Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK
prosegue la campagna, picco previsto nelle prime settimane di gennaio

Vaccino antinfluenzale: l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato: "+24mila dosi rispetto al 2017, tutte le ASL hanno incrementato"

13 dicembre 2018

“Continua nel Lazio la campagna vaccinale antinfluenzale e tutte le Asl hanno acquistato più dosi di vaccino rispetto all’anno passato. Fino ad ora sono state acquistate 975 mila dosi di vaccino con un +24 mila dosi rispetto al 2017. La campagna dunque prosegue e il picco influenzale è atteso nella nostra regione nelle prime settimane di gennaio. Pertanto rivolgo un invito a tutti i soggetti interessati: il vaccino antinfluenzale è completamente gratuito e sicuro per gli over 65 anni, per i soggetti a rischio, per il personale sanitario e di pubblica sicurezza e da quest’anno anche per i donatori di sangue. Vaccinarsi è facile basta richiederlo al proprio medico di famiglia o nei centri vaccinali. Vaccinarsi è importante ed evita complicazioni di salute”.

 

Lo comunica in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Tutte le informazioni utili si trovano sul portale SaluteLazio.it.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Incontro in Regione Lazio tra il sindaco di Anagni Daniele Natalia ed una delegazione del Comitato “Adesso Basta!” da una parte e il Presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini e l’Assessore regionale alla Sanità On. Alessio D’Amato. Incontro in Regione Lazio tra il sindaco di Anagni Daniele Natalia ed una delegazione del Comitato “Adesso Basta!” da una parte e il Presidente del Consiglio regionale e l'assessore alla Sanità dall'altra
Una delegazione del comitato "Riprendiamoci la Sanità" di Ferentino, costituita dal presidente Annarosa Celardi, dal consigliere comunale Maurizio Berretta, da Amedeo Mariani e Daniele Bondatti, ha incontrato - venerdì 4 marzo - il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l'assessore regionale Mauro Buschini. Il comitato ha rappresentato al Presidente la situazione della Sanità locale, in particolare della Casa della Salute, focalizzando l'attenzione sui futuri servizi sanitari; il presidente Zingaretti ha rassicurato i quattro rappresentanti sullo stato di avanzamento, inoltre si è reso disponibile ad un incontro con la delegazione ferentinate, presso gli uffici della presidenza della Regione Lazio. L'assessore Mauro Buschini si renderà promotore di un incontro tra lo stesso comitato di Ferentino ed i vertici Asl locali nella persona del Commissario Macchitella. Oltre all’avvenuta consegna a mano della documentazione sulla sanità di Ferentino, della lettera d’intenti sottoscritta da diverse associazioni, comitati locali e consiglieri comunali, della delibera di consiglio comunale n.60/2015 sulla Casa della Salute, Annarosa Celardi, a nome di tutto il Comitato “Riprendiamoci la Sanita’”, ha donato al Presidente Zingaretti, un quadro dell’artista ferentinate Vincenzino Ludovici.
Colleferro, Ambufest pediatrico. L'assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato: "esperienza prosegue dopo straordinario successo"
Siamo in autunno e l’influenza è arrivata. Sono quasi 100mila i casi di influenza registrati fino ad oggi in Italia dalla seconda settimana di Ottobre quando è cominciato il monitoraggio della rete Influnet coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità. Ogni anno in Italia 9.000 persone muoiono per complicazioni legate all’influenza. Potrebbero essere molte di più se non ci fossero le campagne vaccinali. Come ogni anno, anche per la stagione 2015-2016, la Regione Lazio ha disposto sul territorio regionale l’offerta attiva e gratuita di vaccino antinfluenzale per la campagna di vaccinazione antinfluenzale, con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di anziani e persone a rischio.
Siamo in autunno e l’influenza è arrivata. Sono quasi 100mila i casi di influenza registrati fino ad oggi in Italia dalla seconda settimana di Ottobre quando è cominciato il monitoraggio della rete Influnet coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità. Ogni anno in Italia 9.000 persone muoiono per complicazioni legate all’influenza. Potrebbero essere molte di più se non ci fossero le campagne vaccinali. Come ogni anno, anche per la stagione 2015-2016, la Regione Lazio ha disposto sul territorio regionale l’offerta attiva e gratuita di vaccino antinfluenzale per la campagna di vaccinazione antinfluenzale, con l’obiettivo di raggiungere il maggior numero di anziani e persone a rischio.