Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Incontro tra OOSS e Regione per Lazio Ambiente; Valiani (UGL): “manca chiarezza sul piano industriale e sul futuro dei termovalorizzatori. Garantiti solo pochi stipendi”

14 dicembre 2017

L’Assessore all’ambiente della Regione Lazio Mauro Buschini ha incontrato i sindacati per fare il punto della situazione della società Lazio Ambiente Spa. La crisi dell’azienda che si occupa di rifiuti si è acuita nelle scorse settimane tanto da mettere in discussione gli stipendi dei dipendenti. Nel corso del confronto con le organizzazioni sindacali, Buschini ha annunciato che la Regione Lazio, titolare al 100% della società, pagherà di stipendi di Novembre e Dicembre, impegnandosi a chiedere ai Comuni morosi di versare le proprie quote per garantire le spettanze almeno fino a Marzo. Altro argomento sul tavolo il nuovo piano industriale che l’amministrazione regionale sta studiando. Risposte che non hanno convinto del tutto perché non fanno luce sul futuro della società e dei suoi lavoratori: “Ci auguriamo – sottolinea il segretario dell’UGL Lazio Armando Valiani – che la Regione non stia facendo solo campagna elettorale annunciando il pagamento degli stipendi per i due mesi che chiudono l’anno e l’impegno successivo fino a Marzo. I lavoratori sono stanchi e chiedono risposte certe che vadano oltre i pochi mesi di cui si è parlato durante l’incontro. Abbiamo bisogno di un documento ufficiale nel quale sia specificato l’importo reale che i Comuni devono versare a Lazio Ambiente perché la cifra esatta è ancora sconosciuta”. Sul nuovo piano industriale l’UGL Lazio sollecita un tavolo che preveda la presenza di tutti gli enti coinvolti: “Non siamo affatto contrari a nuove iniziative ma – spiega Valiani – vogliamo che al tavolo siedano

anche Ama (coinvolta nella gestione dei termovalorizzatori), i sindacati, gli enti locali e il Ministero perché il tema dei termovalorizzatori rientra nel piano Salva Italia. Vogliamo che ci sia chiarezza e chiediamo alla Regione di farsi garante affinché in qualsiasi nuovo progetto venga salvaguardato il reddito delle maestranze”. I sindacati hanno anche chiesto all’assessore Buschini di chiarire il futuro del progetto di revamping degli inceneritori di Colleferro, fermo dal giorno in cui il Sindaco Sanna ha impedito l’ingresso del camion straniandosi a terra: “Vogliamo capire – sostiene Valiani – che fine farà il piano all’indomani di quanto accaduto. Chiediamo anche che vengano ufficializzati i dati di Arpa Lazio per capire se l’inquinamento di Colleferro provenga dal termovalorizzatore o da altre industrie presenti sul territorio”.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Mauro Buschini è entrato nella giunta regionale del Lazio capeggiata dal del governatore Zingaretti. Al consigliere ciociaro è infatti stata assegnata oggi, martedì 19 gennaio, la carica di assessore regionale, al termine del rimpasto messo in atto dal governatore dopo l’abbandono di Sonia Ricci. Buschini dovrà occuparsi di ambiente, rifiuti e rapporti con il consiglio. L’ultima volta che un ciociaro aveva guadagnato una posizione del genere era stato ai tempi di Scalia, durante l’era Marrazzo. “Dedicato a papà”, è stato il primo commento del neo assessore, postato sulla sua pagina Facebook.
Sempre coerenti - sin dall'inizio del mandato - con le linee programmatiche del programma elettorale, sul quale si è ottenuta fiducia la fiducia dei cittadini, anche per ciò che concerne il tema della raccolta differenziata e dunque Lazio Ambiente; lo afferma - in una nota inviata a questa redazione - il sindaco di Montelanico Raffaele Allocca.
Via ai lavori di rifacimento del manto stradale delle tratte più ammalorate sulla via Monti Lepini nel tratto compreso tra il km 9+000 al km 21+000; Mauro Buschini: "promessa mantenuta"
Il sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna ha scritto alla prefetta di Roma dott.ssa Paola Basilone e a quella di Frosinone dott.ssa Emilia Zarrilli per denunciare la gravissima situazione ambientale venutasi a creare in seguito all'interruzione dei contratti di noleggio dei mezzi della società Lazio Ambiente spa che effettuano servizio di igiene urbana nei Comuni di Colleferro, Acuto, Artena, Capranica Prenestina, Carpineto Romano, Frascati, Fiuggi, Gavignano, Genazzano, Gorga, Labico, Montelanico, Nemi, Olevano Romano, San Vito Romano, Segni, Subiaco e Trevi nel Lazio.
Il dott. Raffaele Allocca, sindaco di Montelanico, ci ha affidato il comunicato che segue e che riportiamo integralmente e senza modifiche: