Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sanità. L'assessore regionale Mauro Buschini: "Dalla Regione Lazio in arrivo un milione di euro per la ASL ciociara da investire in programmi di screening e consultori"

19 luglio 2017

“La Giunta regionale del Lazio ha dato l’ok alla delibera per l’assegnazione di fondi destinati all’ammodernamento tecnologico nelle Asl del Lazio, con particolare riferimento alla salute della donna e del bambino, con il potenziamento delle attività legate ai Consultori, e ai programmi di screening legati alla prevenzione e diagnosi precoce delle patologie oncologiche. All’Asl di Frosinone sono stati assegnati 713mila euro per le attività di screening e oltre 250mila euro sono destinati ai consultori sia per lavori di ristrutturazione delle sedi che per l’acquisto di nuove attrezzature utili per il miglioramento delle prestazioni sanitarie”.

Leggi...
Da Gabriella Collacchi, portavoce, e Ina Camilli, coordinatrice del Comitato libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” – Coordinamento territoriale – riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche:
Sabato 22 luglio prossimo, dalle ore 8,30 alle ore 10,30, raccolta straordinaria del sangue presso la sala Polivalente di Piglio, alla presenza del centromobile di prelievo dell’ospedale pediatrico Bambino Gesù per la raccolta straordinaria di sangue, giunta a Piglio alla 48ma giornata del donatore. Il gruppo dei Donatori e Volontari di sangue di Piglio.
Dal primo luglio è entrato in vigore l’obbligo, per le associazioni e società sportive dilettantistiche, di dotarsi di defibrillatori. L'amministrazione comunale di Anagni (assessorato allo Sport) invita tutti gli interessati a mettersi in regola vista l'importanza delle disposizioni e ricorda che il decreto 26 giugno 2017 dei Ministeri alla salute e allo sport stabilisce: ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata;
Riceviamo e pubblichiamo di seguito la nota del comitato "Salviamo l'ospedale di Anagni" inviata a questa redazione per la opportuna pubblicazione:
E’ operativo già da 10 giorni ed in questo lasso di tempo sono stati effettuati circa 50 esami diagnostici. Il macchinario di tomosintesi mammaria donato all’ospedale di Anagni da BancAnagni e Fondazione Boccadamo, con il contributo di privati e del Comune di Anagni, è stato presentato ufficialmente nella mattinata di venerdì 30 Giugno.
Il direttore generale della ASL di Frosinone Luigi Macchitella e l'assessore regionale Mauro Buschini in visita all'ex ospedale di Anagni accompagnati dal sindaco Fausto Bassetta per verificare l'andamento dei lavori di sistemazione di alcune aree della struttura Il Direttore Generale - Commissario Straordinario della ASL di Frosinone, Dott. Luigi Macchitella, accompagnato per l'occasione dall'assessore regionale Mauro Buschini e dal sindaco di Anagni Fausto Bassetta, ha visitato - questa mattina - i locali dell'ex presidio ospedaliero di Anagni; scopo della visita è stato quello di accertarsi personalmente del buon andamento dei lavori per l'adeguamento strutturale e di messa in sicurezza di alcune aree della struttura, di rifacimento e sistemazione della rete elettrica e di controllo degli spazi che entro pochi mesi dovranno essere adibiti a centro di cura, prevenzione, ricerca e di riqualificazione per le malattie ambientali. Alla visita hanno preso parte, inoltre, il consigliere provinciale Maurizio Bondatti, l'esponente del Partito Democratico Vittorio Savo Sardaro, il consigliere comunale Egidio Proietti. Nel corso del sopralluogo si è proceduto alla identificazione e alla riorganizzazione degli spazi che dovranno ospitare il presidio ambientale; inoltre è stato verificato il termine dei lavori strutturali sulla parte riguardante la sicurezza elettrica e antincendio.
Venerdì 7 luglio prossimo il rinomato ristorante Est Est di Paliano ospiterà nel suo parco incantato la terza edizione di "Mens Sana in Corpore Sano", l'evento dedicato al benessere e alla scoperta dei tesori della natura: un percorso interattivo e sensoriale attraverso rituali di bellezza, pratiche di shiatsu, riflessologia plantare, tuina, fitoterapia, medicina cinese, apicoltura, educazione alimentare, laboratori creativi e tanto, tanto altro.
