valle del Sacco
Dal prof. Fabio Magliocchetti, candidato sindaco per Ferentino Città Aperta, riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo integralmente:
SERRONE CARDIO PROTETTA: UN ESEMPIO DA SEGUIRE PER TUTTA LA PROVINCIA
Coi defibrillatori pubblici Serrone diventa "Città cardio protetta"
Senza l’impegno della Regione Lazio e della ASL di Frosinone il paziente di 69 anni operato sabato scorso all’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone sarebbe stato costretto, così come i propri familiari, a recarsi in una struttura sanitaria fuori provincia dotata di un Reparto di Neurochirurgia. Invece questo non è stato necessario ed il cittadino è stato operato all’Ospedale di Frosinone, nel nuovo reparto di Neurochirurgia, dal Dott. Giancarlo D’Andrea, coadiuvato dalla Dott.ssa Biagia La Pira.
“Breast Unit ASL Frosinone: un percorso sicuro”, presentato a Frosinone il Centro di Senologia con specialisti nella cura del tumore maligno della mammella
Nell'ambito delle iniziative dedicate alla “XIV Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa” indetta dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), il Comune di Paliano e il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana hanno organizzato lo scorso sabato 19 maggio una manifestazione di sensibilizzazione sulla malattia ipertensiva, predisponendo fin dalla prima mattina delle postazioni mediche in piazza XVII Martiri per la misurazione gratuita della pressione arteriosa.
Da Gabriella Collacchi e Ina Camilli, Portavoce e Coordinatore del Comitato libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo integralmente e senza modifiche:
Sabato 19 maggio, in occasione della “XIV Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa” indetta dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), il Comune di Paliano patrocinerà un’intera giornata di sensibilizzazione sulla malattia ipertensiva, in grado di favorire nella cittadinanza una maggiore consapevolezza del rischio associato a questa diffusa patologia, una più praticata consuetudine al periodico monitoraggio dei valori pressori e una migliore aderenza dei pazienti alla terapia antipertensiva.
Alla Casa della Salute di Ferentino sarà attivato l’Ambulatorio infermieristico per assicurare un’assistenza sempre più appropriata e continuativa e favorire l’integrazione tra la rete dei servizi ospedalieri e territoriali. L’ambulatorio verrà attivato tutti i giorni, da lunedì a sabato e agli utenti saranno garantite tutte le prestazioni di natura infermieristica, oltre a rappresentare un punto di ascolto sanitario per informazioni e orientamento sulla prevenzione.
Da Maurizio Proietto di Liberi e Uguali-Serrone riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo in forma integrale: SERRONE SABATO 14 APRILE AL CENTRO SOCIALE ANZIANI DI LA FORMA SI E’ TENUTO UN INCONTRO SUL TEMA: DALL’INQUINAMENTO ALLE MALATTIE “ATTACCO ALLA SALUTE 12 MILIONI DI ITALIANI SENZA CURA”
“L’Infermiera Volontaria…non sceglie un Lavoro, sceglie un Ideale…Non sceglie una Professione, sceglie un Servizio…Non sceglie per Avere, ma per Dare…”. Con questo emblematico slogan il Corpo delle Infermiere Volontarie della CRI (Comitato di Frosinone), darà inizio al ciclo d’incontri itineranti sul territorio, in occasione del 110° anno dalla sua fondazione.
Visualizza tutti gli articoli