Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

“Innovazione Sostantivo Femminile 2019” ai nastri di partenza

La nuova edizione del bando della Regione Lazio dedicato all’imprenditoria femminile che prevede contributi a fondo perduto in percentuale variabile con somme fino a 40mila euro a progetto, sarà aperta dal prossimo 10 settembre - 8 agosto 2019

“Innovazione Sostantivo Femminile 2019” ai nastri di partenza. La nuova edizione del bando della Regione Lazio dedicato all’imprenditoria femminile che prevede contributi a fondo perduto in percentuale variabile con somme fino a 40.000,00 euro a progetto, sarà aperta dal prossimo 10 settembre per concludersi il 12 novembre, ultimo giorno utile per le candidature.
 Destinatarie dell’Avviso sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI), in forma singola, incluse le Libere Professioniste, che sono Imprese Femminili, anche non ancora costituite alla data di presentazione della domanda, o Libere Professioniste con Partita IVA attiva ed hanno Sede Operativa nel territorio della Regione Lazio.
L’agevolazione è un contributo a fondo perduto nella misura richiesta dal partecipante al bando per una percentuale misura tra il 50% e l’80% dell’importo complessivo del Progetto presentato e, comunque, non superiore a 40.000 euro.
Sono progetti ammissibili tutti quelli che prevedono l’adozione di una o più nuove tecnologie o soluzioni digitali o processi e sistemi di innovazione aziendali tra quelli di seguito elencati (le Tipologie di Intervento):
-   tecnologie digitali e/o soluzioni tecnologiche consolidate che permettono di elaborare, memorizzare/archiviare dati, anche in modalità multilingua, utilizzando risorse hardware/software distribuite o virtualizzate in rete in un’architettura di cloud computing, quali ad esempio: realtà aumentata, wearable wireless devices e body area network, text e data mining, micro-nano elettronica, IoT (Internet of Things), piattaforme di erogazione servizi, internet e web 2.0, social media, eCommerce, eSupply Chain, GIS (Geographic Information System), new media, editoria digitale, piattaforme per la condivisione e il riuso di contenuti, sistemi di tracciabilità per l’autenticazione di prodotti e l’ottimizzazione di processi logistici;
-  processi e sistemi di automazione industriale per il miglioramento della qualità del processo produttivo e dei prodotti (ad esempio macchine a controllo numerico), anche in termini di sicurezza e sostenibilità (riduzione impatto ambientale, riduzione utilizzo risorse, quali ad esempio energia e acqua);
- processi e sistemi produttivi flessibili, quali sistemi robotizzati “intelligenti”, interfacce evolute uomo-macchina, sistemi di programmazione e pianificazione intelligente dei compiti, in particolare per il miglioramento dell’efficienza energetica dei processi;
- processi e sistemi di fabbricazione digitale, inclusa l’adozione di tecnologie digitali avanzate a supporto dei processi produttivi (ad esempio stampa 3D, prototipazione rapida, ecc.).
TEMPI:
Il Progetto deve essere completato, pagato e rendicontato entro 9 mesi dalla data di concessione.
EROGAZIONE:
Il contributo sarà erogato, a saldo, in un’unica soluzione, a fronte della rendicontazione delle spese effettivamente sostenute che deve essere effettuata esclusivamente on-line tramite il sistema GeCoWEB.
 
Per approfondire, questo il link:
 http://www.lazioinnova.it/bandi-post/innovazione-sostantivo-femminile-2019/


TI POTREBBERO INTERESSARE

Il nome non poteva essere più azzeccato, anche perché loro sono una più bella dell'altra. Stefania, Valentina ed Eleonora Giulioni, anagnine, hanno festeggiato ieri - giovedì 12 maggio - i primi dieci anni di attività del loro frequentatissimo centro estetico che si chiama, appunto, "Il bello delle donne": un risultato straordinario, conseguito con impegno e passione, una straordinaria storia di di successo di imprenditoria tutta al femminile; un traguardo tagliato grazie alla fiducia conquistata negli anni, dedicando al proprio lavoro tutte le proprie forze. "Per me il lavoro è passione - spiega Stefania, titolare del negozio - e se oggi siamo arrivate a festeggiare i dieci anni di attività è anche grazie alle nostre meravigliose clienti che ci hanno dato fiducia e che hanno creduto in noi. Le ringraziamo, con il cuore, e ringraziamo tutti coloro che, fino ad adesso, ci hanno supportato". Congratulazioni a queste tre splendide ragazze, dunque, e ad maiora!
Si è da poco conclusa l'edizione 2016 del prestigioso concorso indetto da BIC Lazio, BCC Paliano e dal CNA Artigiancoop che ha visto fronteggiarsi molti ragazzi provenienti da diversi istituti del comprensorio su importanti temi come quello dell'imprenditoria. Guidati dagli esperti della Banca del Credito Cooperativo di Paliano e del Business Innovation Center Lazio di Ferentino si è giunti alla presentazione dei progetti imprenditoriali dei ragazzi.
Fino a 2 milioni di euro per sostenere un’idea creativa o far nascere una nuova impresa al femminile. E’ questa l’opportunità che offre la Regione Lazio alle tante donne che da tempo hanno un sogno nel cassetto ma non i mezzi per realizzarlo. Con la terza edizione del bando regionale “Innovazione Sostantivo Femminile” la Regione è pronta a investire fino a 30 mila euro per ogni progetto legato all’innovazione sociale, all’ambiente, alla mobilità sostenibile e i beni culturali.
Quando l’imprenditoria sposa la solidarietà i frutti si vedono e il connubio pubblico/privato acquista un significato profondo. Interpreta questa logica il progetto andato in porto questa mattina a Paliano dove alcuni imprenditori locali hanno teso la mano al Comune nel dare una risposta concreta ad un’esigenza specifica legata alla mancanza, nel parco macchine comunale, di un mezzo per il trasporto delle persone disabili. La cerimonia di consegna del veicolo, parcheggiato in bella mostra nella elegante e centrale Piazza Colonna, è avvenuta alla presenza dell’intera Amministrazione Comunale, dei referenti dei Servizi Sociali, la responsabile Dott.ssa Maria Rosaria Pacciani e l’assistente sociale Rita De Caro, del Presidente della Banca di Credito Cooperativo, Giulio Capitani, che contribuito a sostenere economicamente l’iniziativa, dei referenti della società Mobility Life, Steven Bracci e Marika Placidi che hanno reso possibile la donazione del veicolo, e degli imprenditori locali che hanno sponsorizzato il progetto “LIBERI DI ESSERE, LIBERI DI MUOVERSI” grazie al quale oggi i Servizi Sociali del Comune di Paliano possono contare su un importante strumento di abbattimento delle barriere.
Tonino Boccadamo premiato dall’Ordine del Leone d’Oro di Venezia. Riconoscimento speciale alla carriera per il Commendator Boccadamo e Nomination per il Leone d’Oro