Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sanità. Prenotazioni attraverso il servizio di Recup, si va verso la positiva risoluzione dei problemi delle scorse settimane; ma alcuni disservizi restano

2 settembre 2019

Si avviano verso la completa risoluzione i problemi relativi al numero 069939, utilizzato dagli utenti laziali per prenotare visite, esami diagnostici e specialistici nelle varie aziende ospedaliere e negli ambulatori delle ASL di Roma e del Lazio. A partire dall'ultima settimana di luglio, infatti, molto probabilmente per problemi dovuti al passaggio di consegne tra gestori del servizio, sono stati registrati numerosi disservizi: difficoltà a prendere la linea, tempi di attesa lunghissimi, comunicazione disturbata, mancanza di informazioni e tempi di prenotazione lunghissimi. Per ogni problema risolto, ce ne sono altri che devono essere affrontati, come quello - per esempio - che ci racconta Luciano, un nostro lettore di Anagni: "da maggio, per diverse settimane, non sono riuscito a prenotare una ecografia completa all'addome e per questo motivo - dopo moltissime insistenze - ho dovuto rivolgermi direttamente alla direzione sanitaria. Per mia fortuna, mi è stato detto che avrei potuto fare la visita il 2 settembre, vale a dire alle ore 8.30 di oggi. Puntualmente mi sono presentato presso l'ospedale di Alatri all'orario indicato ma del medico nessuna traccia: mancanza di personale, mi è stato riferito. E' così, che mio malgrado, ho dovuto far intervenire i Carabinieri: il medico si è presentato alle 11.00 passate e ho potuto fare l'ecografia".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Una riunione per fare il punto della situazione ed organizzare le iniziative a difesa della sanità ciociara al rientro dalle vacanze. A partire, ma non solo, dalla situazione dell’ospedale di Anagni. È quella che si è tenuta ieri sera a Frosinone tra gli esponenti del Coordinamento provinciale della sanità.
Sanità. L'Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: "inviate in consiglio proposte decreti per direttori generali ASL": per Frosinone il nome è quello di Stefano Lorusso
Una delegazione del comitato "Riprendiamoci la Sanità" di Ferentino, costituita dal presidente Annarosa Celardi, dal consigliere comunale Maurizio Berretta, da Amedeo Mariani e Daniele Bondatti, ha incontrato - venerdì 4 marzo - il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore regionale Mauro Buschini. Il comitato ha rappresentato al Presidente la situazione della Sanità locale, in particolare della Casa della Salute, focalizzando l'attenzione sui futuri servizi sanitari; il presidente Zingaretti ha rassicurato i quattro rappresentanti sullo stato di avanzamento, inoltre si è reso disponibile ad un incontro con la delegazione ferentinate, presso gli uffici della presidenza della Regione Lazio. L'assessore Mauro Buschini si renderà promotore di un incontro tra lo stesso comitato di Ferentino ed i vertici Asl locali nella persona del Commissario Macchitella. Oltre all’avvenuta consegna a mano della documentazione sulla sanità di Ferentino, della lettera d’intenti sottoscritta da diverse associazioni, comitati locali e consiglieri comunali, della delibera di consiglio comunale n.60/2015 sulla Casa della Salute, Annarosa Celardi, a nome di tutto il Comitato “Riprendiamoci la Sanita’”, ha donato al Presidente Zingaretti, un quadro dell’artista ferentinate Vincenzino Ludovici.
"Il lavoro del Presidente Zingaretti e della direttrice Mastrobuono, sta portando la sanità provinciale, dal baratro in cui era stata gettata dalle gestioni del passato, finalmente a livelli accettabili. La strada è ancora lunga e difficile, ma le premesse per una sanità all'altezza delle attese della nostra comunità ci sono tutte."
Sanità, mancano medici nei Pronto soccorso, 2000 in meno. Il consigliere provinciale Gianluca Quadrini si appella al presidente Nicola Zingaretti e al Ministro della Salute: ”servono rinforzi”