Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Valle del Sacco, inquinamento. Il consigliere provinciale Gianluca Quadrini: “i fondi ci sono e vanno usati”

2 maggio 2019

Dopo aver appreso la notizia che nei primi giorni di questo mese verrà installata la Centralina Mobile messa a disposizione dell’Arpa Lazio per la rilevazione degli inquinanti nella Valle del Sacco e che il 13 Maggio verrà organizzata una conferenza a Patrica da parte di una Società specializzata nell’abbattimento degli odori che presenterà delle tecniche e modalità innovative per il trattamento dell’aria, il consigliere provinciale, nonché presidente della XV Comunità Montana Gianluca Quadrini torna a porre l'accento sul delicato problema dell'inquinamento, ad oggi purtroppo ancora irrisolto.

“Gli ultimi sversamenti –dichiara Quadrini- hanno evidenziato la drammaticità della situazione ambientale della Valle del Sacco. Una situazione di inquinamento estrema alla quale le forze in campo oggi nella provincia di Frosinone non riescono a sopperire. Parliamo di un inquinamento che dura da oltre cinquant'anni. La conseguenza è che i residenti sono sempre più colpiti da questa piaga ambientale, che mette a rischio la salute e la sicurezza e accanto al danno intrinsecamente ambientale si profila, infatti, anche quello all’immagine del territorio, che ne esce profondamento deturpato nelle proprie potenzialità.

Un passo che potrebbe far sperare è l’accordo di programma siglato nella prefettura di Frosinone qualche mese fa per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e risanamento del Sito di interesse nazionale (Sin) Bacino del Fiume Sacco. E’ doveroso adesso realizzare tali interventi per mettere fine ad uno scempio ambientale tra i più gravi del Paese. Quindi l’appello è che la Regione si impegni per conseguire gli obiettivi fissati. Ed è fondamentale che anche Comuni e Province finora escluse possano essere consultate ed informate circa strategie e decisioni sugli interventi. I fondi che in realtà ci sono da tempo vanno quindi utilizzati. Impediamo che continuino a rimanere imbrigliati in una macchina burocratica immobile”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Patrica. Il consigliere provinciale Gianluca Quadrini: "no a un altro impianto rifiuti"
A Fumone un interessante convegno sulla mosca olearia; il plauso del consigliere provinciale ing. Gianluca Quadrini
Telecamere accese sulla crisi ambientale della Valle del Sacco stamattina, 25 febbraio. Le telecamere erano quelle del Tg Regione. E sono arrivate a Sgurgola, dove si è parlato della situazione ambientale della Valle del Sacco, oramai da anni in stato di emergenza.
Inquinamento nella Valle del Sacco, il caso approda al consiglio comunale di Ferentino; Maurizio Berretta deposita una interrogazione per conoscere quali sono i provvedimenti adottati dall'ente per arginare il fenomeno
Un appuntamento promosso comitato di quartiere di Osteria della Fontana, coordinato dall'avv. Angelo Galanti, per analizzare gli effetti ed i rischi sulla salute, derivanti dall’inquinamento e dalle sue influenze su aria, acqua e alimenti; il titolo del convegno che si terrà sabato 18 marzo prossimo alle 16.30 al palaBancAnagni di via San Magno è, appunto, "Inquinamento ambientale, rischi per la salute nella Valle del Sacco". L'iniziativa è organizzata in collaborazione con le associazioni Re.Tu.Va.Sa., Anagni Viva, Agricoltori della Valle del Sacco e con i comitati di San Bartolomeo, Vignola-Monti e Tufano Insieme. Diversi ed interessanti gli interventi in scaletta, a partire da quelli dell'avv. Angelo Galanti e del dott. Giovambattista Martino, dell'associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Provincia.