Siglato il gemellaggio fra AVIS Paliano e AVIS Fumone: nel pubblico un folto gruppo di membri delle due associazioni
Continua la marcia divulgativa sull'inquinamento ambientale nei paesi della Valle del Sacco da parte dell'Associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Provincia. Sabato 17 giugno i medici hanno incontrato amministratori e cittadini presso l'aula consiliare di Ferentino. Diversi gli argomenti trattati , ma quello di maggiore attualità, espresso con forza e dovizia informativa, ha riguardato le iniziative in atto, portate avanti da Unindustria, al fine di ridurre e semplificare le procedure per ottenere le autorizzazioni in campo ambientale.
La manifestazione di sabato 10 giugno u.s., organizzata dal Comitato Salviamo l’Ospedale di Anagni, ha in primo luogo dimostrato quanto i cittadini abbiano a cuore il loro Ospedale e intendano, senza ripensamenti, mettere in atto tutte le iniziative necessarie per raggiungere gli obiettivi all’ordine del giorno. Nonostante l‘imprevedibile, immotivato e sorprendente divieto della Questura di Frosinone di usare l’ amplificazione, giunto poco prima dell’ inizio, la manifestazione è stata avviata con la determinazione di svolgerla fino in fondo da parte degli organizzatori e dei cittadini presenti, anche se con indubbio disagio per tutti.
Un grido forte e chiaro: “vogliamo di nuovo una Sanità degna di questo nome ad Anagni”. Con i cittadini, circa 200 quelli presenti, disposti anche a, eventualmente, organizzare una manifestazione di protesta davanti al parlamento italiano. In più, critiche feroci alla politica locale provinciale e regionale che non è stata in grado di dare corso alle promesse di valorizzazione della sanità locale, lasciando ad Anagni solo un ex nosocomio.
Pubblichiamo di seguito la lettera che l’Associazione CittadinanzAttiva – Tribunale per i diritti del Malato e il Comitato libero “A difesa dell’ospedale di Colleferro” - Coordinamento territoriale - hanno inviato alle Autorità di Governo del territorio e agli Enti preposti per chiedere un incontro alla presenza dei Sindaci, o loro delegati, dei Comuni del distretto sanitario. "In attesa di una risposta portiamo a conoscenza dei cittadini i punti salienti della lettera per testimoniare che non sono i muri di gomma a scoraggiarci", fanno sapere i responsabili dei due comitati.
CGIL , CISL, UIL – attraverso le RSU in forza al presidio sanitario di Anagni – invitano “tutte le forze politiche a far sentire la propria voce partecipando a tutte le manifestazioni per una Sanità degna di questo nome”; lo fanno attraverso una lettera inviata anche agli organi di informazione locali che di seguito pubblichiamo integralmente:
Il sindaco Fausto Bassetta dice “basta alla disinformazione e alla strumentalizzazione politica sulle questioni relative alla sanità”. Il riferimento è soprattutto alle recenti polemiche scoppiate a seguito della deliberazione della Giunta regionale con la quale si istituisce, nel presidio ospedaliero di Anagni, un Presidio salute e ambiente per le patologie legate ai danni dell'inquinamento. Provvedimento contestato perché non risolverebbe i problemi che l'utenza della struttura in tema di emergenza e assistenza sanitaria.
Il sindaco di Anagni, Fausto Bassetta, interviene sulla decisione del consigliere comunale Fabio Roiati di rimettere il suo incarico di collaborazione per le politiche sanitarie, motivata con le difficoltà insormontabili incontrate nella realizzazione dei progetti rispondenti ai bisogni di assistenza sanitaria dei cittadini.
