Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Cambio della guardia all'ASL di Frosinone: Stefano Lorusso nuovo direttore generale sostituisce Luigi Macchitella, commissario straordinario uscente, ai vertici dell'azienda sanitaria. Lunedì mattina il passaggio di testimone

9 settembre 2019

Sanità, cambio dei vertici in provincia di Frosinone. La mini-rivoluzione delle poltrone è partita alcuni giorni fa con la nomina di Stefano Lorusso a direttore generale della ASL di Frosinone, in sostituzione di Luigi Macchitella - per quattro anni commissario straordinario - per il quale si starebbe studiando una nuova collocazione in Regione. Stamattina, nella conferenza stampa che si è svolta nella sede della ASL in via Armando Fabi a Frosinone per ratificare il passaggio del testimone, il primo a prendere la parola è proprio stato Macchitella che, brevemente, ha ripercorso questi quattro anni trascorsi alla ASL di Frosinone: "abbiamo trovato una situazione di grande difficoltà ma con grande sforzo siamo riusciti ad assumere oltre 700 unità per fare fronte alla carenza di personale; ringrazio, per questo, chi ha lavorato al mio fianco e chi ha supportato, anche politicamente, questo nostro lavoro".
Stefano Lorusso, 44 anni, originario della Basilicata, una laurea in Economia e Commercio conseguita all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con una tesi intitolata "I nuovi sistemi incentivanti in sanità. Analisi di un caso"; dottore di Ricerca in Economia e Management delle Aziende e delle Organizzazioni Sanitarie, ha lavorato per il Comune di Potenza, per il Banco di Napoli, per l'Azienda Ospedaliera San Carlo di Potenza, per la Regione Basilicata e per la Regione Puglia.
"L'approccio a questo incarico che ha già caratterizzato questa mia prima settimana di lavoro e che caratterizzerà anche i prossimi mesi sarà quello della discussione, dell'ascolto, della condivisione e - soprattutto - del confronto", ha affermato Lorusso. "Intendo muovermi in continuità con il lavoro che ho trovato, che fa riferimento all'assistenza territoriale e che si è caratterizzato dall'innovazione, in un clima di serenità", ha poi aggiunto asserendo che la prossima mossa sarà quella di scegliere al più presto un direttore sanitario e amministrativo. Per quanto riguarda Anagni e l'area nord della provincia di Frosinone, Lorusso - rispondendo a domanda diretta del nostro giornalista - ha affermato che "non c'è in previsione alcun arretramento, quello che mi interessa è il servizio al cittadino. Su Anagni si possono fare discorsi di carattere generale, ne ho già parlato con l'assessore ma per ora ritengo opportuno non anticipare nulla perché si stanno facendo delle valutazioni". Lorusso ha concluso, infine, il suo intervento ringraziando "per l'opportunità concessa" e garantendo "un impegno massimo e costante".
Tra i presenti al tavolo della conferenza anche il presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini che, nel suo intervento, ha ringraziato affettuosamente il commissario straordinario uscente: "sono stati anni positivi - ha affermato - dietro c'è stato lavoro minuzioso dedito a questo territorio, seppure tra mille difficoltà. Non tutti i problemi sono stati risolti, c'è ancora un lavoro complicato da portare avanti, ma sono certo che ce la faremo".
Alessio D'Amato, assessore regionale alla Sanità, nel suo intervento, dopo aver ricordato che sono previste, a breve, ulteriori 106 assunzioni, ha tenuto a ribadire che, ad oggi, non esiste l'ipotesi di un accorpamento tra la ASL di Frosinone e quella di Latina, ipotesi paventata da più parti e sulla stampa locale. Ha parlato, poi, di geolocalizzazione sanitaria da estendere anche a Frosinone e Latina, in considerazione del fatto che "l'uso della localizzazione in tempo reale in questo settore può migliorare l'efficienza operativa degli ospedali delle due province".
Tra gli interventi, da registrare anche quello del presidente dell'Ordine dei Medici della provincia di Frosinone dott. Fabrizio Cristofari che ha augurato buon lavoro al nuovo direttore generale e ha salutato il commissario uscente, rendendosi disponibile per lavorare a supporto della causa.


 


TI POTREBBERO INTERESSARE

« PRIMO GIORNO DI LAVORO A FROSINONE PER IL NUOVO DIRETTORE GENERALE » Stefano Lorusso si è insediato nel nuovo incarico
REGIONE LAZIO: ACQUISITO PARERE COMMISSIONE SANITA’ SU NOMINE DG D’AMATO: “ORA SI PUÒ PROCEDERE CON LE DESIGNAZIONI DI TUTTI I DIRETTORI GENERALI” il dottor Stefano Lorusso per la Asl di Frosinone
Sanità. L'Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: "inviate in consiglio proposte decreti per direttori generali ASL": per Frosinone il nome è quello di Stefano Lorusso
Il Commissario straordinario della Asl, Luigi Macchitella, ha risposto ai chiarimenti richiesti dal sindaco Fausto Bassetta in merito all'attivazione ad Anagni del Presidio Ambulatoriale Territoriale (Pat). Macchitella ha spiegato che il Pat è stato attivato in via sperimentale e come punto di riferimento dell'assistenza territoriale continuativa 24 ore su 24.
Il Commissario della Asl di Frosinone, Dr. Luigi Macchitella, si è recato stamattina, venerdì 17 giugno, presso l’ospedale di Anagni. L’occasione era la necessità di controllare lo stato di avanzamento dei lavori di sistemazione delle strutture interne ed esterne.