Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Massima Natalia nominato Coordinatore della sanità del presidio di Anagni. “Mi impegnerò per difendere la nostra struttura. Se dovessi accorgermi che non posso incidere, non rimarrei per forza”

11 aprile 2016

Soddisfatto per la nomina di coordinatore per la sanità anagnina appena ottenuta;: ma anche consapevole che non sarà possibile fare molto senza impegno, e senza la volontà, soprattutto politica, di migliorare le cose.
È lo stato d’animo del dottor Massimo Natalia, da poche ore nominato “Coordinatore responsabile per le attività sanitarie del Presidio di Anagni”, come recita la delibera dello scorso 8 aprile, firmata dal dottor Luigi Macchitella. Quella di Natalia era una nomina attesa.
Ma in tanti hanno espresso comunque soddisfazione per vedere nominato referente della sanità della zona un personaggio da sempre in prima linea per la difesa dell’ospedale cittadino. L’approccio di Natalia, sentito stamattina, lunedì 11 aprile, è stato cauto: “sto ancora cercando di orientarmi per avere la consapevolezza precisa di quelli che sono i miei margini di manovra. Sulla carta, sono responsabile di tutto, in pratica vedremo”. Su cosa fare, il dottore è stato chiaro:  “proseguire nella battaglia per la difesa della sanità locale. Il dottor Macchitella, da quanto ho capito, mi sembra una persona seria. Vedremo cosa accadrà in seguito”. Una cosa è certa, ha concluso Natalia: “se dovessi accorgermi che, a fronte della carica assegnatami, non c’è la possibilità di incidere molto… diciamo che le cose da fare non mi mancano”. Un modo per dire che Natalia non rimarrà a fare da parafulmine o da curatore fallimentare della sanità cittadina.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sulla nomina del dottor Natalia a Coordinatore della sanità anagnina, registriamo la dichiarazione di Francesdco Sordo, segretario cittadino del Pd: “ esprimo il mio compiacimento per la nomina di Natalia da parte del dottor Macchitella. Da tempo stavamo aspettando un coordinatore, per ridare ad Anagni un interlocutore sulle esigenze della zona, e per fare in modo che, dopo quanto stabilito dall’atto aziendale, si blocchi la spoliazione sotto banco che si sta verificando da tempo all’ospedale di Anagni.
Da questa mattina, giovedì 9 marzo, ad Anagni, il dottor Massimo Natalia non è più il referente della sanità locale per conto dell'Asl di Frosinone. Una decisione che ha già provocato molte polemiche, e che minaccia di creare ancora più discussioni nei prossimi giorni.
Questione Sanità, il sindaco di Anagni Daniele Natalia presenta due delibere ai sindaci del comprensorio: "un tassello in più nella battaglia politica e popolare in difesa del diritto alla salute"
Una riunione per fare il punto della situazione ed organizzare le iniziative a difesa della sanità ciociara al rientro dalle vacanze. A partire, ma non solo, dalla situazione dell’ospedale di Anagni. È quella che si è tenuta ieri sera a Frosinone tra gli esponenti del Coordinamento provinciale della sanità.
In occasione dei funerali di Anna Maria Ascenzi, la signora uccisa da una puntura di calabrone giovedì scorso, il deputato della Lega Francesco Zicchieri ha deciso di venire ad Anagni per esprimere cordoglio alla famiglia ma anche per supportare la battaglia sulla sanità accanto al Sindaco Natalia.