Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni, a breve l'ospedale potrebbe riavere una sala operatoria

4 ottobre 2014

Ad Anagni tra breve l’ospedale potrebbe vedere riaperta una sala operatoria. Questa la novità più rilevante degli incontri  svoltisi pochi giorni fa tra l’assessore alla salute del comune Fabio Roiati (nella foto) ed il direttore dell’Asl di Frosinone Isabella Mastrobuono. Di seguito riportiamo la nota del Comune.

“Due importanti incontri si sono tenuti nei giorni scorsi con il direttore generale della Asl, Isabella Mastrobuono, sulla riorganizzazione del presidio sanitario di Anagni, seguiti alla riunione tenuta ad agosto con la Cabina di Regia Sanità -  Lazio alla presenza di tutti i sindaci dell’area Nord della provincia.
Nel primo all’assessore comunale alla salute Fabio Roiati e al dottor Simeoni è stato presentato il progetto per la realizzazione del day service ospedaliero con potenziamento di tutte le attività poliambulatoriali che porteranno alla attuazione dei Pac (mirati al miglioramento dei percorsi diagnostici con riduzione dei tempi di attesa e terapeutici), e degli Apa (interventi chirurgici eseguibili in regime di day service con riapertura di una sala operatoria ad essi dedicata). Si è parlato anche di potenziamento delle attività di diagnosi mediante investimenti mirati alla piena attuazione dei sistemi di telemedicina, teleconsulto e  telediagnosi.
In un incontro successivo, presenti anche numerosi sindaci o loro delegati dell’area nord della provincia, è stato presentato dall’assessore Roiati il documento riassuntivo dell’incontro avuto con la Cabina di Regia Sanità - Lazio, elaborato anche in collaborazione con il dottor Cristofari (Presidente dell’ Ordine dei Medici di Frosinone e Responsabile della Uoc Emergenza – Pronto Soccorso dell’ospedale Spaziani e del  Polo A Anagni-Alatri) nel quale si evidenzia che è necessario arrivare a una riqualificazione del presidio sanitario di Anagni per dare risposte alle emergenze con competenze   cliniche (medico di guardia e anestesista rianimatore) e strumentali (laboratorio analisi, radiologia e consulenza cardiologica utilizzando per queste ultime la telemedicina - es lettura on line delle radiografie e  dell’elettrocardiogramma e teleconsulto cardiologico) adeguate a fronteggiare e stabilizzare le emergenze fino alla loro attribuzione al Pronto Soccorso dell’ospedale di riferimento.
<Entrambi i documenti – dice Roiati - hanno avuto il parere favorevole della dirigenza aziendale, mentre la piena realizzazione degli interventi previsti dipende dalle tempistiche legate alla stesura ed approvazione dell’atto aziendale>.”


TI POTREBBERO INTERESSARE

Si è tenuto ieri mattina l’incontro previsto tra l’assessore alla Salute del comune di Anagni Fabio Roiati ed i rappresentanti del comitato Co.E.Sa., sorto da qualche mese in città per difendere le sorti dell’ospedale di Anagni.
Schiaffo ai sindaci della provincia di Frosinone, il TAR del Lazio dà ragione ad Isabella Mastrobuono: deve essere reintegrata; riprenderà il posto ora occupato dal commissario straordinario della Sanità ciociara Macchitella. Dubbi sulle sorti dell'ospedale di Anagni
Il sindaco di Anagni, Fausto Bassetta, ha chiesto un incontro urgente con il direttore generale della Asl di Frosinone, Isabella Mastrobuono, che si terrà giovedì prossimo. All’incontro parteciperà l’assessore alla Sanità, Fabio Roiati. Gli amministratori comunali torneranno a sollecitare l’attivazione, nel presidio ospedaliero di Anagni, dei servizi previsti nell’Atto aziendale a tutt’oggi disatteso, come sottolineato anche nella lettera che il sindaco Bassetta ha inviato al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, al responsabile della cabina di regia del Servizio sanitario regionale, Alessio D’Amato, e alla stessa Mastrobuono per protestare contro gli ulteriori trasferimenti del personale da Anagni allo “Spaziani” del capoluogo.
Nella assemblea dei sindaci tenutasi qualche giorno fa, e che ha affrontato i nodi della questione sanitaria provinciale, non si è affrontato il caso Anagni. La dottoressa Mastrobuono ha citato solo i centri di Frosinone-Alatri, Sora e Cassino come ospedali di riferimento in provincia. Ha però dato “assicurazioni sull'osservazione breve intensiva al posto di primo intervento di Anagni”.
“Abbiamo deciso di dire sì all-assessore Fabio Roiati hanno spiegato il loro sì all-amministrazione anagnina ha provocato parecchi malumori. Secondo alcuni, Anagni si sarebbe di fatto piegata alle logiche aziendali.