Progetto Anagni esprime solidarietà al Consigliere Fabio Roiati: un segnale forte ma estremamente necessario
Nuovo colpo sulla maggioranza capitanata dal sindaco Fausto Bassetta. Dopo la riconsegna delle deleghe sulla Protezione civile da parte del consigliere Giuseppe De Luca, stamattina, lunedì 29 maggio, il consigliere Fabio Roiati ha riconsegnato le sue deleghe alla Sanità. Una decisione che non mancherà di far discutere soprattutto in vista delle prossime manifestazioni organizzate a difesa della sanità locale. Ecco il testo integrale della nota del Dott. Roiati:
“Riteniamo etico sottolineare, informare e rendere partecipe il sindaco di Anagni dott. Fausto Bassetta circa, a nostro avviso, l'inutilità e soprattutto la non attinenza della realizzazione presso il presidio ospedaliero di Anagni di un "programma di prevenzione sulla salute respiratoria di adulti e bambini e sulla salute cardiovascolare degli adulti: cessazione del fumo, stile alimentare corretto, contrasto dell'obesità e sedentarietà, riduzione del rischio cardiovascolare e interventi di sostegno alla salute della donna e del bambino" prevista al punto B del BUR N.39 16/5/17”.
Al termine della riunione che si è tenuta giovedì sera 25 maggio il Comitato "alviamo l’Ospedale di Anagni" ha indetto una manifestazione che si terrà sabato 10 giugno alle ore 11.00 "per chiedere la riattivazione dell'Ospedale di Anagni". In particolare si chiede: un reparto di 20 posti letto di medicina generale con un proprio organico di medici e infermieri; un Pronto Soccorso presidiato da un organico medico dedicato all'Emergenza-Urgenza; una chirurgia elettiva ridotta che effettua interventi in Day surgery; una Unità Operativa di Anestesia e Sala Operatoria; servizio di Radiologia per indagini radiologiche con trasmissione di immagine collegata in rete allo specialista di turno; servizio di Laboratorio per indagini laboratoristiche in pronto soccorso. "Tutti i cittadini sono invitati a presentarsi sabato 10 giugno 2017 alle ore 11.00 davanti ai cancelli dell’Ospedale di Anagni per chiedere l'immediata attivazione presso l'Ospedale di Anagni dei servizi elencati, come da deliberazione approvata da nove consigli comunali dell'area nord della provincia di Frosinone".
Donazione di organi, la Regione Lazio aderisce alla campagna "Diamo il meglio di noi"
E' stato inaugurato, questa mattina - martedì 23 maggio - presso il centro vaccini dell'ex ospedale di Anagni, lo spazio attrezzato dedicato ai bambini; a regalare i giochi ora a disposizione di tutti i piccoli la cui attesa ora sarà più divertente sono stati due imprenditori locali, Domenico Beccidelli e Mauro Passerini, rispettivamente titolari del Centro Costruzioni srl e di Passerini srl.
Dopo mesi di attesa, finalmente l'ex presidio ospedaliero di Anagni potrà disporre dell'apparecchio di tomosintesi per la diagnosi precoce dei tumori al seno acquistato da BancAnagni grazie anche ai contributi dei cittadini, del Comune di Anagni e della Fondazione Boccadamo, attraverso una raccolta fondi iniziata nel 2014. L'apparecchiatura, infatti, è stata consegnata nel primo pomeriggio di oggi - lunedì 22 maggio - ed è già stata collocata nel reparto di Radiologia.
Sabato 13 maggio, presso l'Auditorium Centro Studi Leone XIII di Carpineto Romano, si terrà il corso per l'abilitazione all'utilizzo del defibrillatore. Il corso, con 100 partecipanti, sarà coordinato dalla dottoressa Barbara Rori, specializzata in Medicina del Lavoro, nonché istruttrice IRC ? Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare ? di BLS-D ( Basic Life Suppor - Defibrillatore ). Il defibrillatore semi – automatico ( DAE ), che verrà utilizzato durante il corso, è capace di rilevare le alterazioni del ritmo e della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore dell'infartuato.
Si terrà domani 13 maggio ore 17.30 presso l’Auditorium di Morolo il primo di una serie di convegni organizzati dall’Associazione “Medici per l’ambiente” finalizzati ad approfondire tematiche ambientali e soprattutto ad evidenziare i rischi per la salute da fattori inquinanti. Relatrici dell’incontro moderato dal sindaco di Morolo e medico Anna Maria Girolami, la dott.ssa Petricca, broncopneumologa, e la dott.ssa Volponi, cardiologa. Gli abitanti della Valle del Sacco debbono fare i conti con gli effetti prodotti dall’inquinamento, ormai storico del fiume, delle falde acquifere e del suolo, di prodotti ortofrutticoli, cereali per anni irrigati dalle acque inquinate, e di animali, fornitori di carne e latte, abbeverati alle stesse acque, nonché, in anni più recenti, dall’inquinamento dell’aria da polveri sottili prodotte dalla combustione di varie sostanze.
