Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Serrone. Il 26 enne Mattia Minori campione italiano di canicross con la sua Puma

16 aprile 2019

Una vera e propria passione per gli animali. Che con il passare degli anni è diventata uno sport molto seguito. Parliamo del canicross; si corre a piedi, su un percorso sterrato, come se ci si trovasse in una corsa campestre. Ma, a differenza di quella, si corre stando attaccati con un cavo al proprio cane. Uno sport arrivato in Italia appena qualche anno fa, ma che sta già acquistando molto rilievo. Il canicross richiede forza fisica, resistenza e molto affiatamento con il proprio cane. Qualità che non mancano a Mattia Minori, 26 enne di Serrone, laureatosi pochi giorni fa campione italiano assoluto con la sua cagna, Puma, durante i campionati che si sono svolti a Sezzadio in provincia di Alessandria. Grande la soddisfazione di Mattia; «vincendo- ha detto-entro di diritto a far parte della nazionale che ad ottobre andrà a fare gli europei in Belgio». Il neo campione ha poi ricordato come ha scoperto lo sport nel quale ha trionfato: «amo da sempre gli animali; la mia passione è nata tre anni fa quando, dopo un periodo nel quale non avevo più cani, ho deciso di riprenderne uno, e di fare con lui qualche attività sportiva. È nato tutto per gioco, ed è stato subito fantastico». Sono arrivate le prime prove, e poi «la passione ha preso il sopravvento». Una passione che lo ha portato partecipare, in tre anni, a circa 70 gare, tra cui un mondiale in Polonia, un europeo in Italia, e due trofei della montagna in Francia. Nel canicross, come è ovvio, è fondamentale la preparazione fisica, poiché si corre su una distanza che è quella delle gare di mezzofondo, dai 3 ai 5 km. Ma è importante soprattutto «il grado di affiatamento tra me e il mio cane; è quel dettaglio che può fare la differenza in ogni gara». Dopo la vittoria ai campionato italiani, è ora la volta degli europei, in programma in Belgio ad ottobre. Un appuntamento in vista del quale ci vorranno, ha concluso Mattia, «lavoro, sudore e fatica per confermarsi e migliorare ancora».


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ancora un grande successo internazionale per il serronese Mattia Minori che, dal 4 al 12 agosto, ha partecipato con la propria cagnolona Puma al Trophée Des Montagnes la più grande manifestazione internazionale di “canicross”,
“E' bello lo spirito con cui questo ragazzo, con il suo cane, uniscono forze e affiatamento in uno sport originale, e molto avvincente, che li ha portati in un solo anno a farsi conoscere ed apprezzare ai vertici europei. E' per questo che, ad inizio settembre, ho già consegnato al concittadino Mattia Minori una pergamena a testimonianza dell'ottimo lavoro che stava facendo in ambito sportivo, dando notorietà anche a Serrone. Oggi, dopo gli ultimi eccellenti risultati, torno a complimentarmi con lui e ad esortarlo a proseguire sulla strada intrapresa”.

Serrone ha salutato la cittadina onoraria Beatrice Minori, la sarta di Eduardo De Filippo

Nucheli: "L'amore per la sua terra da esempio per tutti noi"
Da oggi martedì 7 aprile, nel cimitero di Serrone, riposa nella tomba di famiglia Bice Minori, la sarta personale di Eduardo De Filippo scomparsa il giorno di Pasqua nella sua casa romana. Originaria di Serrone (dove nacque nel 1923), insignita nel 2012 del titolo di cittadina onoraria, Bice è sempre stata molto legata al proprio paese, tanto da consentire la creazione dell’originalissimo “Museo permanente del Costume teatrale”, realizzato con abiti donati dalla Sartoria Minori, costumi teatrali di scena, tutti originali e indossati da illustri personaggi come Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman, Beppe Barra per portare in scena Masaniello, Filumena Marturano, Notre Dame de Paris
Eletto il nuovo direttivo e gli organi di gestione del centro sociale anziani di Serrone. Il nuovo presidente è risultato Tonino Serafini, vice presidente Annamaria Lucidi e Vincenzina Colavecchia, tesoriere Gianni Moscetta, segretario Amos Alberti, presidente revisore dei conti Giuseppe Fianchi (con i revisori Augusto Pignalberi e Giulio Minori). Il consiglio direttivo è invece composto da Nazzareno Fianco, Michele Mille, Mario Presciani, Fernanda Prili, Antonino Sperati, Mario Terenzi e Mohamed Ahmed.
Il sindaco di Serrone, Natale Nucheli, ha concluso nei giorni scorsi la consegna delle pergamene ai cittadini serronesi che, nel corso dell’ultimo anno, si sono distinti nel loro ambito, dando lustro anche al buon nome del paese. “E’ un riconoscimento simbolico - commenta il sindaco Nucheli - con cui vogliamo, però, che i serronesi conoscano dei concittadini che, in qualunque campo, hanno saputo farsi notare, sia esso nello sport, nell'arte o nella vita di tutti i giorni”.