Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Montelanico. Tagliava droga in cucina: arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Colleferro il “pusher-chef” dei monti Lepini

19 gennaio 2019

Dal Comando Compagnia dei Carabinieri di Colleferro riceviamo la nota che segue e che pubblichiamo integralmente e senza modifiche:

Utilizzava la cucina della sua abitazione per tagliare e confezionare le dosi di droga.

Rimane alta l’attenzione dei Carabinieri della Compagnia di Colleferro verso il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine di una attività antidroga, i Carabinieri della Stazione di Montelanico hanno arrestato un “insospettabile” 30enne italiano, operaio e incensurato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività dei Carabinieri è nata grazie ad alcune segnalazioni di cittadini che sono state poi verificate con mirati controlli, ed appostamenti, focalizzando l’attenzione sul pusher . Dopo lunghi pedinamenti e dopo aver monitorato i movimenti del pusher in Montelanico, ieri è scattato il blitz nell’abitazione dell’uomo.

Nel corso del controllo i militari hanno rinvenuto nel forno della cucina 7 panetti di hashish, ed altri pezzi, già confezionati, per un peso complessivo di circa 800 grammi, 10 grammi di cocaina, 300 grammi circa di sostanza da taglio, del tipo mannite, un bilancino di precisione e vario materiale per il confezionamento della droga.

Unitamente alla sostanza stupefacente, i militari hanno rinvenuto una vera e propria contabilità relativa all’attività di spaccio rivolta non solo ai giovani di Montelanico, ma anche ad altri “clienti” dei paesi Lepini. Assieme alla contabilità i Carabinieri hanno sequestrato anche 950 euro in contanti, di piccolo taglio, ritenuti provento della pregressa attività di spaccio.

Dopo l’arresto il 30enne è stato portato in caserma, e successivamente presso il carcere di Velletri a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Un uomo di 88 anni residente a Colleferro è morto questa mattina dopo essere precipitato a terra dal piano del reparto di Ortopedia dell'ospedale di Colleferro; la dinamica di quanto accaduto è ora al vaglio dei Carabinieri della locale Compagnia coordinata dal ten. Ettore Pagnano che sta cercando di capire cosa sia esattamente accaduto. L'uomo - stando alle prime informazioni - era ricoverato al reparto di Medicina dello stesso ospedale. La morte non è stata istantanea: accortisi di quanto era appena accaduto, alcune persone hanno immediatamente allertato i soccorsi giunti sul posto dopo pochi secondi. L'uomo è stato subito trasportato all'interno del pronto soccorso con ferite e fratture multiple su tutto il corpo ma è spirato poco dopo.
Due arresti per droga, nella notte, per i Carabinieri della Compagnia di Anagni: un 50enne di Gorga, che per evitare i controlli ha aggredito i militari ed è stato poi trovato in possesso di cocaina e un albanese residente ad Anagni, colto in flagranza di reato mentre cedeva cocaina ad un italiano
100 panetti di hashish - per un valore complessivo nel mercato della droga pari a circa 50mila euro - nascosti nel portabagagli della propria auto, ognuno pronto per essere confezionato e venduto: è stato arrestato così un 48enne di Ferentino di professione operaio dai Carabinieri della locale stazione e dai colleghi della Compagnia della Città dei Papi agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo. L-uscita del casello Anagni- Fiuggi dell-atteggiamento nervoso con cui il 48enne rispondeva alle domande dei militari.
Anagni. Spaccio di cocaina a via della Valle: i Carabinieri arrestano nuovamente l'albanese sorpreso a spacciare droga nel centro storico cittadino; aveva ripetutamente violato gli arresti domiciliari
Aveva con sé ben trentotto dosi di marijuana per un peso complessivo di diverse decine di grammi e per questo motivo è stato tratto in arresto dai Carabinieri della stazione di Paliano, impegnati in un servizio di controllo sulla via Anticolana. L'uomo - di nazionalità senegalese - è stato fermato mentre viaggiava in direzione di Fiuggi a bordo della sua autovettura. Durante i controlli ha mostrato segni di nervosismo tanto da indurre i militari ad approfondire la perquisizione; il fiuto dei Carabinieri è stato determinante tanto che, nascosta in un vano dell'auto, è stata trovata la droga. Il senegalese è stato accompagnato nelle camere di sicurezza della caserma di Anagni.