Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

C'è l'accordo: i cacciatori di Artena hanno di nuovo le zone in cui cacciare; l'accordo firmato grazie all'Amministrazione comunale ridà ai cacciatori artenesi tre zone per l'attività venatoria

20 febbraio 2019

I cacciatori di Artena potranno finalmente tornare ad esercitare l'attività venatoria in zona. Da due anni a questa parte più di 150 cacciatori non hanno potuto praticare la caccia al cinghiale perché le zone erano loro precluse.

“Per ridare una zona ai cacciatori di Artena - ha detto l'Assessore Domenico Pecorari - scrissi una lettera il 22 novembre del 2018 alla Regione e all'Atc 2, ma solo dopo diverse lettere abbiamo cominciato a fare degli incontri e siamo arrivati ad un accordo. Ora diverse  squadre, più precisamente la squadra della Casettaccia e la squadra Ce.li.po.82,  potranno cacciare nelle zone 92, 95 e 96".

L'accordo è stato raggiunto in Regione tra l’assessore comunale Domenico Pecorari, il presidente dell’ATC2, il dirigente dell’ADA e l’assessorato della Regione Lazio per convalidare nella stagione 2019/20 la validità dell’accordo siglato.

“Nell’accordo sono assegnate le zone 92 e 95 - dice Pecorari - invece nella zona 96 nel territorio di Carpineto Romano si potrà cacciare a condizione ci sia un passaggio che non passi nel paese di Carpineto . Inoltre la zona 96 ricopriva anche il territorio di Gorga visto che la zona era di circa 400 ettari, adesso però che è stata diminuita a 280 ettari ricopre solo il comune di Carpineto".

Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Felicetto Angelini: "L'accordo testimonia l'impegno di questa Amministrazione verso gli artenesi e verso un'attività che molte famiglie erano costrette a praticare in zone lontane. Complimenti quindi all'assessore Pecorari che è riuscito a raggiungere questo obiettivo".


TI POTREBBERO INTERESSARE

La Città Metropolitana esegue l'ordinanza sindacale firmata dal sindaco Felicetto Angelini e ripulisce il tratto di strada provinciale che si trova nel territorio di Artena
Felicetto Angelini, sindaco di Artena, ordina a Virginia Raggi di ripulire via Tuscolana; la Città Metropolitana avrà 20 giorni per rimuovere sacchetti dell'immondizia e residui dei lavori di asfaltatura
Da Felicetto Angelini, sindaco di Artena, riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo in forma integrale e senza modifiche:

Un “triste bollettino di tragedie annunciate”: la caccia miete vittime anche tra gli animali domestici. Legambiente Anagni: "a Sgurgola cane di famiglia massacrato dai cacciatori"

La frequenza degli incidenti di caccia rende pericolosa la vita quotidiana e non garantisce l’incolumità dei cittadini residenti nelle zone non interessate dal divieto venatorio
Un “triste bollettino di tragedie annunciate”; Legambiente Anagni: "la caccia miete vittime anche tra gli animali domestici: a Sgurgola cane di famiglia massacrato dai cacciatori;
I 69 cacciatori residenti tra Anagni e Ferentino (i Black Devil) possono finalmente tornare a svolgere l’attività venatoria. Dopo i solleciti e le richieste di Confagricoltura Frosinone, l’ADA (Area Decentrata Agricoltura) ha trovato la soluzione che accontenta sia la squadra residente nell’area 17 di caccia al cinghiale in braccata (quella che tocca proprio i territori di Anagni e Ferentino) che si era vista revocare l’assegnazione, sia il team che lo scorso anno aveva gestito la zona e che l’aveva riottenuta in seconda istanza.