Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sanità. I sindaci dell'area nord della provincia di Frosinone ricevuti dal commissario straordinario della ASL: "non si è dato seguito all'attuazione di quanto contenuto nell'Atto aziendale"

30 novembre 2015

Questa mattina - lunedì 30 novembre - il sindaco di Anagni, Fausto Bassetta, con i sindaci di Paliano (Domenico Alfieri), Acuto (Augusto Agostini) e Trevi nel Lazio ( Silvio Grazioli) ha consegnato un documento al commissario straordinario della Asl di Frosinone, Luigi Macchitella, durante un incontro che si è tenuto in via Fabi. Documento firmato anche dai sindaci di Fiuggi (Fabrizio Martini), Serrone (Natale Nucheli), Piglio (Mario Felli), Filettino (Paolo De Meis) e Sgurgola (Antonio Corsi) e relativo al presidio ospedaliero di Anagni. Era presente anche il consigliere comunale Fabio Roiati, delegato alla sanità del Comune di Anagni.
I sindaci del comprensorio che fa riferimento alla struttura anagnina hanno chiesto al commissario l'attuazione di quanto contenuto nell'Atto aziendale approvato lo scorso aprile.
"Nulla è stato fatto - si legge nel documento dei sindaci - per dare attuazione a quanto riportato nell'Atto aziendale e, soprattutto, al fine di evitare che il presidio ospedaliero di Anagni possa essere colpevolmente e ulteriormente depotenziato, a fronte dell'impegno di riattivare i servizi sanitari e di consentire al presidio sanitario di operare concretamente per l'assistenza della popolazione".
A Macchitella i sindaci, inoltre, hanno segnalato che "la mancata attuazione di quanto contenuto nell'Atto aziendale o qualsiasi altro provvedimento amministrativo che possa depaurare o depotenziare la struttura, potrebbe anche integrare la fattispecie criminosa di interruzione di un pubblico servizio con riferimento all'art.340 del codice penale".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Dopo un rinvio dovuto a sopraggiunti impegni del dottor Luigi Macchitella, i nove sindaci dell'area che fa riferimento all'ex ospedale di Anagni incontreranno il commissario straordinario della Asl di Frosinone nella mattinata di mercoledì 15 febbraio.
Nella mattinata di lunedì 30 novembre i sindaci dell'area relativa al presidio ospedaliero di Anagni incontreranno il commissario straordinario della Asl di Frosinone, dottor Luigi Macchitelli.
I sindaci dei comuni che fanno riferimento all’ospedale di Anagni sono stati convocati alla Regione Lazio per parlare delle proposte che hanno avanzato al fine di migliorare l’assistenza dei circa 80 mila utenti interessati, soprattutto per quanto riguarda il punto di primo intervento. L’incontro si terrà presso la cabina di regia della sanità laziale mercoledì prossimo alle 12. Parteciperanno i sindaci di Anagni (Fausto Bassetta), Paliano (Domenico Alfieri), Fiuggi (Fabrizio Martini), Acuto (Augusto Agostini), Serrone (Natale Nucheli), Sgurgola (Antonio Corsi), Trevi nel Lazio (Pierfilippo Schina) e Filettino (Paolo De Meis).
I nove sindaci dell'area dell'ex ospedale di Anagni incontreranno, nella mattinata del 7 febbraio, il commissario straordinario della Asl Frosinone, Luigi Macchitella. E' uno degli impegni assunti dal sindaco Fausto Bassetta nel corso della riunione di martedì scorso tenuta con i rappresentanti delle associazioni “Diritto alla salute” e “Salviamo l'ospedale di Anagni”, del comitato Vignola-Monti, del servizio 118 e dei sindacati Cisl e Uil alla presenza del dottor Massimo Natalia, coordinatore del locale presidio sanitario.
Potenziamento dell’intera struttura, dei servizi e del Punto di primo intervento, mantenimento del laboratorio analisi, un tavolo tecnico permanente sull’ospedale di Anagni. E’ quanto deciso con i sindaci dell’area nord della provincia questa mattina alla Regione Lazio nel corso dell’incontro organizzato dal consigliere regionale Mauro Buschini con la Cabina di regia della sanità a seguito delle richieste inviate al presidente Nicola Zingaretti dai sindaci di Anagni (Fausto Bassetta), Paliano (Domenico Alfieri), Piglio (Mario Felli), Acuto (Augusto Agostini), Serrone (Natale Nucheli), Sgurgola (Antonio Corsi), Trevi nel Lazio (Pierfilippo Schina) e Filettino (Paolo De Meis), per sollecitare standard di assistenza più elevati per l’ospedale di Anagni dopo il ridimensionamento causato dal decreto 80 dell’allora commissario Renata Polverini.