Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Colleferro. La Giunta regionale del Lazio approva la delibera che dà il via libera all'istituzione della settima farmacia sul territorio comunale; la soddisfazione del sindaco Pierluigi Sanna

31 ottobre 2018

La Regione Lazio nella seduta di Giunta di ieri - martedì 30 ottobre - ha deliberato l’integrazione della pianta organica delle farmacie per i Comuni di Nettuno e Colleferro.
Nello specifico sono quattro le nuove farmacie una a Colleferro e tre a Nettuno, a Colleferro è istituita, quindi, la settima sede farmaceutica.

Il provvedimento sarà ora pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio. A comunicarlo, in una nota, è l’Assessorato alla Sanità e l’Integrazione Socio sanitaria della Regione.

Il Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna esprime soddisfazione soprattutto per quanto concerne l’ubicazione di questa nuova farmacia Comunale: “ancora una volta abbiamo mantenuto gli impegni presi in campagna elettorale e oltre ad esserci imposti in Regione affinché l’iter riguardante l’ultimazione della variante speciale giungesse a conclusione, siamo riusciti ad ottenere anche l’apertura della settima farmacia in località IV KM”.
“Il mio obiettivo e quello dell’Amministrazione è di rendere il IV KM un quartiere sempre di più legato al centro della città e provvisto di tutti i servizi necessari ai cittadini”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Novità positive arrivano per la rotatoria in prossimità della Farmacia-Stazione a Ferentino: a breve ripartiranno i lavori e per questo è in programma una riunione operativa tra i tecnici comunali e la ditta che sta seguendo l’intervento.Ricordiamo che i lavori di realizzazione della rotatoria erano stati finanziati dalla Regione Lazio. Avviati rispetto a una progettazione in precedenza approvata, per esigenze tecniche di funzionalità dell’intervento, si era reso necessario adottare una variante che accogliesse le modifiche nel frattempo intercorse.
Sulla situazione dell’ospedale di Colleferro il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti scrive al primo cittadino.
Nuovo corso per la Farmacia Comunale di Colleferro che ha riaperto i battenti sabato scorso 22 ottobre con l'inaugurazione della nuova sede all'interno del Centro Commerciale Coop, lungo la via Casilina; la struttura, nata nel 1964, è stata un pezzo fondamentale della città, come ha spiegato lo stesso Pierluigi Sanna, sindaco di Colleferro. Per lo stesso Sanna, il ritorno alla Coop è un gesto simbolico: "perché è il segnale che fa capire come questa scelta sia stata oculata e funzionale: un locale che ha tutte le carte in regola e con articoli di qualità, anche autoprodotti, a un prezzo minore rispetto ad altri".
E’ stata inaugurata questa mattina dall’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Socio-sanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato e dal Commissario straordinario della Asl Roma 5, Giuseppe Quintavalle la nuova Scuola per Infermieri dell’Università La Sapienza di Roma nei locali al piano terra dell’ospedale “Leopoldo Parodi Delfino” di Colleferro. Il progetto ha visto la ristrutturazione del piano terra ed in particolare dei locali ex farmacia ed ex morgue. La scuola infermieri con la nuova distribuzione architettonica copre una superficie di 480 mq ed è costituita da due aule per la didattica,
Ladri in azione, in questi giorni di festa, tra Anagni e Ferentino; un paio di giorni fa a esser presa di mira dai soliti ignoti è stata una farmacia sita alla periferia di Anagni. Misero, in questo caso, il bottino - solo poche centinaia di euro - a fronte, però, di danni ingenti alla struttura quantificabili in circa duemila euro. Nel tardo pomeriggio di oggi, invece, i ladri hanno fatto visita alla Quintel, la società che ha sede sulla via Casilina a Ferentino nata da una partnership tra Regione Lazio e Filas ed il gruppo privato che fa capo a Engineering Ingegneria Informatica e nella sede della Bic Lazio, poco distante. Sul posto si sono immediatamente portati i Carabinieri della Compagnia di Anagni; ancora da quantificare l'entità del furto.