Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Colleferro. Sorpreso a spacciare, viene arrestato dai Carabinieri ma due giorni dopo prova ad evadere: riarrestato e portato in carcere

5 giugno 2015

Nei giorni addietro i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro coordinati dal cap. Emanuele Meleleo, in collaborazione con i colleghi della Stazione di Gavignano, hanno arrestato due volte in tre giorni un cittadino italiano, 42enne, già noto per altre vicende giudiziarie, poiché sorpreso inizialmente con dello stupefacente e poi per evasione dagli arresti domiciliari, imposti dal Giudice dopo la convalida del primo arresto. Precisamente il primo arresto è stato effettuato dai militare dell’Aliquota Radiomobile, che dopo aver notato nei pressi del fermata degli autobus della linea Cotral, vicino l’ospedale di Colleferro, dei movimenti sospetti di alcuni giovani, hanno proceduto al loro controllo trovando uno di loro in possesso di alcuni grammi di stupefacente. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito ai militari di rinvenire e sequestrare complessivamente circa 20 grammi di stupefacente di vario tipo. Il 42enne veniva quindi arrestato e portata innanzi all’A.G. di Velletri, che convalidava l’arresto per detenzione di stupefacente e disponeva la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa della prossima udienza del processo. Ma poi, due giorni dopo, l’uomo veniva nuovamente arrestato dai Carabinieri della Stazione di Gavignano che lo hanno sorpreso, senza alcuna autorizzazione, mentre si trovava fuori dalla sua abitazione. Questa volta il Giudice dopo la convalida dell’arresto ha disposto la sua traduzione in carcere, ove rimarrà a disposizione dell’A.G. in attesa di giudizio.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Due donne romene sono state arrestate, ieri mattina, dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Colleferro coordinati dal cap. Emanuele Meleleo.
I Carabinieri della Compagnia di Colleferro coordinati dal Cap. Emanuele Meleleo hanno portato a termine un servizio di controllo del territorio nei comuni di Colleferro, Valmontone e Artena. Nel corso delle attività di controllo, a Colleferro, i militari della locale Stazione hanno arrestato un italiano di 49 anni poiché durante un controllo al fine di evitare l’identificazione ha provato ad opporre resistenza al personale operante.
Nei giorni scorsi i Carabinieri della Aliquota Radiomobile di Colleferro coordinati dal cap. Emanuele Meleleo, nel corso di uno dei servizi predisposti per il controllo del territorio, hanno arrestato due uomini e una donna, entrambi trentenni; il terzetto, complice l’oscurità, aveva asportato una caldaia da una villetta in costruzione.
I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Colleferro agli ordini del cap. Emanuele Meleleo hanno arrestato ieri due giovani romani di 20 e 22 anni, entrambi già conosciuti alle forze dell’ordine e residenti ad Ostia, con l’accusa di furto aggravato. Continua a leggere...
Martedì mattina, i militari della Compagnia di Colleferro agli ordini del cap. Emanuele Meleleo, a seguito di una segnalata aggressione in atto, sono intervenuti in un bed&breakfast di Segni, ove effettivamente i militari hanno trovato una giovane donna italiana, di 25 anni, che riportava delle lievi ferite nella parte superiore del corpo. Da una immediata ricostruzione dei fatti a seguito di un diverbio tra i due scoppiato per futili motivi, l’uomo è passato alle vie di fatto colpendo la donna con una forbice e vari oggetti contundenti. La scena che si è presentata al personale operante è stata sorprendente, infatti oltre a soccorrere la donna e accompagnarla presso il pronto soccorso dell’ospedale di Colleferro hanno dovuto soccorrere il giovane, che al fine di non farsi rintracciare dai militari dell’Aliquota Radiomobile e dalla Stazione di Gavignano, si era nascosto in maniera rocambolesca nel controsoffitto del bagno, che ha ceduto, sotto effetto del suo stesso peso, facendolo cadere a terra.