Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Aree di crisi complessa. Le OOSS incontrano l'assessore regionale al Lavoro Claudio Di Berardino

10 settembre 2019

“Si è tenuto oggi un incontro con l’assessore regionale Claudio Di Berardino per avviare le politiche attive nei territori di area di crisi complessa. Dopo una lunga discussione la Regione ha deciso, di concerto con le parti sociali, di convocare le associazioni datoriali il 12 settembre. Tale incontro servirà per incentivare le aziende ad aprire nuove attività nelle aree di crisi complessa. In tal caso la Regione si impegna a organizzare e finanziare corsi di formazione”. Così, in una nota, Cgil, Cisl, Uil e Ugl del Lazio.
“Per quanto riguarda gli over 58 – continua la nota – la Regione convocherà il 13 settembre gran parte dei comuni ricadenti nelle aree di crisi complessa al fine di impegnare tali lavoratori in lavori di pubblica utilità. Infine si è deciso di verificare se, a fronte dei tanti pensionamenti, ci siano dei residui da utilizzare per prolungare la mobilità in deroga. Le parti hanno deciso di incontrarsi nel mese di ottobre per fare il punto della situazione e assumere le decisioni conseguenti".



TI POTREBBERO INTERESSARE

Nessun provvedimento di riduzione del servizio di trasporto pubblico, nessuna data per l attuazione del provvedimento amministrazione comunale, nella persona del primo cittadino Fausto Bassetta, attraverso il suo ufficio stampa smentisce le organizzazioni sindacali.
Lunghe file e disagi - questa mattina - Recup dell'ospedale di Anagni a causa dello sciopero generale degli operatori del Recup: su quattro operatori presenti solo uno è operativo. Tra le persone in fila, molti sono anziani. Ci sono poi bambini e donne in gravidanza. Tale iniziativa si è resa necessaria - fanno sapere le organizzazioni sindacali - a causa degli esuberi che si determineranno a seguito dell’aggiudicazione dell’attuale bando di gara emanato dalla Regione Lazio inerente la gestione dei servizi di CUP e amministrativi delle ASL, Aziende Ospedaliere e Presidi regionali per i quali la stazione appaltante non ha peraltro previsto idonee di clausole di salvaguardia del personale in materia di cambi di gestione.
L’Assessore all’ambiente della Regione Lazio Mauro Buschini ha incontrato i sindacati per fare il punto della situazione della società Lazio Ambiente Spa. La crisi dell’azienda che si occupa di rifiuti si è acuita nelle scorse settimane tanto da mettere in discussione gli stipendi dei dipendenti. Nel corso del confronto con le organizzazioni sindacali, Buschini ha annunciato che la Regione Lazio, titolare al 100% della società, pagherà di stipendi di Novembre e Dicembre, impegnandosi a chiedere ai Comuni morosi di versare le proprie quote per garantire le spettanze almeno fino a Marzo.
Sciopero in contemporanea per cinque punti vendita COOP (Cisterna, Formia, Fiuggi, Frosinone e Terracina) per dire no all'affitto di ramo d'azienda. La decisione di affidare a terzi la gestione dei supermercati non convince le organizzazioni sindacali né tantomeno i lavoratori che, sabato, hanno incrociato le braccia supportati dalle rispettive sigle di riferimento: Fisascat CISL, Filcams CIGL, Uiltcs. “No al franchising, la Coop non può svenderci al privato”, questo il grido dei tanti dipendenti che hanno scioperato per contestare l’operazione che riguarderà nelle prossime settimane i punti vendita del Basso Lazio. Preoccupati i sindacati: "si tratta di una decisione che penalizzerà ulteriormente i dipendenti". Emblematico lo striscione affisso fuori da uno dei supermercati in sciopero: “La Coop non sei più tu”.
Trasporti Lazio, le OOSS: "su condizioni pendolari necessario aprire un confronto con Regione Lazio