Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Successo oltre ogni aspettativa alla campagna di microchippatura gratuita dei cani ad Alvito; straordinario risultato per l'evento organizzato dalle guardie zoofile-ambientali del Circolo Ambientale Provinciale di Frosinone

15 maggio 2018

Anche il piccolo ma caratteristico borgo di Alvito, nel cuore della valle di Comino, è stata teatro, nei giorni scorsi di un evento dedicato alla microchippatura gratuita. Il successo per l'evento organizzato dalle guardie zoofile-ambientali del Circolo Ambientale Provinciale di Frosinone - in collaborazione con la ASL, con il patrocinio del Comune di Alvito e della Regione Lazio - ha avuto un successo inaspettato: oltre 250 sono stati i cani microchippati in quella che sembrava una catena di montaggio. Fin dalla mattina, le prime guardie zoofile giunte sul posto testimoniano che vi erano oltre 30 proprietari con relativi cani a fare la fila, e il servizio sarebbe stato erogato ben un’ora dopo!
Un grande lavoro è stato svolto soprattutto nella fase preliminare, volto alla sensibilizzazione della popolazione locale, che ha risposto in modo molto positivo. Sensibilizzazione che coinvolge tutte le fasce di età, anche i più piccoli: significativo in tal senso è l'episodio di una bambina in fila per far microchippare il suo orsacchiotto nonché la sua gioia nel raccontare l'accaduto.
"Ricordiamo che mettere il microchip al cane non è solo un atto caratterizzato dal gran senso di civiltà e amore verso lo stesso, ma è un obbligo, come stabilito dalla Legge quadro in materia di animali d’affezione e prevenzione al randagismo (L. n° 281/1991) - fanno sapere le guardie zoofile-ambientali del Circolo Ambientale Provinciale di Frosinone che hanno organizzato l'evento - la mancata apposizione comporta una sanzione da un minimo di 154,00€ a un massimo di 1540,00€ (provvedimento Regione Lazio del 8/8/2017).  Le Guardie ringraziano tutti coloro che si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento, dal veterinario della ASL, al Comune e alle sue guardie municipali, alla Regione Lazio".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ancora allarme per i bocconi avvelenati, dopo i due casi recenti di Trevi Nel Lazio, dove a distanza di pochi giorni sono stati rinvenuti quattro cani morti, questa volta a pagare le conseguenze è stato un cane nel Comune di Guarcino rinvenuto in località Torrita. Sul posto sono intervenute le guardie zoofile dell’Accademia Kronos coordinate dal comandante provinciale Armando Bruni. Rinvenuti altri bocconi avvelenati dalle guardie zoofile a Guarcino; il responsabile provinciale dell’Accademia Kronos Armando Bruni: “avvisi di pericolo nell’area dove è stato trovato il cane morto”
Combattere il fenomeno del randagismo che, da tempo, crea parecchi problemi in città; è con questo scopo che nella mattinata di domenica 26 giugno ad Osteria della Fontana di Anagni si è tenuta una giornata dedicata alla microchippatura gratuita dei cani, organizzata dal Comune di Anagni in collaborazione con le Guardie zoofile Ambientali del circolo ambientale della provincia di Frosinone. Per l'occasione sono stati impianti circa 250 microchip. "Ringraziamo il sindaco di Anagni dott. Fausto Bassetta, il presidente del consiglio comunale avv. Giuseppe Felli e il dott. Cesare Giacomi, veterinario, che ha impiantato i chip - afferma Armando Bruni, guardia zoofila e responsabile FR3 dell'area nord del circolo ambientale provinciale di Frosinone - grazie anche a tutti coloro che hanno partecipato e hanno reso possibile questa importante iniziativa".
Non è passata neanche una settimana, dalla macabra scoperta di due cani morti da avvelenamento nel Comune di Trevi Nel Lazio, che nella giornata di lunedì scorso sono stati rinvenuti altri due cani morti per bocconi avvelenati, uno randagio e l’altro di proprietà. Le guardie zoofile dell’Accademia Kronos coordinate dal comandante Armando Bruni,
Decine di persone, con al seguito i propri rispettivi amici a quattro zampe, hanno risposto - domenica, mattina e pomeriggio - all'appello dell'associazione EKOS Pet Onluns e del circolo ambientale di Frosinone, che, in collaborazione con i comuni di Trevi nel Lazio e Piglio, hanno organizzato la prima giornata di microchippatura gratuita realizzata con il supporto dell'ambulanza veterinaria. Molti sono stati gli animali che ora che sono stati microchippati potranno essere restituiti ai legittimi proprietariin caso di smarrimento.
Sono stati 113 in tutto i microchip applicati gratuitamente ad altrettanti cani nella giornata di microchippatura voluta dal comune di Piglio domenica scorsa. L’organizzazione è stata all’associazione provinciale Accademia Kronos ed al suo direttivo guidato dal comandante Armando Bruni. Durante l’evento che è durato tutta la mattinata ed aperto a tutti i Comuni della Provincia di Frosinone, è stata anche l’occasione per informare i padroni sulla sterilizzazione e sui corretti comportamenti da tenere con gli amici a 4 zampe.