Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

A febbraio scade il bando regionale: risorse per 11 milioni di euro, la La Fiab Frosinone confida nella lungimiranza delle amministrazioni locali: "il cicloturismo è un'opportunità economica e uno stile di vita sano"

Possibilità di entrare nel circuito dei ComuniCiclabili - 3 febbraio 2019


E' stata chiamata Mobilità Nuova ed è la risposta naturale all'esigenza sempre più diffusa di riprendersi ciò che l'estrema industrializzazione ha sottratto alle attività umane.
Spostarsi in bicicletta, oltre ad essere una sana attività fisica ed una soluzione strategica per aggirare le congestioni di traffico soprattutto nelle città più caotiche, abbattendo al contempo i livelli di smog, è anche un modo per fare turismo.
I viaggi e le escursioni in bicicletta sono in crescita all'estero come in Italia. Il nostro Paese può offrire notevoli risorse al cicloturismo: paesaggistiche, monumentali e storiche. E anche luoghi in cui è possibile introdurre abitudini più ecologiche.
La Fiab di Frosinone (Federazione italiana amici della bicicletta) ritiene che la nostra provincia esprima potenzialità enormi in fatto di cicloturismo e soprattutto possa riscattare la qualità ambientale attraverso scelte più lungimiranti, e che pertanto sia il momento più opportuno per investire in questa direzione.
E' il momento giusto perché sia a livello nazionale (Legge 11 gennaio 2018 n. 2 Disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica) sia a livello regionale (Legge Regionale n. 11/2017) ci sono normative e opportunità. A cominciare dal bando della Regione Lazio che, in vista del Piano della mobilità ciclistica, ha messo a disposizione finanziamenti per 11 milioni di euro per la realizzazione di ciclovie.
Tutti i Comuni del Lazio possono partecipare al bando per realizzare nuove piste ciclabili e per mettere in rete quelle che già ci sono.
Alcuni Comuni della provincia di Frosinone sono già al lavoro per presentare i progetti. Secondo l'avviso, saranno maggiormente premiati quelli che prevedono percorsi connessi a luoghi di interesse culturale, come musei, monumenti e aree archeologiche, o artistico, oppure a aree naturali protette e Siti di interesse comunitario.
 
Le manifestazioni d'interesse devono pervenire entro il 20 febbraio prossimo perché il bando è stato prorogato.
La Fiab Frosinone, dunque, auspica che le amministrazioni locali avanzino proposte interessanti affinché si diffonda la cultura della mobilità sostenibile anche in questo territorio che come altri sta vivendo il dramma dell'inquinamento e dell'impoverimento economico. Monito condiviso a livello regionale da parte del coordinamento Fiab Lazio.
L'avviso è rivolto, oltre ai singoli Comuni, anche alle Unioni di Comuni, alle Province e alle altre forme associative e di cooperazione. Un progetto integrato e collettivo, che comprenda un territorio più articolato, probabilmente avrà maggiore incisività sulla valutazione ai fini del finanziamento e risulterà più accattivante in chiave turistica e di valorizzazione ambientale.
 
Pertanto, la Fiab Frosinone, confida nelle capacità gestionali delle amministrazioni locali, affinché laddove possibile si possano unire le progettualità e presentare opere di più ampio respiro e che rappresentino un territorio unito e non frammentato.
 
Con l'occasione, l'associazione ambientalista ricorda altre scadenze di febbraio che fanno riferimento alla Fiab.
Il marchio ComuniCiclabili: le amministrazioni interessate ad entrare in questo circuito virtuoso possono sottoscrivere la propria candidatura direttamente su www.comuniciclabili.it. Per iscriversi all’edizione 2019 di ComuniCiclabili c’è tempo fino al 15 febbraio. Anche questa iniziativa è incoraggiata dal coordinamento Fiab Lazio affinché i centri diventino sempre più a misura di pedoni e ciclisti, aumentando la loro attrattività turistica.
Il primo Comune ciclabile del Lazio è proprio della provincia di Frosinone, Serrone.
 
Corsi per realizzare la Città delle biciclette, rivolti ad amministratori e progettisti. In base alla legge 2/2018 tutti i comuni italiani devono dotarsi di un Biciplan per risolvere i problemi di traffico, inquinamento e mancanza di sicurezza. Bikeitalia proporrà agli iscritti anche l’analisi dei flussi, delle incidentalità e la gerarchia delle strade. Informazioni su www.fiab-onlus.it
 
Fiab Frosinone è a disposizione all'indirizzo fiabfrosinone@gmail.com e alla pagina Facebook Fiab Frosinone.


TI POTREBBERO INTERESSARE

La Federazione Italiana Amici della Bicicletta all'inaugurazione del Parco Matusa Infopoint nell'area verde per la campagna tesseramento 2019; l'evento di sabato e domenica sarà l'occasione per conoscere meglio l’associazione e le sue attività
Lo scorso fine settimana nell’ambito del progetto “ Le Ferrovie dimenticate” organizzato dalla FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), tanti amanti delle due ruote si sono riversati di quella che fu la linea ferroviaria Roma – Fiuggi, attraversando il tratto di pista ciclabile che attraversa i Comuni di Paliano, Serrone, Piglio, Acuto e Fiuggi. L’iniziativa “Da Roma a Fiuggi: in bici lungo la ferrovia dismessa” organizzata da Mario Girolami, ha riscosso grande successo con l’ausilio organizzativo dei cicloattivisti romani (Volontari Ciclabile Tevere – Vitinia in Bici e Pedalando Uniti – FIAB Roma Naturamici).
"Bimbimbici" anche a Frosinone: piccoli ciclisti montano in sella; l'appuntamento è per domenica 9 giugno al Parco Matusa con un percorso cittadino, giochi, indovinelli e una gustosa colazione
Isabella Borghese presenta domani sera alle ore 21.30 per “Libri al Borgo” (Giardino dell’Excelsior-Bar Due P, Fiuggi Città) il suo libro “Una bella bici che va” (Giulio Perrone Editore). Lo farà in compagnia dello scrittore Alex Pietrogiacomi e di Pino Pelloni.
In occasione della “giornata FIAB delle ferrovie dimenticate” dello scorso 4 e 5 marzo la FIAB di Roma (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) organizzò una pedalata, lungo la pista ciclabile Paliano – Fiuggi, con grande partecipazione da parte di tanti ciclisti romani. In quell’occasione il Sindaco di Piglio Mario Felli incontro i partecipanti, ed organizzò un successivo incontro presso la sede comunale di Piglio a cui parteciparono oltre ai Sindaci attraversati dalla pista ciclabile (Acuto, Serrone, Paliano) rappresentanti della FIAB, altre sigle legate alle due ruote, tra cui Naturamici e Bicichigi.