Sulle polemiche scatenate dalla decisione del presidente Zingaretti di investire 1,6 milioni di euro per la creazione di un presidio ambientale nella sede dell'ex ospedale anagnino, riceviamo e pubblichiamo la nota dell'associazione Co.E.Sa. CO.E.SA. “Il Presidio Ambientale non serve a nulla. Serve un Ospedale con medici e infermieri. Bassetta e il suo amico in Regione proprio non lo capiscono” “Non fanno e quando fanno, fanno male. Così si può riassumere quello che sta accadendo presso l’ex ospedale di Anagni. Non riescono proprio a capire che il comprensorio necessita di un ospedale con un Pronto Soccorso e non di un Presidio Ambientale. Siamo all’assurdità anche perché i soldi spesi per questo inutile centro, che poteva benissimo essere aperto a Frosinone, potevano essere impiegati per rendere di nuovo la struttura di via Onorato Capo un ospedale con tanto di medici e infermieri. Tre anni fa Bassetta e Buschini promettevano ben altro, poi venne il turno del piano Roiati, poi dell’apertura delle sale operatorie, ora ci dicono addirittura che le sale operatorie in realtà verranno utilizzare solo in alcuni giorni della settimana. Adesso è arrivato il momento dell’ennesima bufala targata Zingaretti, Buschini e Bassetta che insieme alla sua amministrazione in tre anni per la sanità hanno fatto zero. Nei comunicati ripresi poi ad arte da certi pennivendoli, si esalta questo presidio che ancora non si è capito a cosa serve, dimenticando che l’emergenza è quella di avere struttu
A partire dal 29 maggio al Comune di Anagni sarà possibile, in fase di rilascio o di rinnovo della carta di identità, di manifestare il proprio consenso alla donazione di organi e tessuti. L'iniziativa, denominata “Una scelta in Comune” è stata presentata mercoledì pomeriggio nell'aula consiliare in una conferenza stampa, presenti il sindaco Fausto Bassetta, l'assessore agli Affari generali Roberto Cicconi e i consiglieri Egidio Proietti e Fabio Roiati che hanno collaborato alla realizzazione del progetto.
La giunta regionale del Lazio, con apposita delibera, ha approvato l'istituzione, ad Anagni di un presidio sanitario ambientale con l'obiettivo di dotare quell’area geografica del nostro territorio, provata dal punto di vista ambientale, di un centro di cura, prevenzione, ricerca e di riqualificazione del plesso ospedaliero. Ne ha dato notizia, nel pomeriggio di oggi - martedì 9 maggio - dal suo profilo Facebook, l'assessore regionale Mauro Buschini: "approvata la delibera di giunta a mia firma e del Presidente Zingaretti per l'istituzione del Presidio Sanitario Ambientale ad Anagni. Sarà il luogo dove si farà tutto il lavoro per combattere le patologie legate all'inquinamento. È il primo esempio italiano di una struttura del genere".
Domenica 14 maggio prossimo si rinnova in oltre 3600 piazze l’appuntamento con l’Azalea della ricerca, distribuita dai 20 mila volontari dell’Associazione italiana per la ricerca sul Cancro a fronte di una donazione di 15 euro. A partire da quest'anno sarà possibile contribuire alla ricerca acquistando le splendide piante anche presso il Savone Store di via Casilina al km 63, ad Anagni. Insieme al fiore simbolo per la salute delle donne, Loredana, Elisa, Giorgia ed Erika del Savone Store distribuiranno anche una speciale guida con preziose informazioni in tema di cure.
Da Michela Pistolesi, consigliere delegato servizi sociali e sanità al Comune di Montelanico, riceviamo la lettera aperta che segue indirizzata ai cittadini e alle associazioni che operano sul territorio per presentare il progetto “Futuro nelle Mani, per un Comune cardioprotetto”:
Visualizza tutti gli articoli