Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Pubblicato l'avviso pubblico per richiedere i contributi economici destinati a persone affette da patologie oncologiche e in lista d'attesa per trapianto di organi solidi o di midollo; i termini scadono il 31 luglio

5 luglio 2019

La Regione Lazio, attraverso le Aziende Sanitarie Locali, intende sostenere i residenti nel Lazio affetti da patologie oncologiche e i pazienti in lista di attesa per trapianto di organi solidi o di midollo.

La ASL di Frosinone, con delibera n. 1310 del 27.06.2019, ha emanato un Avviso Pubblico per la richiesta di contributo economico da parte delle persone interessate che abbiano le seguenti condizioni:

1. trovarsi in situazione di forte svantaggio economico (attestazione indicatore ISEE con

valore non superiore a € 5.000,00);

2. aver perso il proprio posto di lavoro

3. aver terminato il periodo di malattia retribuito riconosciuto dal contratto collettivo

nazionale di lavoro (CCNL) e di aver dovuto ricorrere al periodo di aspettativa non

retribuita.

Le richieste di accesso al contributo, corredate della necessaria documentazione, vanno presentate presso il PUA (Punto Unico di Accesso di cui all’allegato elenco di riferimento del Distretto Sanitario di residenza, entro il 31 Luglio 2019).

La ASL di Frosinone, attraverso i Distretti Sanitari A (Alatri – Anagni), B (Frosinone), C (Sora), D (Cassino – Pontecorvo), provvederà all’istruttoria sul possesso dei requisiti di ammissibilità delle domande pervenute, di cui trasmetterà l’elenco alla Regione Lazio, entro il 30 Ottobre 2019. Il contributo economico, sulla base dei requisiti di ammissione, sarà determinato dalla Regione e non potrà superare € 2.000 per l’anno 2019.

 

I residenti nel Lazio, cui è rivolto l’Avviso, a corredo della richiesta dovranno presentare:

 

  • documentazione attestante la residenza nella Regione Lazio;

  • esenzione per patologia oncologica cod. 48;

  • certificazione emessa da uno dei centri di riferimento presenti sul territorio nazionale di trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 4, comma 48, lettera b) Legge L.R. n. 13/2018;

  • dichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPCM n. 445/2000 e smi, attestante il grado di parentela o affinità o la condizione di convivenza con il destinatario del contributo nel caso in cui la domanda non venga presentata direttamente dall’interessato.

 

Il modello di domanda è reperibile sul sito web dell’azienda Asl, sul sito dei Distretti Sociali, presso i Comuni della provincia di Frosinone oppure presso i Pua Aziendali.

Le modalità operative e di attuazione delle procedure sono coordinate direttamente dal Dott. Eleuterio D’Ambrosio, Direttore Sanitario f.f. dell’ASL di Frosinone.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Sulla situazione dell’ospedale di Colleferro il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti scrive al primo cittadino.
Novità positive per gli studenti di Ferentino e le loro famiglie. La Regione Lazio ha infatti provveduto all'invio delle somme relative al rimborso dei libri di testo per l'annualità 2014/2015. Si tratta dei fondi destinati al capitolo del diritto allo studio che l’Ente regionale accredita ai comuni. Gli uffici comunali, a seguito del provvedimento della Regione, subito hanno provveduto ad elaborare lo schema di ripartizione per l'attribuzione delle somme ai complessivi 198 richiedenti, tra studenti delle scuole di primo e secondo grado.
Il sindaco Mario Cacciotti ha chiesto e ottenuto un incontro in Regione per affrontare la problematica della salvaguardia dell’ospedale generale di zona “G. Parodi Delfino”.
Mercoledì pomeriggio - primo luglio - la direzione generale Asl Roma G ha disposto l-ospedale di Colleferro. A seguire i sindaci del comprensorio si sono riuniti presso il Comune di Colleferro e dopo aver tentato inutilmente di contattare i vertici della Regione Lazio, hanno firmato un documento con il quale si chiede un immediato incontro tra gli stessi Sindaci ed il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Per protestare contro questa decisione, oggi pomeriggio - giovedì 2 luglio - alle ore 18 è previsto un sit-in di protesta davanti all'ospedale di Colleferro.
Il Nucleo di Valutazione della Regione Lazio dà l'ok all’assegnazione dei fondi destinati alla copertura finanziaria di interventi per la manutenzione straordinaria di opere edili ed impianti per l'ospedale di Colleferro; ecco tutti gli interventi previsti