Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Cambio della guardia ai vertici della Sanità ciociara: a fine mese il nuovo direttore generale della ASL di Frosinone. Il sindaco di Anagni Daniele Natalia: "avanti con la battaglia per il diritto alla salute"

12 agosto 2019

A partire dal 1 settembre prossimo alla ASL di Frosinone subentrerà, in sostituzione di Macchitella, un nuovo direttore generale e per la sanità di Anagni e dell’area nord dovrebbe aprirsi una fase nuova fatta di dialogo e soprattutto di risultati.
Questa è la linea da seguire secondo il sindaco di Anagni Daniele Natalia che dichiara: «Mi auguro che con la fine della fallimentare gestione Macchitella, incapace di dialogare con le istituzioni e di ascoltare le esigenze del territorio, si possa aprire una fase nuova all’insegna della collaborazione per il miglioramento dell’offerta sanitaria. Con gli altri sindaci dell’area nord, ed in particolare con il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi, sottoscriveremo un documento ufficiale per richiedere un incontro con il nuovo direttore generale quando si insedierà. Questo passo sarà preceduto da un incontro propedeutico, volto a costruire una strategia comune e ad impostare una linea politica condivisa, nella Commissione Sanità del Comune di Anagni».
Una battaglia quella per il diritto alla salute che non si era mai spenta, al di là delle chiacchiere di certa stampa, e che vede ancora una volta l’amministrazione comunale di Anagni in prima linea e con un ruolo di coordinamento. Il sindaco Natalia - facendo riferimento all’affollato incontro sulla sanità promosso dal Comitato “Adesso Basta!” presso la Sala della Ragione lo scorso 29 marzo alla presenza del presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini – spiega: «Il mancato rispetto dell’impegno preso da Buschini ad Anagni di dotare il presidio della nostra città di 5 medici specialistici, tra cui cardiologo ed anestesista, è stato giustificato con le tempistiche necessarie al riassetto della Direzione Generale della ASL di Frosinone con l’avvicendamento del direttore. A partire dal 1 settembre chiederemo a gran voce che il primo atto del nuovo direttore generale sia quello di mantenere gli impegni presi solennemente da Buschini nella Sala della Ragione. Solo attraverso questo passaggio potrà iniziare quel percorso virtuoso per rendere di nuovo Anagni, baricentro dell’area nord della Ciociaria, un territorio capace di gestire le emergenze con un vero pronto soccorso».


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sulla nomina del dottor Natalia a Coordinatore della sanità anagnina, registriamo la dichiarazione di Francesdco Sordo, segretario cittadino del Pd: “ esprimo il mio compiacimento per la nomina di Natalia da parte del dottor Macchitella. Da tempo stavamo aspettando un coordinatore, per ridare ad Anagni un interlocutore sulle esigenze della zona, e per fare in modo che, dopo quanto stabilito dall’atto aziendale, si blocchi la spoliazione sotto banco che si sta verificando da tempo all’ospedale di Anagni.
C'è l'accordo tra il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi e l'avv. Daniele Natalia, candidato sindaco per la coalizione di centrodestra. Alla serata di presentazione organizzata dallo stesso primo cittadino di Sgurgola erano presenti parecchi simpatizzanti ma sono stati soltanto due i candidati sindaci che hanno raccolto l'invito a partecipare: Daniele Natalia, appunto, e Maria La Pastina, candidata per la lista "Crescita Comune". Due gli argomenti di cui si è discusso: il primo riguardava la chiusura del punto di primo intervento dell'ospedale di Anagni; per questo Antonio Corsi ha inviato una nota al presidente della giunta regionale del Lazio Nicola Zingaretti, al responsabile della ASL Luigi Macchitella e al presidente del Consiglio Daniele Leodori chiedendo loro la smentita di tale notizia. Trascorsi 15 giorni, se non dovesse ricevere risposta, Corsi ha promesso di rivolgersi alla procura della Repubblica. Nella seconda parte della conferenza si è parlato del programma elettorale della lista capitanata dal sindaco Corsi che vede tra i punti cardine la Sanità, appunto, il lavoro, l'ambiente e il turismo culturale. "Sono particolarmente orgoglioso del sostegno da parte della lista del sindaco Corsi, il quale ha sempre sostenuto la battaglia per la riapertura del Pronto Soccorso dell'Ospedale di Anagni. Ed io ho sempre detto che il mio primo impegno da sindaco sarà quello di battermi per la salvaguardia dell’ospedale”.
Questione Sanità, il sindaco di Anagni Daniele Natalia presenta due delibere ai sindaci del comprensorio: "un tassello in più nella battaglia politica e popolare in difesa del diritto alla salute"
Il Commissario della Asl di Frosinone, Dr. Luigi Macchitella, si è recato stamattina, venerdì 17 giugno, presso l’ospedale di Anagni. L’occasione era la necessità di controllare lo stato di avanzamento dei lavori di sistemazione delle strutture interne ed esterne.
Soddisfatto per la nomina di coordinatore per la sanità anagnina appena ottenuta;: ma anche consapevole che non sarà possibile fare molto senza impegno, e senza la volontà, soprattutto politica, di migliorare le cose. È lo stato d’animo del dottor Massimo Natalia, da poche ore nominato “Coordinatore responsabile per le attività sanitarie del Presidio di Anagni”, come recita la delibera dello scorso 8 aprile, firmata dal dottor Luigi Macchitella. Quella di Natalia era una nomina attesa.