Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Morte della signora Luigina Ercoli di Serrone, tre i medici rinviati a giudizio; il figlio Fabrizio: "primo passo verso la Giustizia"

7 marzo 2019

"Sono stati rinviati a giudizio i tre medici, ognuno operante in strutture ospedaliere diverse di Roma, che hanno avuto in cura la signora Luigina Ercoli, la 59enne deceduta circa un anno e mezzo fa dopo un banale intervento chirurgico all’anca effettuato in un importante ospedale della Capitale"; ad affermarlo è il figlio della donna era entrata nel nosocomio per un intervento chirurgico concordato all'anca e che era stato effettuato il 5 luglio. "Circa 20 giorni dopo - spiega il figlio Fabrizio Pignalberi che col suo studio legale sta seguendo la vicenda - era stata trasferita in un centro di riabilitazione a Tivoli ma a due mesi dalle analisi è emerso che mia madre era affetta dal morbo di Crohn e che aveva avuto un forte abbassamento di globuli bianchi. In seguito era stata di nuovo trasferita in una struttura a Tivoli e il 23 dicembre era stata dichiarata "in dimissione". Purtroppo, però, improvvisamente si è aggravata, fino a quando il primo gennaio è deceduta, forse per un'infezione provocata dall'operazione".
Nel corso dell'udienza che si è tenuta ieri mattina - mercoledì sei marzo - davanti al GIP del Tribunale di Tivoli lo studio Pignalberi ha ripercorso minuziosamente tutto il calvario affrontato dalla sig.ra Ercoli nei vari nosocomi romani illustrando le proprie ragioni circa la sussistenza di elementi probatori che hanno consentito di attribuire al personale sanitario una qualche forma di responsabilità penale per la morte della Ercoli, avvenuta il il primo gennaio 2018, a soli 59 anni.
 "Oggi (ieri, per chi legge - ndr), per me e per la mia famiglia è un grande giorno, perché il mio Studio, con duro lavoro, è riuscito a dimostrare che la morte di mia madre è riconducibile alla condotta dei medici dei vari nosocomi dove la stessa fu ricoverata, in quanto essi avrebbero dovuto adottare tutti quei accorgimenti necessari, idonei a prevenire l’insorgenza dell’infezione e, di conseguenza, la morte, avvenuta a causa dell’instaurarsi dello shock settico. Finalmente, dopo un anno, ho avuto la conferma di ciò che ho sempre immaginato - ha concluso Pignalberi - mia madre è morta per la negligenza del personale sanitario, che non ha saputo diagnosticare per tempo, né tantomeno curare un’infezione batterica che la stessa ha contratto nelle diverse".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Domenica 12 Ottobre, dalle 9.30 alle 13.30 in piazza Francesco Pais a La Forma di Serrone, la Croce Rossa Serrone organizza l-occasione verranno effettuati - a titolo completamente gratuito - esami di spirometria, elettrocardiogramma, misurazione della pressione arteriosa, glicemia, trigliceridi e colesterolo (per questi ultimi occorre presentarsi a digiuno).
La Segreteria Nazionale SNAMI, Sindacato dei Medicina di Famiglia, in sinergia con la 4S-Società Scientifica SNAMI per la Salute, istituzione di ricerca dello SNAMI, con il sostegno della Contatto-Archimedica di Torino, leader nel campo formativo per la sanità, e con il supporto non condizionante della Menarini, ha organizzato in tutta Italia la campagna “Medico Amico” con informativa specifica sull'ipertensione arteriosa: 16 settembre Hypertension Day.
"Il lavoro del Presidente Zingaretti e della direttrice Mastrobuono, sta portando la sanità provinciale, dal baratro in cui era stata gettata dalle gestioni del passato, finalmente a livelli accettabili. La strada è ancora lunga e difficile, ma le premesse per una sanità all'altezza delle attese della nostra comunità ci sono tutte."
Per la prima volta nella storia della Medicina mondiale un nuovo cuore artificiale "magnetico" è stato impiantato in una giovanissima ragazza di Ferentino. Il prof. Antonio Amodeo, responsabile ECMO e assistenza meccanica cardiorespiratoria, ne spiega il funzionamento.
“AmbFest” nei Distretti di Frosinone, Cassino e Sora. “Ambud” come Presidi Ambulatoriali Distrettuali h24 ad Anagni e Pontecorvo. Sono le nuove iniziative (nuovi modelli organizzativi) messe in campo dalla Asl e che già nei prossimi giorni saranno attivate nei confronti dell’utenza sanitaria del territorio.