Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Nuovi incarichi alla Questura di Frosinone: Flavio Genovesi è il nuovo dirigente della Squadra Mobile e Fabrizio Marandola dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico

13 agosto 2019

Nuovi incarichi alla Questura di Frosinone.

Il dott. Flavio Genovesi è il nuovo dirigente della Squadra Mobile della Questura e il dott. Fabrizio Marandola dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.

La scelta del Questore di Frosinone dott. Leonardo Biagioli ha tenuto conto delle capacità, dell’esperienza e della professionalità dei due funzionari, ma anche della loro conoscenza del territorio che è un altro degli elementi fondamentali per ricoprire un incarico che investe non solo la città di Frosinone, ma tutta la provincia.

Il dott. Genovesi e il dott. Marandola nella conferenza stampa di presentazione hanno ribadito la volontà di lavorare in sinergia incanalando la forza delle loro “squadre “ verso l’obiettivo comune: la sicurezza dei cittadini.

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

La dott.ssa Cristina Rapetti da oggi nuovo Capo di Gabinetto della Questura di Frosinone

A prendere il suo posto al Commissariato di P.S. di Cassino il Commissario Capo Dr. Nicola Donadio
Cambio ai vertici della Questura di Frosinone e del Commissariato di Cassino. Da oggi, insediamento ufficiale del nuovo Capo di Gabinetto della Questura di Frosinone, Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato D.ssa Cristina Rapetti. Un prestigioso incarico assegnato al funzionario di Polizia quale riconoscimento anche della grande professionalità ed equilibrio con cui ha diretto, da ottobre del 2014, il Commissariato di Cassino.
Servizi straordinari di controllo del territorio nel periodo di Ferragosto: visita del Prefetto nella Questura di Frosinone
Sono continuate senza sosta le indagini della Digos della Questura di Frosinone dopo gli incidenti verificatisi domenica pomeriggio al termine della partita Frosinone – Inter.
Nel tardo pomeriggio di martedì 22 settembre un’operazione di polizia giudiziaria è stata predisposta dalla Squadra Mobile di Frosinone col fine di monitorare luoghi abitualmente frequentati da pregiudicati dediti ad attività delinquenziali.Nel corso dei controlli di Polizia, nelle vicinanze di un casolare abbandonato sito nel comune di Ferentino, una pattuglia della Squadra Mobile ha notato due uomini che vi si aggiravano con fare sospetto.
Alle ore 17.00 circa di sabato pomeriggio, al termine dell’incontro di calcio Frosinone – Inter, durante la fase di deflusso delle due tifoserie, alcuni sostenitori ospiti hanno raggiunto la rotatoria posta tra via Marittima e via Piave. Nella circostanza sono venuti a contatto con un gruppetto di tifosi locali con lancio di sassi e l’uso di aste di bandiere e cinture dei pantaloni. Immediato è stato l’intervento delle Forze di Polizia che hanno provveduto a riportare la calma. Il personale della Digos della Questura di Frosinone, diretta dal Vice Questore Aggiunto dott. Cristiano Bertolotti, identificava tre tifosi interisti, già gravati da precedenti di Polizia, che venivano denunciati per rissa e violazione della normativa inerente le manifestazioni sportive. Nei confronti dei tre tifosi interisti sono stati notificati altrettanti provvedimenti di Daspo per la durata di cinque anni. Sono in corso indagini in collaborazione con la Digos della Questura di Milano per l’identificazione di ulteriori tifosi ospiti e locali che hanno preso parte ai predetti scontri.