Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Primo giorno di lavoro a Frosinone per Stefano Lorusso, nuovo direttore generale

2 settembre 2019

Primo giorno di lavoro a Frosinone per il Dott. Stefano Lorusso, nuovo Direttore Generale della Azienda USL di Frosinone.

Negli Uffici di Via Armando Fabi, sede della Azienda Sanitaria, ha incontrato i suoi più stretti collaboratori per una prima presa di contatto con la realtà aziendale e con le persone.

 

«Desidero porgere un primo saluto alle Autorità, alle donne ed agli uomini di questo territorio – queste le prime dichiarazioni del nuovo Direttore Generale – conscio di essere stato chiamato a dirigere una Azienda Sanitaria importante in un territorio altrettanto importante.

Posso solo aggiungere che in questi primi mesi avrò modo di conoscere più a fondo la realtà e le articolazioni aziendali e di ascoltare i bisogni, i suggerimenti e le proposte dalle istituzioni locali e dal territorio.

A breve terremo una Conferenza Stampa con gli Organi di informazione cui pure rivolgo un saluto, consapevole del ruolo svolto e della indispensabile opera di collegamento con la pubblica opinione.

Desidero infine ringraziare – conclude il Direttore Generale della ASL – il Dott. Luigi Macchitella per l’ impegno e lo sviluppo assicurato alla realtà sanitaria di questa Azienda, la Regione Lazio ed il Presidente Zingaretti per la fiducia accordatami ».



TI POTREBBERO INTERESSARE

Il via libera all'apertura - avvenuta oggi stesso - delle sale operatorie dell'ospedale di Anagni non ha convinto Fausto Bassetta, primo cittadino, a concedere la fiducia all'operato di Isabella Mastrobuono, general manager della Sanità ciociara, bocciata da 55 sindaci della provincia di Frosinone, in rappresentanza di oltre 350mila abitanti, su 60 presenti all'assemblea che si è tenuta questa mattina a Frosinone all'interno della struttura di via Armando Fabi. Soltanto quattro sono stati i sindaci che hanno espresso parere favorevole: Boville Ernica, Ceprano, Ferentino e Pontecorvo, in rappresentanza di 51.500 abitanti. L'unico astenuto è stato il sindaco di Rocca D'Arce Rocco Pantanella. La decisione di andare al voto è stata presa sulla base delle mozioni congiunte presentate da Pasquale Ciacciarelli in rappresentanza del Comune di San Giorgio a Liri e di Enrico Pittiglio sindaco del comune di San Donato Val Comino.
Una delegazione del comitato "Riprendiamoci la Sanità" di Ferentino, costituita dal presidente Annarosa Celardi, dal consigliere comunale Maurizio Berretta, da Amedeo Mariani e Daniele Bondatti, ha incontrato - venerdì 4 marzo - il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore regionale Mauro Buschini. Il comitato ha rappresentato al Presidente la situazione della Sanità locale, in particolare della Casa della Salute, focalizzando l'attenzione sui futuri servizi sanitari; il presidente Zingaretti ha rassicurato i quattro rappresentanti sullo stato di avanzamento, inoltre si è reso disponibile ad un incontro con la delegazione ferentinate, presso gli uffici della presidenza della Regione Lazio. L'assessore Mauro Buschini si renderà promotore di un incontro tra lo stesso comitato di Ferentino ed i vertici Asl locali nella persona del Commissario Macchitella. Oltre all’avvenuta consegna a mano della documentazione sulla sanità di Ferentino, della lettera d’intenti sottoscritta da diverse associazioni, comitati locali e consiglieri comunali, della delibera di consiglio comunale n.60/2015 sulla Casa della Salute, Annarosa Celardi, a nome di tutto il Comitato “Riprendiamoci la Sanita’”, ha donato al Presidente Zingaretti, un quadro dell’artista ferentinate Vincenzino Ludovici.
Una riunione per fare il punto della situazione ed organizzare le iniziative a difesa della sanità ciociara al rientro dalle vacanze. A partire, ma non solo, dalla situazione dell’ospedale di Anagni. È quella che si è tenuta ieri sera a Frosinone tra gli esponenti del Coordinamento provinciale della sanità.
Subito, in apertura, l'annuncio dell'apertura della Rems (Residenza per l'Esecuzione della Misura di Sicurezza) di Ceccano prevista per il 5 novembre. Poi, delucidazioni sulla partecipazione della ASL di Frosinone all'EXPO di Milano con l'evento "Ciociaria Cuore"; e, via via, a seguire, informazioni sulle attività finora svolte, commenti ai risultati raggiunti, notizie e dati sviscerati davanti ad una platea di giornalisti attenti. Questo ed altro è stata la conferenza stampa che si è svolta nella sala Riunioni della Direzione Generale della ASL in via Armando Fabi a Frosinone, all'indomani della sonora bocciatura del suo operato da parte dei sindaci della provincia; la dott.ssa Isabella Mastrobuono, direttrice generale della Asl, insieme al direttore amministrativo Mario Piccoli Mazzini e al direttore sanitario aziendale Roberto Testa, hanno tenuto a sottolineare che "l'impegno dell'azienda continua".
Botta e risposta tra maggioranza e opposizione al comune di Ferentino relativamente al previsto parere circa la verifica dei risultati conseguiti dai direttori generali delle Asl regionali e il raggiungimento degli obiettivi affidati ai medesimi. Franco Martini, assessore alla Sanità, spiega meglio qual è stato il motivo del voto a favore dell’operato della dott.ssa Isabella Mastrobuono, general manager della Sanità ciociara: