Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Comune di Anagni contro ASL: presentato il ricorso al TAR contro la decisione di chiudere il Punto di Primo Intervento nell'ex ospedale cittadino

13 settembre 2018


"Irragionevole" chiudere il Punto di Primo Intervento della struttura dell’ex ospedale di Anagni in favore dell'ingresso del Presidio Ambulatoriale Territoriale); ne sono convinti al Comune di Anagni, primo fra tutti il sindaco avv. Daniele Natalia che ieri - mercoledì 12 settembre - ha sottoscritto la propria decisione di ricorrere al Tribunale Amministrativo del Lazio contro la delibera dello scorso giugno del commissario straordinario dell’Asl di Frosinone. Di questo, e molto altro, si parlerà domani pomeriggio (venerdì) nel corso della seduta di consiglio comunale sulla Sanità nell'area nord della provincia di Frosinone. Altro argomento importante che verrà affrontato nella discussione è quello relativo alla delibera, firmata da tutti i comuni della zona nord della provincia di Frosinone vicini all’ex ospedale, scritta per diffidare l’Asl dalla chiusura del PPI. A colloquio con anagnia.com il sindaco Daniele Natalia ha chiarito che nel ricorso si è fatto riferimento alla necessità di avere una struttura sanitaria importante in zona anche per la presenza di numerose industrie sul territorio. Secondo il primo cittadino, infatti, “è fuori luogo la circostanza che il PPI di Anagni venga soppresso con un danno significativo sul diritto alla salute”. L’interesse alla conservazione dell’attuale consistenza organizzativa di una struttura sanitaria in grado di assicurare la più tempestiva ed efficace risposta alle esigenze di soccorso e di cura della popolazione - interesse direttamente connesso alla tutela della saluta di cui all’articolo 32 della Costituzione - è oggetto delle aspirazioni e delle lotte, da diversi mesi - anzi, anni - di associazioni, enti locali e semplici cittadini; "il nostro obiettivo principale è, oltre al PPI, il ritorno in città di un vero Pronto soccorso, che è la cosa di cui tutti i nostri cittadini hanno davvero bisogno", ha concluso Daniele Natalia.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Il Comitato Salviamo l'Ospedale di Anagni prosegue nella sua battaglia a difesa del nosocomio locale.
È stato ultimato il ricorso al Consiglio di Stato annunciato nelle scorse settimane dai componenti del Comitato Salviamo l’ospedale di Anagni, per cercare di non far morire definitivamente il nosocomio anagnino.
Una riunione per fare il punto della situazione ed organizzare le iniziative a difesa della sanità ciociara al rientro dalle vacanze. A partire, ma non solo, dalla situazione dell’ospedale di Anagni. È quella che si è tenuta ieri sera a Frosinone tra gli esponenti del Coordinamento provinciale della sanità.
All-importante seduta di consiglio comunale che si è svolta alla presenza di numerosi cittadini di Anagni e dei paesi viciniori sul tema della sanità locale, l'associazione "Diritto alla Salute" presieduta dal dott. Alessandro Compagno propone alcuni importanti spunti di riflessione.
Il comune di Anagni decide di partecipare al ricorso per evitare il depotenziamento dell’ospedale di Colleferro; e la sezione locale di Casapound protesta. Accusando il sindaco Bassetta di impegnarsi per Colleferro, ma non per la difesa della sanità cittadina.