Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Vallepietra, riaperto il santuario della Santissima Trinità: centinaia i fedeli che hanno sfidato il freddo, pioggia e vento, per essere presenti alla riapertura

2 maggio 2019

Ieri primo maggio oltre 1500 persone hanno sfidato il freddo, pioggia e vento, per essere presenti alla riapertura del santuario, che riapre dopo la chiusura dei mesi invernali, ad aprirlo è stata la comunità di Vallepietra, che partendo alle 6:00 del mattino, dal piccolo paesino dei monti Simbruini, ha raggiunto a piedi la cima del Monte Autore insieme al rettore del Santuario, per aprire la porta del santuario.
Dopo l’ingresso della comunità di Vallepietra, sono entrate circa 30 compagnie con i loro stendardi, provenienti da vari paesi del Lazio e non solo. Con la Santa Messa delle 10:00, presieduta da Monsignor Lorenzo Loppa Vescovo della nostra diocesi concelebrata da altri sacerdoti e insieme al rettore, alla presenza di circa 1500 pellegrini, si è aperto ufficialmente questo nuovo anno del santuario. Alla celebrazione ha assistito tantissima gente, che ha partecipato all'eucarestia con attenzione e fede.
Il rettore ha ringraziato i capi compagnia, perché danno la possibilità a tanti pellegrini di stare a contatto con il Signore, di ritrovare forza e fiducia per il cammino della vita.
Il vescovo durante l’omelia ha specificato, che il Primo Maggio, non è solo il giorno della riapertura del santuario, ma è una giornata molto importante anche per la comunità di Vallepietra, che celebra la festa di tutti i lavoratori del mondo, che si riconoscono in San Giuseppe Artigiano. Ha inoltre spiegato, come questa festa sia importante per il paese, che in questa data ricorda un momento duro della Seconda guerra mondiale, in cui i tedeschi, ritiratisi da Cassino, cercavano gli alleati nel paese ed avevano predisposto tutto nella piazza del paese per uccidere alcuni uomini se non fosse stato rivelato il nascondiglio dei soldati alleati.
Alla fine della santa messa, il vescovo ha augurato al rettore, ai suoi collaboratori e a tutti i pellegrini che verranno, un buon cammino di fede e un buon viaggio per i prossimi sei mesi.
Conclusa la celebrazione eucaristica di Mons. Lorenzo Loppa, si è svolta la processione con il santissimo, che è stato portato fino alla cappella della esposizione, situata sotto il santuario.


TI POTREBBERO INTERESSARE

P: Aessandro Pennacchi ofm conv. ex parroco di San Carlo a Cave, è stato nominato dal Vescovo della Diocesi Anagni-Alatri, Mons. Lorenzo Loppa, Vicario di Trevi nel Lazio, di Filettino e di Vallepietra, in aiuto a Mons. Alberto Ponzi parroco di Trevi nel Lazio e Rettore del Santuario della SS Trinità di Vallepietra e a Mons. Alessandro Alessandri parroco di Filettino giunto alla venerabile età di 98 anni.
Vallepietra. Il primo maggio la riapertura del santuario della Santissima Trinità, previsto l'arrivo di migliaia di fedeli
L’appuntamento è per mercoledì 11 Maggio alle ore 19,15 presso il Centro Pastorale in Fiuggi – Via dei Villini n° 82 - convocato dal Segretario Diocesano Aldo Fanfarillo e dal Delegato Vescovile don Bruno Veglianti, per organizzare il prossimo Cammino diocesano di Fraternità che si svolgerà al Santuario della SS. Trinità - Vallepietra il 19 giugno 2016 al quale parteciperanno le 43 Confraternite presenti in 14 Comuni della Diocesi Anagni-Alatri.
Grave incidente stradale a Vico nel Lazio: due giovani pellegrini di ritorno dal santuario di Vallepietra investiti in pieno da un'auto. Grave il conducente del mezzo, elitrasportato in codice rosso a Roma
La lettera di don Giuseppe Ghirelli, missionario anagnino in Etiopia, ai lettori di anagnia.com: "l'inno che i pellegrini cantano nel Santuario della Trinità di Vallepietra è risuonato per la prima volta nella Chiesa di Adaba"