Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Antonio Pompeo lancia la sua candidatura a sindaco: "prima la mia città". La presentazione ufficiale alle Terme di Pompeo sabato prossimo 20 gennaio, alle ore 17

13 gennaio 2018

E’ il sindaco in carica e il primo a presentarsi ai cittadini per confermare la sua scelta di rimanere alla guida della città di Ferentino. Nonostante siano state tante in questi mesi le sirene e le offerte per concorrere in altri ruoli, Antonio Pompeo ha deciso di mantenere fede a quello che ha sempre sostenuto: “Voglio continuare a dare il mio contributo per la crescita di Ferentino, completando un percorso iniziato nel 2013. Prima la mia Città, perché non c’è niente di più soddisfacente che spendersi in prima persona per migliorare e far crescere la terra dove vivo e dove ci sono i miei affetti più cari. Un ruolo che considero una responsabilità, una grande opportunità e, soprattutto, un privilegio”.

Leggi...
Un consiglio comunale dominato dalle polemiche sul bilancio consolidato. Un bilancio che ancora non c’è. Come non c’è ancora il lavoro per i cinque dipendenti comunali che da qualche giorno hanno perso il loro impiego proprio perché il bilancio consolidato non è stato ancora approvato. Alla fine è stata approvata una rettifica che risolve il problema formale. Quello sostanziale, ovvero la mancanza di un bilancio consolidato approvato, e soprattutto la perdita del lavoro per 5 persone, rimane.
Si terrà oggi, martedì 9 gennaio, alle 18, ad Anagni, presso la Sala della Ragione, il consiglio comunale dedicato alla vicenda del bilancio consolidato.
Un esposto- denuncia per fare chiarezza su una vicenda considerata quantomeno controversa. Per far emergere, se ci sono, dinamiche e responsabilità. Arrivando, nel caso, anche a sanzionare chi ha sbagliato. È quello che hanno annunciato sabato scorso in una conferenza stampa organizzata sotto il portico del comune di Anagni, gli esponenti della minoranza consiliare.
“Informo la cittadinanza del Comune di Gavignano di aver ritirato, con decreto n.1 del 4-1-2018, le deleghe di assessore all’urbanistica al consigliere Ivan Ferrari. L’ex Assessore si è rivelato troppo spesso in aperto contrasto con quelle che sono le linee programmatico-politiche dell’amministrazione da me guidata. Dopo una attenta valutazione sulla condotta tenuta da questo e dopo una profonda riflessione sulla sua indisponibilità ad instaurare un rapporto di sintonia con questa amministrazione ritengo sia venuto meno il rapporto fiduciario tra Sindaco ed Assessore.
Sembrerebbe esserci una svista; o, come suggerisce il sindaco, la difficoltà di gestire una burocrazia a volte eccessiva, all’origine del pasticcio che ha portato nei giorni scorsi al licenziamento di 5 dipendenti del comune di Anagni. Riassumendo: due giorni fa il consigliere comunale d’opposizione Giuseppe De Luca viene a sapere del licenziamento dei dipendenti. E scrive una interrogazione al sindaco Bassetta per sapere se si è trattato “di una scelta politica o se la determinazione è stata indotta da problematiche tecnico-amministrative”.
Il comune di Anagni ha effettuato nei giorni scorsi cinque licenziamenti all’interno della struttura comunale. Lo ha reso noto nella mattinata di oggi, mercoledì 3 gennaio, il consigliere d’opposizione Giuseppe De Luca.
