Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Carpineto Romano. Gara di qualificazione per il Pallio della Carriera 2019: sfida tra i cavalieri molto bella, combattuta e partecipata

16 luglio 2019

Il Pallio di Carpineto Romano, che da ventisei anni ormai accende la passione di numerosi cavalieri per la competizione, anche quest’anno, domenica 14 luglio, ha visto gareggiare ben 33 cavalieri provenienti da tutte le province limitrofe per aggiudicarsi uno dei 7 posti validi alla disfida equestre del 1 settembre 2019. La gara di qualificazione, che si è svolta durante l’intero pomeriggio presso il campo sportivo L. Galeotti, ha richiesto l’impegno e la dedizione di numerosi volontari in particolar modo di quelli appartenenti al Gruppo Ippico Capreo di Carpineto Romano. I 33 cavalieri, dopo aver effettuato un giro per stabilire il tempo massimo entro il quale l’anello preso fosse considerato valido, hanno eseguito quattro giri sul percorso di gara per prendere il maggior numero di anelli e conquistarsi un posto per la disfida di settembre. Al termine di un’avvincente gara di qualificazione, si prospetta una sfida finale ancor più coinvolgente vista l’abilità dei cavalieri qualificati. I cavalieri che si contenderanno la vittoria finale sono: Roberto Marchioni, Andrea De Santis, Giuseppe Cappelletti, Massimiliano Lutero, Alessandro Fiorini, Fabrizio Cretaro, Massimo Toselli e Paolo Tora. Per l’abbinamento tra Rione e cavaliere bisognerà attendere l’antico rito dell’Imbussolamento che si terrà sabato 27 luglio presso la Chiesa di San Giacomo Maggiore.

 

Domenica, per la prima volta mi sono recata come Assessore alla gara di qualificazione dei cavalli e cavalieri per il Pallio della Carriera che si disputerà il 1 settembre presso gli impianti sportivi del Comune di Carpineto Romano “Ludovico Galeotti” ha dichiarato la neo-eletta Assessore alla Cultura e all’Istruzione, Emanuela Massicci “Si erano iscritti 35 partecipanti e se ne sono presentati 33. I primi sette classificati disputeranno la gara del primo settembre, e ci sarà un ottavo classificato come riserva. Il mio augurio è che tutto si svolga con la massima serietà, serenità e soprattutto all’insegna del divertimento.”

Domenica, Carpineto ha ospitato le gare di qualificazione al Pallio della Carriera del 1 settembre. La sfida tra i cavalieri è stata molto bella, combattuta e partecipata, a dimostrazione della competitività e della centralità che oramai ha assunto il nostro Pallio nel panorama regionale delle manifestazioni storiche” ha dichiarato il neo-eletto Sindaco di Carpineto Romano, Stefano Cacciotti “Da parte della mia Amministrazione un plauso va all’Ente Pallio e a tutti i suoi volontari che hanno lavorato intensamente nelle ultime settimane. Se il Pallio di Carpineto è riuscito negli anni a mantenere uno standard qualitativo così elevato lo dobbiamo alle centinaia di persone che sacrificano il loro tempo a questa causa.”

Come ogni anno la gara di qualificazione ha avuto un ottimo riscontro - ha dichiarato il Presidente dell’Ente Pallio della Carriera di Carpineto Romano, Roberto Cacciotti - i 33 cavalieri partecipanti hanno dato vita ad una gara altamente spettacolare tanto che cinque dei sette cavalieri qualificati sono riusciti a prendere nei quattro giri di gara quattro anelli su quattro, a dimostrazione che la gara del Pallio di Carpineto sta diventando sempre più prestigiosa. Un ringraziamento va a tutti i cavalieri che hanno partecipato e al Gruppo Ippico Capreo che come ogni anno coordina la gara.”


si ringrazia Damiano Ricci per la cortese disponibilità e collaborazione e Mattia Giampaolo per la foto di copertina
 



TI POTREBBERO INTERESSARE

La Comunità di Carpineto Romano "addolorata per l’accaduto" esprime in un comunicato inviato a questa redazione la più profonda vicinanza ai familiari delle vittime e dei feriti della tragedia di Genova.
Da giovedì 25 a domenica 28 ottobre una delegazione del Pallio della Carriera di Carpineto Romano, insieme agli Sbandieratori e Musici dei Sette Rioni Storici, si recheranno a Malta in occasione del Hamrun Chocolate Festival.
Jumper ed il suo fantino Altieri Simonetti regalano al Rione Jo Moro il Pallio della Carriera 2014. È stata una vittoria conquistata all'ultimo assalto, dopo una gara combattutissima e dove fino alla fine erano ancora in tre a contendersi la vittoria. Continua a leggere...
Grande soddisfazione per gli organizzatori della gara di qualificazione dei cavalieri, per il Pallio della Carriera 2016 di Carpineto Romano. Domenica 3 luglio 2016, presso il campo Galeotti, oltre trenta cavalieri si sono sfidati fino all’ultimo assalto per la conquista di uno dei sette posti disponibili per la disfida equestre all’anulo aereo del 04 settembre 2016. L’Ente Pallio della Carriera ed il gruppo Ippico Capreo, in collaborazione con l’amministrazione di Carpineto Romano hanno aperto con un nuovo successo l’edizione del Pallio 2016. L’appuntamento, visto il notevole numero di candidati registrato, rappresenta oramai da diversi anni una vetrina importante per gli amanti delle corse all’anello. In attesa della cerimonia dell’imbussolamento del 30 luglio presso la chiesa di San Giacomo, per l’abbinamento dei sette cavalieri con i sette rioni storici e la presentazione del Pallio 2016 (opera del Maestro Omar Ronda), il Sindaco Matteo Battisti, l’assessore alla Cultura Noemi Campagna ed il Presidente dell’Ente Pallio della Carriera Giancarlo Panetti esprimo piena soddisfazione per l’evento appena concluso, augurando un “in bocca al lupo” ai cavalieri qualificati.
Il treno Storico del Pallio della Carriera è stato un successo superiore alle aspettative. Domenica scorsa Carpineto Romano è stata invasa da centinaia di turisti accorsi per ammirare il corteo che ha accompagnato Donna Olimpia al suo ingresso in paese.“Festeggiare è un’arte: la festa è comunità ed è la rappresentazione di una comunità nella sua forma più completa ed elevata” ha detto il Sindaco di Carpineto Romano, Matteo Battisti “per questo la comunità di Carpineto Romano attende tutti coloro che vorranno unirsi a lei: perché la festa è un’opera d’arte che è comune ed accomuna”.