Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Frosinone. La moda ‘firmata’ Accademia di Belle Arti in passerella per “Eleganza senza tempo”

3 ottobre 2017

È stata l’Accademia di Belle Arti ad aprire la serata dedicata alla moda “Eleganza senza Tempo” promossa dal comune di Frosinone. Sulla passerella di piazza Vittorio Veneto hanno sfilato le creazioni uniche realizzate dagli studenti del corso di Fashion Design. Ben 18 gli abiti che dato vita alla performance ‘firmata’ Accademia di Belle Arti, sotto gli occhi attenti del prof. Giuseppe Iaconis e Paola Iannarilli. Gli abiti, indossati da dieci splendide modelle, alcune di marca ciociara, sono stati accolti da lunghi applausi, le creazioni hanno così bissato il successo ottenuto lo scorso luglio a Roma in occasione dell’Evento Alta Roma Moda. Soddisfatto il prof. Luigi Fiorletta, direttore dell’Accademia che ha detto: “Gli allievi dell’Accademia si vanno sempre di più affermando in campo nazionale e non, i nostri ragazzi devono uscire dai loro confini e proporsi al vasto pubblico, in virtù delle loro grandi potenzialità creative”. Ancora una volta l’Accademia intende sottolineare la volontà di agire sul territorio, per proporsi come nucleo propulsore di attività culturale non solo per la città e l’intera provincia ma anche sul tutto il territorio nazionale.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sarà Piero Angela, divulgatore scientifico, giornalista, scrittore e conduttore televisivo, ad inaugurare l'anno accademico all'Accademia di Belle Arti di Frosinone il prossimo 2 febbraio. Sua, infatti, sarà la lectio magistralis dal titolo “Raccontare l’Archeologia far rivivere la storia negli spazi museali”; per l'occasione, Angela sarà insignito del diploma accademico honoris causa in arti applicate. L'appuntamento, dunque, è al palazzo Pietro Tiravanti di Frosinone martedì prossimo 2 febbraio alle ore 16.
Ferentino. Al via i corsi dell'Accademia delle Belle Arti
Ferentino si arricchisce di una nuova opportunità che da un lato ne rafforza il ruolo di polo formativo di eccellenza, dall’altro offre nuove opportunità per l’economia del territorio. A partire dal prossimo 4 dicembre, infatti, la città sarà sede di uno dei più prestigiosi corsi dell’Accademia di Belle Arti, in quanto inizieranno le lezioni di Arte Sacra Contemporanea e di Comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico. Si tratta di un obiettivo fortemente voluto da Antonio Pompeo, che in questi mesi ha avuto contatti diretti e continui con il Presidente e il Direttore dell’Accademia, rispettivamente Ennio De Vellis e Luigi Fiorletta, per arrivare a tale risultato
Si è svolta la scorsa settimana la prima delle quattro giornate del seminario su “Arte e Bibbia” presso la sede di Ferentino dell’Accademia di Belle Arti. La lezione è stata tenuta da un docente d’eccellenza, Mons. Pasquale Iacobone, segretario della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, docente della Pontificia Università Gregoriana, membro del Pontificio Consiglio della Cultura. Una lezione puntale e precisa che ha riscontrato molto apprezzamento tra gli studenti e i docenti presenti, tra i quali c’erano anche alcuni gli alunni dell’Ite di Ferentino. Le altre giornate sono previste per il 24 marzo, il 14 aprile e una data ancora da definire, a seconda delle disponibilità del docente, 5 o 12 maggio. Domani, invece, si svolgerà il primo incontro dell’altro importante e prestigioso seminario formativo che l’Accademia di Belle Arti ha deciso di tenere a Ferentino: quello in “Liturgia e Arte”, tenuto dal docente Don Pietro Juma. Il calendario prevede altri tre appuntamenti: il 17 marzo, il 21 aprile e una data ancora da confermare tra il 12 e il 19 maggio.
Giovedì 2 febbraio 2017 alle ore 16,00, presso la sede dell’Accademia nel palazzo Pietro Tiravanti, avrà luogo il primo incontro della quarta edizione de I giovedì dell’Accademia, che continuano ad offrire al pubblico la possibilità di conoscere i protagonisti della cultura italiana e internazionale e l’occasione per approfondire tematiche di questo nostro tempo. Come per le precedenti edizioni, anche per quest’anno le proposte dall’Accademia, per affermare con determinazione il proprio ruolo nel territorio frusinate spaziano dalle arti visive alle discipline dello spettacolo, dall’alta tecnologia al giornalismo.