Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Zanzare: Regione Lazio, piano di sorveglianza dal primo maggio al 30 novembre; l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria Alessio D’Amato: "mantenere alto il livello di attenzione su prevenzione e ruolo dei Comuni"

27 aprile 2019

Il Ministero della Salute ha prorogato il Piano nazionale di sorveglianza e risposta alle arbovirosi trasmesse da zanzare invasive con particolare riferimento ai virus della Chikungunya, Dengue e Zika. Nello specifico il periodo in cui dovrà essere potenziato il sistema di sorveglianza viene esteso dal 1° maggio al 30 novembre (anziché dal 1° giugno al 31 ottobre).

I casi umani dovranno essere segnalati dal medico che sospetta il caso sulla base del criterio clinico ed epidemiologico alla ASL competente entro 12 ore e inviati tempestivamente i campioni per la diagnosi di laboratorio. Dal canto suo la ASL provvederà a trasmettere la notifica al SERESMI – Spallanzani (servizio Regionale per l’Epidemiologia, Sorveglianza e controllo delle Malattie Infettive) ed alla Asl di residenza.

In caso di positività il medico provvederà ad aggiornare e ritrasmettere la scheda di sorveglianza alla ASL di competenza che a sua volta la trasmetterà alla ASL di residenza e del luogo di lavoro, mentre il SERESMI trasmetterà al Ministero della Salute e all’Istituto Superiore di Sanità.  

“I casi di Chikungunya degli anni passati hanno evidenziato l’importanza della prevenzione e del controllo dell’insetto che trasmette questa malattia: la  zanzare tigre” ha dichiarato l’Assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“E’ importante seguire le indicazioni del Piano e credo sia fondamentale mantenere alto il livello di attenzione e prevenzione per essere in grado di fornire risposte adeguate ed evitare eventi epidemici di rilevanza sanitaria” conclude D’Amato.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Una delegazione del comitato "Riprendiamoci la Sanità" di Ferentino, costituita dal presidente Annarosa Celardi, dal consigliere comunale Maurizio Berretta, da Amedeo Mariani e Daniele Bondatti, ha incontrato - venerdì 4 marzo - il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore regionale Mauro Buschini. Il comitato ha rappresentato al Presidente la situazione della Sanità locale, in particolare della Casa della Salute, focalizzando l'attenzione sui futuri servizi sanitari; il presidente Zingaretti ha rassicurato i quattro rappresentanti sullo stato di avanzamento, inoltre si è reso disponibile ad un incontro con la delegazione ferentinate, presso gli uffici della presidenza della Regione Lazio. L'assessore Mauro Buschini si renderà promotore di un incontro tra lo stesso comitato di Ferentino ed i vertici Asl locali nella persona del Commissario Macchitella. Oltre all’avvenuta consegna a mano della documentazione sulla sanità di Ferentino, della lettera d’intenti sottoscritta da diverse associazioni, comitati locali e consiglieri comunali, della delibera di consiglio comunale n.60/2015 sulla Casa della Salute, Annarosa Celardi, a nome di tutto il Comitato “Riprendiamoci la Sanita’”, ha donato al Presidente Zingaretti, un quadro dell’artista ferentinate Vincenzino Ludovici.
Vaccino antinfluenzale: l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: "+24mila dosi rispetto al 2017, tutte le ASL hanno incrementato"; prosegue la campagna, picco previsto nelle prime settimane di gennaio
Sanità. L'Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: "inviate in consiglio proposte decreti per direttori generali ASL": per Frosinone il nome è quello di Stefano Lorusso
Si terrà martedì prossimo, 16 aprile, alle ore 10, presso la sede della Regione Lazio alla Pisana, l’incontro tra i vertici del governo regionale ed una delegazione della città di Anagni, per discutere della situazione sanitaria del comune.
Sanità. Ospedale di Anagni, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti risponde ad anagnia.com: "anche Anagni ha beneficiato e beneficerà ancora sia di investimenti pubblici che di assunzioni: bisogna avere fiducia"