Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Steampunk a Colleferro: bellissimo l'evento organizzato da Beatrice Parenti, presidente di Space Events Organization, in collaborazione con il Comune di Colleferro

29 maggio 2018

Il 26 maggio del 2018 per la prima volta lo Steampunk è approdato a Colleferro. Lo Steampunk è un movimento artistico culturale, nato in Inghilterra a cavallo degli anni ottanta e novanta del secolo appena trascorso che si rifà alla Londra Vittoriana, a scrittori come H.G. Wells, Jules Verne, Conan Doyle e altri che però fa un salto nel tempo, mostrando come sarebbe potuto essere quel periodo se fosse stato possibile utilizzare, sfruttare tecnologie e invenzioni del futuro: come sarebbe stato il passato se il futuro fosse arrivato prima, così recita uno dei più noti slogan del movimento. E allora perché portare lo Steampunk a Colleferro? Proprio perché la nostra città ha avuto una storia che l’ha portata ad anticipare, a “utilizzare” il futuro, perché il suo sviluppo industriale e architettonico è stato un guardare al futuro stesso. Uno sviluppo che ha portato Colleferro dalla prima fabbrica di zucchero, nata alla fine del XIX secolo, alla conquista del cielo. Guardando una vecchia foto del 1899 della Fabbrica di Zucchero di Colleferro, Beatrice Parenti, presidente di Space Events Organization, ha avuto una folgorazione, una illuminazione, che l’ha ispirata nella creazione di uno di quelli che lei definisce “viaggi emozionali” e che non poteva chiamare altrimenti se non “Fabbrica di Zucchero”. Così lo Steampunk è arrivato a Colleferro, a piccoli passi, mormorando il suo nome e il suo significato, spiegandolo a chi non sapeva cosa fosse e alimentando sempre più la curiosità di tutti.
Un progetto lungo quasi un anno, una sceneggiatura scritta nei più piccoli particolari e finalmente, grazie al contributo del Comune di Colleferro e alla collaborazione di gruppi legati al movimento, come Steamporium, L’Alchimista, ClockWork, la casa editrice Dark Zone, Space Events Organization ha portato lo Steampunk in una delle poche città che meglio possono condividerne la filosofia: Colleferro. Una insolita Piazza Italia, ricoperta per metà da un manto erboso, ha iniziato ad animarsi fin dall’alba, gruppi di amatori, provenienti da diverse parti d’Italia, con gli spettacolari travestimenti che caratterizzano gli steamer si sono riversati sulla piazza, accolti dagli sguardi incuriositi dei cittadini più mattinieri, contemporaneamente tutta la particolare ambientazione andava prendendo forma: stand espositivi di oggettistica tipica, strumenti e giochi dove fisica e logica si uniscono al divertimento, laboratori per bambini, set fotografici a tema, così come a tema sono stati i cibi del bistrot ricostruito da una collaborazione tra BeeFood e la Botteguccia della “Via Ritta”, bevande e cocktail forniti dal caffè letterario attivato dal bar Revival, dove autori di genere hanno parlato delle proprie opere e poi la collaborazione di alcuni commercianti della piazza, a partire da Maffucci
Moda, che ha messo a disposizione una vetrina per esporre abiti tipici e un’auto d’epoca per allestire uno dei set fotografici, per arrivare a Bottega del Vino, Teo Pizza, La Tavola degli Antichi. L’animazione pomeridiana ha avuto per antipasto il teatrino per bambini, allestito da L’Alchimista e poi per tutto il pomeriggio gli artisti di strada con i loro spettacoli: Matteo Gizzi (un giovane concittadino), giocoliere e prestigiatore, Fiammetta Federica, che dopo aver passeggiato sui trampoli, ha illuminato il crepuscolo con lo spettacolo del fuoco e Alessio Cinquepal e Paolelli, un vero e proprio equilibrista-giocoliere. Il clou della serata è stato il concerto dei Poison Garden, prima band steampunk italiana, capaci di attrarre e coinvolgere il pubblico nella loro esibizione. E proprio il pubblico è stata la sorpresa più bella della giornata. 
Già dalla mattina, vuoi perché attirate da quei particolari personaggi, dai loro costumi, dagli oggetti
e strumenti che a volte sembravano funzionare per pura magia, sempre più persone hanno iniziato ad animare la piazza, timidamente all’inizio, ma poi sempre più pronte a lasciarsi coinvolgere, a diventare parte e protagonisti dello spettacolo. Diverse centinaia di persone si sono alternate nella piazza principale di Colleferro, uno spettacolo nello spettacolo; lo steampunk a poco a poco ha iniziato a fare breccia nella gente e la cosa più bella è stata l’eterogeneità del pubblico presente e la presenza di tutte le fasce d’età. Il “popolo del vapore” (steam in inglese significa vapore) ha centrato il suo scopo, entrare nel cuore degli abitanti di quella città che come poche può dirsi veramente Steampunk, animare, rivitalizzare per un giorno intero la piazza che è sempre stata il più importante punto di ritrovo per i colleferrini, gettare i semi per poter dire che lo Steampunk può attecchire a Colleferro e gettare le basi per una seconda e sicuramente più grande, ricca e spettacolare edizione