Da Antonio Vitale, responsabile per la comunicazione di Noi con Salvini Frosinone, che ringraziamo, riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo in forma integrale:
Sulle dimissioni del sindaco di Segni Maria Assunta Boccardelli, rassegnate durante il consiglio comunale di ieri riceviamo da Alessandro Verrelli, coordinatore Forza Italia Giovani Provincia di Roma e Marco Salvi, già assessore del comune di Segni, la nota che segue:
Principali attività e risultati, conseguiti o in corso, relativi all’attività amministrativa 2017 di Anagni. E gli indirizzi e obiettivi per il 2018. Questo, in sintesi, è stato l'incontro con gli operatori dell’informazione che si è tenuto questo pomeriggio al palazzo comunale di Anagni, finalizzato a fare il punto della situazione politico-amministrativa dell’anno ormai concluso e anche ad anticipare le principali iniziative che interesseranno l’amministrazione comunale, la città ed il territorio;
Di seguito pubblichiamo la nota inviata a questa redazione dai responsabili del movimento Fiuggi Civica, all'indomani dell'incontro pubblico che si è tenuto ieri - giovedì 21 dicembre - a Fiuggi:
Nasce anche a Ferentino Liberi e Uguali, lista che raccoglie ampia parte della sinistra in Italia e che ha a capo Pietro Grasso. "Si sono riuniti nei giorni scorsi diversi militanti e sostenitori di questo progetto per incominciare a delineare la strada della difficile campagna elettorale che ci aspetta", si legge in una nota inviata a questo giornale. E, ancora: "tanto è l'entusiasmo e molte sono le speranze che si basano su concetti semplici ma allo stesso tempo fondamentali, quali la tutela e rilancio del lavoro come diritto fondamentale e la riaffermazione dell'equità sociale come metro di giudizio per ogni scelta futura. Siamo fortemente convinti che sia necessaria
Il 21 dicembre alle ore 16 presso la sala della Biblioteca comunale, il movimento Fiuggi Civica incontra i cittadini per avviare un percorso di confronto sui temi di interesse locale per costruire insieme una proposta programmatica credibile e concreta. "Siamo convinti della necessità di una comune consapevolezza per trovare soluzioni realmente in grado di dare una svolta ai tanti problemi che pure in questi anni alcuni hanno affrontato con spirito di servizio e passione,
Di seguito pubblichiamo integralmente e senza modifiche la nota inviata a questa redazione dall'avv. Alberto Floridi e dai responsabili della Lista Civica L'AltrAnagni: UNA PROPOSTA PER DECIDERE INSIEME IL FUTURO DEL NOSTRO CENTRO STORICO
"L'Italia non è un Paese a misura di giovani. Ci hanno chiamati "bamboccioni" prima e "choosy" poi; ci hanno spiegato come l'emigrazione fosse per le giovani generazioni l'unica strada per emergere, per non lasciarsi fagocitare dalle sabbie mobili italiane. Noi a questa retorica dello sfascio, alla distruzione del "sistema Paese", all'ammissione implicita della sconfitta generale non ci stiamo. Crediamo al contrario che il tessuto sociale, politico, culturale ed economico italiano possa essere ricostruito;
Non accenna a placarsi la polemica tra maggioranza ed opposizione ad Anagni sul caso Credit On. Anzi, qualche giorno fa i toni hanno subìto un ulteriore inasprimento, con la minaccia concreta che il caso possa arrivare sul tavolo dell’Autorità Nazionale Anticorruzione. A farsi sentire è stato il consigliere d’opposizione Giuseppe De Luca.
“Con Antonio Pompeo per il futuro di Ferentino”, questo il titolo del documento nel quale le sei liste che compongono l'attuale maggioranza dichiarano il loro sostegno, pieno e incondizionato, alla ricandidatura dell’attuale primo cittadino Antonio Pompeo. Un sostegno - si legge in una nota - motivato dalla qualità e dalla quantità dei risultati raggiunti in questi anni, ma soprattutto dalla figura di Antonio Pompeo, “garante di un modello amministrativo – evidenziano i componenti delle sei liste - caratterizzato dall'onestà e dal buon governo nel rispetto dei principi di trasparenza, legalità e difesa del territorio, in cui si riconoscono e trovano sintesi partiti e movimenti civici, perché l’obiettivo è uno solo: Ferentino, prima di tutto”.
A due giorni dal consiglio comunale straordinario sulla sanità straordinario che si è tenuto ad Anagni, non si placano le polemiche sul dato politico più importante della serata. E cioè, l'assenza quasi totale di tutti e due i gruppi di maggioranza della coalizione capitanata dal sindaco Fausto Bassetta, Partito Democratico e Progetto Anagni.
Sanità ed equilibri di maggioranza si sono incrociati pericolosamente ieri sera, martedì 5 dicembre ad Anagni, nel consiglio comunale aperto sulla sanità che si è tenuto nella Sala della Ragione. Un consiglio aperto dalla inaspettata assenza del Pd, che ha disertato i banchi dell’assise.
