Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Roma. “Il trasporto pubblico locale va sostenuto, non demolito” è lo slogan del presidio che si è tenuto davanti al Ministero dei Trasporti; presenti tanti lavoratori ciociari

16 maggio 2019

“Il trasporto pubblico locale va sostenuto, non demolito” è lo slogan del presidio previsto che si è tenuto oggi dalle 10.30 alle 13.30 davanti al Ministero dei Trasporti e al quale hanno partecipato numerosi lavoratori ciociari.

 Spiega Salvatore Pellecchia, Segretario generale della Fit-Cisl: “Il sistema del trasporto pubblico locale deve essere adeguato alle esigenze di mobilità del Paese e questo è possibile solo se si investe in mezzi efficienti e non inquinanti, se vengono garantiti i livelli occupazionali necessari e il relativo turnover e, soprattutto, mantenendo in maniera strutturale i necessari finanziamenti. I continui tagli alle risorse economiche che il tpl sta subendo da diversi anni, e che tra l’altro contraddicono le dichiarazioni del Governo di valorizzare il trasporto pendolare, non sembrano andare in questa direzione.

Non abbiamo ancora conferme sul ripristino dei 300 milioni di euro al Fondo nazionale trasporti e dei 50 milioni di euro destinati alla copertura degli oneri di malattia che, in funzione di recenti provvedimenti, saranno progressivamente eliminati”.

 Aggiunge Eliseo Grasso, Coordinatore nazionale della Fit-Cisl per il tpl: “I lavoratori di questo settore, che è un servizio pubblico essenziale, hanno il contratto di lavoro scaduto da oltre un anno. Per questo motivo è necessario aprire al più presto il tavolo di confronto sul rinnovo del contratto della mobilità. Inoltre con cadenza quasi giornaliera assistiamo ad aggressioni al personale che svolge il proprio lavoro. Non è più rinviabile un confronto atto a individuare investimenti e strumenti utili alla sicurezza dei lavoratori”.

Conclude il Segretario generale della Fit-Cisl Salvatore Pellecchia: “Nel tempo si sono accumulate tante criticità nel settore del tpl; non ci interessa individuare responsabilità, ma ci interessano le soluzioni. Non è più possibile rimandare un confronto che ci auguriamo possa cominciare dal presidio di domani”. Presente alla manifestazione una delegazione della Fit Frosinone con Il Segretario Massimo Iori e Mauro Musa delegato dalla Fit CISL per le  Aziende Trasporto pubblico locale e un nutrito gruppo di attivisti.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Trasporto Pubblico Locale, dipendenti di aziende private in difficoltà per i ritardi nell'erogazione degli stipendi; la nota di Mauro Musa, delegato Fit Cisl di Frosinone
Elezioni RSU aziende pubbliche e private di igiene ambientale: la Fit-Cisl di Frosinone si riconferma o avanza in altri territori
Frosinone. Aggressioni al personale sugli autobus di trasporto pubblico locale Geaf Scarl; il duro atto di condanna di Fit- Cisl e Filt-Cgil
Alcuni lavoratori che da anni si occupano del trasporto pubblico locale e servizio scuola bus dell'Azienda Di Ponio sono in attesa di essere pagati, addirittura qualche caso l'ultima busta paga risale a quella di dicembre. Ricordiamo che i Comuni interessati sono Valle Rotonda e Pignataro Interamna. Un servizio garantito tuttavia con continuità, nonostante il mancato pagamento delle spettanze.
"Sicurezza: il cuore del Lavoro": a Isola del Liri CIGL, CISL e UIL celebrano la festa dei Lavoratori è stato il tema dell'evento organizzato da CIGL, CISL e UIL a Isola del Liri in occasione della festa dei Lavoratori. Il corteo, partito alle ore 9.00 da piazza Boncompagni, si è snodato lungo le vie cittadine per poi terminare con un comizio al quale è intervenuto Paolo Terrinoni, segretario generale CISL Lazio.