TI POTREBBERO INTERESSARE

Letteratura, Arte, Musica, spettacoli, fotografia e molto altro all'evento "Fabbrica di Zucchero", l'evento steampunk che si terrà il 26 maggio prossimo in piazza Italia a Colleferro; l'evento, organizzato in collaborazione con il COmune di Colleferro, vedrà la partecipazione dei Poison Garden, prima band italiana steampunk. Ma quali sono le caratteristiche di questo interessante filone della narrativa fantastica e fantascientifica che introduce una tecnologia anacronistica all'interno di un'ambientazione storica? A spiegarcelo è la vulcanica ed appassionatissima organizzatrice di eventi Beatrice Parenti:
Questa la composizione del nuovo consiglio comunale di Colleferro dopo il trionfo al ballottaggio per Pierluigi Sanna:
Con oltre il 65% dei voti Pierluigi Sanna, 27enne, è il nuovo sindaco di Colleferro; Sanna, sostenuto dalla coalizione di centrosinistra, l-altro candidato del centrodestra Silvano Moffa. La notizia è arrivata poco dopo la mezzanotte. A congratularsi con Pierluigi, appena saputo della notizia, il Senatore Bruno Astorre, Daniele Leodori (presidente del consiglio regionale) e l’On. Renzo Carella. Davanti ad una folla festante che ha atteso i risultati a piazza Aldo Moro, il neo-primo cittadino ha dichiarato: "dopo tanto seminare, oggi raccogliamo i frutti". Buon lavoro al nuovo sindaco, dunque.
Colleferro. Maltempo, frana un costone in via A. Manzoni: evacuata una palazzina; il sindaco Pierluigi Sanna: " non ci sono feriti; spostamento in albergo degli abitanti è a solo scopo precauzionale"
"Fabbrica di zucchero" è il titolo dell'evento steampunk organizzato da Space Events Organization in collaborazione con il Comune di Colleferro; l'evento si terrà il prossimo 18 maggio in piazza Italia a partire dalle ore 11.00. Sono previsti giochi, animazione, sfilate, presentazione di libri a tema, allestimenti di set fotografici e molto altro. Lo steampunk (“steam” significa vapore, fonte energetica tipica della Rivoluzione industriale) gioca con anacronismi e tecnologie, immaginando “come sarebbe il passato se il futuro fosse accaduto prima”. La Londra vittoriana è l’ambientazione favorita dagli autori steampunk, che popolano la città di automobili a vapore e computer con tastiere in ottone e cuoio. Un evento sicuramente da non perdere, come tutti quelli organizzati da Space Events Organization.