Giovedì scorso presso la Biblioteca di Ferentino, il circolo di Sinistra Italiana di Ferentino ha promosso un dibattito sul tema della società partecipate del comune, focalizzando l’attenzione sull’attuale situazione della STU Aulo Quintilio S.p.A. dopo quasi 10 anni dalla nascita. È sotto gli occhi di tutto lo stato vergognoso nel quale si trova l’edificio della Paolini e del terreno che la circonda. Un attento excursus temporale, con gli atti alla mano, è stato percorso durante la serata, soffermandosi sul confronto dei dati economici che premono particolarmente alla popolazione
Torna a farsi sentire ad Anagni il consigliere indipendente Giuseppe De Luca. Che stavolta sceglie di lanciare i suoi strali nei confronti di una delibera, la n. 301 del 9 novembre scorso, pubblicata il primo dicembre 2017 e relativa alla “rideterminazione funzionale degli uffici del palazzo comunale”.
Per iniziativa di alcuni cittadini ed ex amministratori, è nato il movimento “Fiuggi Civica”, con il chiaro obiettivo di costruire per le prossime elezioni comunali una proposta programmatica credibile, concreta e condivisa. "Questa nuova realtà - si legge in una nota inviata a questa redazione dall'ex sindaco di Fiuggi Fabrizio Martini - si svilupperà in totale autonomia dai partiti politici locali, proprio per concentrarsi sui problemi veri della Città e sulle loro soluzioni,
Anagnia.com ha incontrato il segretario della Partito di Forza Italia di Anagni Gen. Guglielmo Rosatella, già assessore comunale nelle precedenti amministrazioni e nome di spicco della politica locale; a lui abbiamo rivolto alcune domande al fine di conoscere la posizione del partito che lui rappresenta in merito alle recenti vicende dell’amministrazione capitanata dal sindaco Fausto Bassetta.
Anagni. Consiglio comunale. Scintille tra maggioranza ed opposizione sull’uscita dalla coalizione de L’AltrAnagni e sulla vicenda Marangoni
Conferenza stampa del primo cittadino di Anagni dott. Fausto Bassetta ieri pomeriggio al palazzo comunale; diversi i temi affrontati tra cui anche quello politico strettamente legato all'assessora Alessandra Cecilia che, dopo esser fuoriuscita dal gruppo de L'AltrAnagni ed aver rimesso il proprio mandato nelle mani dello stesso sindaco, è stata riconfermata e potrà restare al suo posto: dopo un previsto passaggio con la mia maggioranza - ha spiegato Fausto Bassetta - saremo in grado anche di sbrogliare la questione riguardante i suoi riferimenti politici in consiglio,
Pubblichiamo di seguito una nota inviata a questa redazione dal consigliere comunale di minoranza Maurizio Berretta, capogruppo per DemocraticaMente all’assise civica di Ferentino:
Di seguito pubblichiamo integralmente una nota inviata a questa redazione dal dott. Fabrizio Martini, già sindaco di Fiuggi:
"Sono stata informata telefonicamente della decisione del gruppo de L'AltrAnagni di uscire dalla maggioranza, non ho potuto partecipare alla riunione convocata ieri perché fuori città. Se il sindaco ritiene utile che io continui con il mio impegno, svolto sempre con serietà e passione, nell’interesse delle persone che rappresento, resto nella personale disponibilità di portare avanti il lavoro che ho intrapreso. Se diversamente il sindaco dovesse assumere decisioni diverse nei miei confronti lo capirei"; è quanto dichiarato dall'assessora comunale Alessandra Lalla Cecilia in una nota inviata alla nostra redazione.
Botta e risposta tra i responsabili de L'AltrAnagni, la compagine ormai facente a pieno titolo parte della minoranza consigliare al Comune di Anagni dopo la defezione annunciata questa mattina in sede di conferenza stampa, risponde alle dichiarazioni del sindaco di Anagni dott. Fausto Bassetta pubblicate oggi pomeriggio dal nostro giornale. Ecco la nota integrale, inviata a questa redazione dall'avv. Alberto Floridi, rappresentante de L'AltrAnagni: Dalla lunga dissertazione giuridica del sindaco emergono essenzialmente due dati: il primo, un profondo livore personale per l'affronto ricevuto - e ce ne dispiaciamo; il secondo, - nella certezza che il sindaco conosca almeno gli elementi di base della giustizia amministrativa- il tentativo di sminuire in maniera maldestra le differenze tra un ricorso al TAR (che è fatto di udienze, istruttorie, misure cautelari, appelli) e un ricorso straordinario (che è deciso in via amministrativa e non prevede possibilità né di dibattimento né di appello). Se per il sindaco le due soluzioni sono equivalenti, ci dirà che è stato fatto il massimo e tutti gli anagnini dormiranno sonni più tranquilli. Cosa dire? Buona fortuna sindaco ma sopratutto buona fortuna Anagni!
Visualizza tutti gli articoli